Federazione Italiana Canoa e Kayak - Federazione Italiana Canoa http://www.federcanoa.it/component/content/?view=featured Thu, 17 Aug 2017 15:41:34 +0200 Joomla! - Open Source Content Management it-it AZZURRINI IN GERMANIA. E'TEMPO DI EUROPEI JUNIOR E UNDER 23 http://www.federcanoa.it/slalom/news/4165-europei-di-slalom-di-categoria-2017.html http://www.federcanoa.it/slalom/news/4165-europei-di-slalom-di-categoria-2017.html

italiahohelimburgLa canoa non si ferma ed è pronta, nella cittadina tedesca di Hohelimburg, ad ospitare i campionati europei junior e under 23 di canoa slalom. Un appuntamento al quale l’Italia arriva preparata e desiderosa di far bene, motivata ulteriormente anche dai recenti risultati azzurri in Eca Cup.

Italia protagonista nell’edizione appena conclusa dell'appuntamento a tappe per la canoa giovanile con i nostri atleti capaci di imporsi in ben tre specialità. Vittoria per Davide Ghisetti nel K1 under 18, con 324 punti davanti a Marco Romano e Tommaso Fasoli in un podio tutto italiano; tricolore verde, bianco e rosso che sventola in alto anche nella classifica del K1 under 16 grazie a Leonardo Grimandi che si impone con 335 punti, contro i 327 del compagno di nazionale Jakob Luther. Martino Barzon, nel C1 under 14, vince la classifica di Eca Cup davanti allo slovacco Marek Riegel.

Ottimo anche il secondo posto di Elena Borghi nel C1 under 16 femminile, alle spalle della britannica Daisy Cool per soli 5 punti (350 contro i 345 dell’azzurra); nella stessa classifica terzo posto per Marta Bertoncelli; e terzo posto nel C1 under 18 anche per Geremia Fiorin. Nel C2 misto solo Italia in gara con gli equipaggi Malaguti/Semenza, Rossi/Cavo e Ghisetti/Massarenti. Risultati accanto ai quali sono stati registrati importanti piazzamenti ai piedi del podio, segno di un settore che anche tra le giovani generazioni sta crescendo in salute. 

E mentre a Ivrea proseguono gli allenamenti in vista dei campionati italiani in programma nel penultimo weekend di agosto, in Germania gli azzurrini sono pronti a dare battaglia per l’evento in programma a partire dal 16 e fino al 20 agosto. Nel K1 under 23 toccherà a Marcello Beda del CC Bologna, Marco Vianello del CCKValstagna e Jakob Weger dello SC Merano; Eleonora Lucato del CCKValstagna sarà in gara nel K1 femminile mentre nel C1 spazio a Raffaello Ivaldi del CC Verona, Paolo Ceccon del CCKValstagna e Gabriele Ciulla del CC Subiaco. Canoa Club Nervi protagonista nella canadese femminile con Martina Rossi e nel C2 con Francesco Cavo e Alberto Querci. Tra gli junior saranno in gara nel K1 Valentin Luther dello SC Merano, Tommaso Fasoli del CC Milano e Davide Ghisetti dell’Ivrea Canoa Club. Marta Bertoncelli e Francesca Malaguti del CC Ferrara, e Beatrice Alducci del CCKValstagna pagaieranno per l’Italia nel K1 femminile; Flavio Micozzi del CC Subiaco e i portacolori del CC Bologna Nicola Mengoli e Marcello Semenza saranno in azione nel C1 maschile mentre nel C1 femminile spazio a Elena Borghi, Carolina Massarenti e Marta Bertoncelli del CC Ferrara.

“Sono il nostro futuro e li seguiamo attentamente - spiega Ettore Ivaldi, dt azzurro alla guida della nazionale in azione ad Hohelimburg, in Germania, dove da domani prenderanno il via i campionati europei junior e under 23 - la squadra sta bene, il canale è stretto e tendenzialmente semplice ma sappiamo bene come le insidie possono nascondersi comunque anche su corsi d’acqua di questo tipo. Anche perchè la concorrenza è decisamente elevata e tutte le squadre, eccezion fatta per qualche elemento della Gran Bretagna che ha preferito rimanere fermo per preparare i mondiali senior, hanno portato i migliori”. 

Mentre Ettore Ivaldi e Guillermo Diez Canedo seguono da vicino i giovani in questa trasferta continentale, il dt Daniele Molmenti è rimasto a Ivrea a seguire da vicino i senior impegnati nella preparazione del doppio appuntamento (campionati italiani e coppa del mondo) che a cavallo tra fine agosto e i primi di settembre andrà in scena tra le acque della Dora Baltea: “Il lavoro che stiamo portando avanti sui due fronti è finalizzato ad ottenere il massimo - prosegue Ivaldi - e anche per questo qui in Germania metteremo in acqua numerosi azzurri che saranno poi in gara anche in coppa del mondo. Nel C1 donne, dopo la medaglia conquistata da Marta Bertoncelli ad esempio, la forza dell’intero gruppo è aumentata così come è cresciuta la determinazione del team. E’una specialità nuova, ma il risultato di Marta ha fatto vedere a tutti che non siamo lontani e che in alto possiamo arrivare anche noi. Chiaro che il nostro obiettivo è finalizzato ai prossimi anni, ma soddisfazioni come quelle ottenute da Marta Bertoncelli poche settimane fa danno grandi motivazioni”. 

Vedremo quindi l’Italia in gara nel C1 donne anche in coppa del mondo a Ivrea? “Certo, proprio per questa crescita e per il fatto che giocheremo in casa, a Ivrea saranno in gara sia Marta Bertoncelli che Elena Borghi nel C1 femminile così come Martina Rossi e Francesco Cavo pagaieranno per l’Italia nel C2 misto. Ci teniamo a far bene, nella categoria under 23 abbiamo atleti già di spessore anche in ottica senior e questo è l’appuntamento giusto per provare a togliersi qualche soddisfazione ulteriore; tra gli junior le aspettative non mancano e di conseguenza non possiamo fare altro che mettere i ragazzi nelle migliori condizioni possibili e lasciare poi che in gara esprimano al meglio il talento che hanno nelle braccia e nella testa. Con me e Guille, qui in Germania, lavorano anche i tecnici Paolo Borghi, Nicola Micozzi, Lorenzo Biasioli ed Erik Masoero oltre alla presenza di fisioterapista e medico. Uno staff che di volta in volta viene implementato anche da altri elementi in occasione dei vari impegni e che rappresenta uno degli aspetti fondamentali di questo nostro modo di operare in squadra”.

Ventisette i paesi al via dell’appuntamento continentale, pronti a darsi battaglia per la conquista dei titoli europei. Mercoledì 16 agosto spazio alla cerimonia d’apertura, da giovedì il via delle gare con le qualifiche per C2, K1 uomini e K1 donne; venerdì qualifiche per C1 uomini e C1 donne e gare a squadre, sabato e domenica semifinali e finali per tutte le categorie. 

Live streaming: https://www.youtube.com/canoeeurope

Sito ufficiale: http://em2017.holibu.de/en/

Promo video: https://www.facebook.com/kchohenlimburg/videos/1317452394974489/

]]>
stampa@federcanoa.it (Ufficio Stampa FICK) In evidenza Slalom Slalom Mon, 14 Aug 2017 11:46:42 +0200
GLI AZZURRI DELLA VELOCITA'SALUTANO LIVIGNO. ORA MANTOVA, VERSO IL MONDIALE DI RACICE http://www.federcanoa.it/velocita/news/4164-azzurri-velocita-livigno-mantova-2017-mondiale.html http://www.federcanoa.it/velocita/news/4164-azzurri-velocita-livigno-mantova-2017-mondiale.html

italialivignoSettimane intense e impegnative quelle vissute dagli azzurri della canoa velocità nel raduno premondiale di Livigno. Un periodo di preparazione trascorso in altura e in seguito al quale la squadra diretta da Guglielmo Guerrini si è trasferita a Mantova per affrontare gli ultimi undici giorni di preparazione in vista del mondiale di Racice, in Repubblica Ceca, in programma dal 23 al 27 agosto. 

Tra le acque ceche, pagaieranno ventuno atleti: nel kayak maschile spazio ad Alessandro Gnecchi (SC Lecco), Michele Bertolini (Ticino Pavia), Mauro Pra Floriani (Fiamme Oro), Mauro Crenna, Nicola Ripamonti, Giulio Dressino, Alberto Ricchetti, Matteo Torneo, Luca Beccaro (Fiamme Gialle), Riccardo Spotti (SC Baldesio), Samuele Burgo (CC Aretusa), Tommaso Freschi (Comunali Firenze) e Andrea Di Liberto (Trinacria); al femminile invece spazio a Sofia Campana, Susanna Cicali (Fiamme Azzurre) e a Francesca Genzo (SC Ticino Pavia); nel settore canadese toccherà invece a Carlo Tacchini, Luca Incollingo, Daniele Santini, Sergiu Craciun (Fiamme Oro) e Nicolae Craciun (CC Aniene). 

Carichi e determinati gli azzurri con la squadra senior implementata da alcuni giovani interessanti e già in evidenza ai recenti mondiali junior e under 23 andati in scena poche settimane fa a Pitesti, in Romania. Il bronzo iridato nel K1 200 under 23 Andrea Di Liberto, il finalista nel K1 500 under 23 Matteo Torneo, i protagonisti della finale del K2 1000 under 23 Tommaso Freschi e Luca Beccaro settimi al traguardo e lo specialista del K1 1000 under 23 Samuele Burgo sono interessanti frecce all’arco della nuova nazionale il cui obiettivo in vista del mondiale ceco è ben chiaro, come conferma il dt azzurro Guglielmo Guerrini: Il nostro è un lavoro in prospettiva, e questo non dobbiamo mai dimenticarlo - spiega il direttore tecnico azzurro - ottenere risultati dall’oggi al domani nel nostro sport non è possibile ma a Racice andiamo comunque agguerriti, e forti di finali e medaglie pesanti che siamo comunque riusciti a conquistare in questa prima parte di stagione, tra coppa del mondo ed europei. E sono proprio gli europei di Plovdiv di un mese fa a darci la base sulla quale provare ad alzare l’asticella. Fare meglio dell’appuntamento continentale è il nostro obiettivo primario, tenendo comunque conto che si lavora, con i giusti tempi, per arrivare al top in vista delle qualifiche a Tokyo 2020. I ragazzi lo sanno e sono consapevoli di questo nostro metodo di lavoro. E a Racice si va per onorare la maglia azzurra e fare il massimo”. 

Agli europei di Racice l’Italia chiuse con il bronzo del C2 1000 conquistato da Sergiu Craciun e Nicolae Craciun, due quarti posti con Carlo Tacchini nel C1 1000 e con Sergiu Craciun e Nicolae Craciun nel C2 200, tre quinti posti di Carlo Tacchini nel C1 500, di Susanna Cicali e Francesca Genzo nel K2 200 e Michele Bertolini con Riccardo Spotti nel K2 200, il sesto posto di Santini e Incollingo nel C2 500, il settimo posto in finale di Nicola Ripamonti e Giulio Dressino nel K2 1000 e l’ottavo posto del K4 500 con Mauro Pra Floriani, Alessandro Gnecchi, Mauro Crenna e Alberto Ricchetti.

“A Livigno abbiamo lavorato in maniera ottimale, ci siamo trovati bene e ora siamo pronti a vedere quale sarà l’approccio nel ritornare a Mantova. In altura il tempo è stato eccezionale, ci siamo allenati bene con palestra e struttura all’avanguardia. L’Hotel Alaska dove siamo stati alloggiati ci ha supportato in tutto e per tutto e i ragazzi, uniti, hanno risposto bene. E’una squadra giovane, molto interessante, che sta lavorando con ottime indicazioni in prospettiva futura. E’questa la prima stagione intera che affrontiamo assieme e servirà dunque anche l’inverno per capire bene, nel corso di un anno, da dove siamo partiti e dove arriveremo; ma queste sono tappe fondamentali per costruire al meglio il lavoro che dovrà portarci fino ai giochi di Tokyo 2020”. 

Atleti in acqua, ma tanto impegno anche da parte dei tecnici. Come sta andando su questo fronte? 

“Ottimamente - spiega Guerrini - i ragazzi hanno lavorato bene nelle rispettive società e questo è ovviamente merito dei club e degli allenatori che ciascuna realtà ha nel proprio organico. Qui in azzurro l’intesa tra di noi è massima. Discutiamo, ci confrontiamo, mettiamo con chiarezza le rispettive idee e le analizziamo. Con Antonio Cannone, Stefano Loddo e Misha Vartolomei abbiamo lavorato con serenità, parlando lo stesso linguaggio e condividendo il metodo. Accanto a noi, è stato fondamentale l’apporto in altura dei fisioterapisti Michele Trapani e Luca Malusà, di Valerio Di Muzio e Gianni Mazzoni per quanto riguarda l’aspetto sanitario e degli psicologi Giuseppe Vercelli e Alessandro Cecilia. Uno staff di qualità, importante e davvero sereno con il quale anche i ragazzi hanno saputo interagire al meglio”.

Fare meglio dell’europeo è quindi l’obiettivo mondiale? “Direi di si, agli europei i risultati mi hanno soddisfatto; e ora vorrei che l’asticella si alzasse un po’di più. Non si ottengono i risultati dall’oggi al domani, lo ribadisco, ma crescendo costantemente il lavoro dà frutti importanti; e noi stiamo lavorando in questa ottica. Le vicende federali le abbiamo lasciate in pianura, concentrandoci sul lavoro, ma è chiaro che siamo felici ora che la situazione sia finalmente più serena e che ci si possa concentrare ora, tutti, sull’attività. Il fatto di avere nuovamente un presidente e un consiglio federale, con la situazione tornata finalmente alla normalità, faciliterà le cose a tutte le squadre”.

Come stanno i vari settori? “Nel kayak maschile abbiamo lavorato bene e abbiamo tredici atleti a questo mondiale; all’olimpiade, qualificando tutte le barche (K1 200, K1 1000, K2 1000 e K4 500) potranno andarne otto; ne consegue che la concorrenza c’è, i giovani interessanti crescono e questo è da ulteriore stimolo per i “senatori” e per l’intero team; tutto contribuisce a migliorarci.

A livello di canadese devo dire che il gran lavoro iniziato nel 2009 da Antonio Cannone, tecnico di settore, sta dando grandi frutti; è oramai una realtà consolidata, una realtà che ci sta regalando grandi soddisfazioni e che è costantemente alimentata grazie al gran lavoro fatto dai tecnici e allenatori di club nei rispettivi contesti. Alcuni di loro sono aggregati anche nei raduni azzurri, a rinsaldare ancor di più il legame tra staff nazionali e societari. Carlo Tacchini, Sergiu e Nico Craciun, Daniele Santini e Luca Incollingo rappresentano il vertice alle spalle del quale stanno emergendo giovani interessanti. Agli europei under 23 Davide Cestra e Fabrizio Mattia, ad esempio, hanno chiuso al quinto posto nel C2 1000, barca olimpica; segnali importanti.

Dal punto di vista del settore femminile invece la situazione è diversa ma anche qui, non dimentichiamolo, sono arrivate medaglie importanti in questa stagione con Susanna Cicali e Francesca Genzo. E quando vinci medaglie nei 200 significa che ci sei - spiega Guerrini - qui paghiamo il fatto che i numeri non sono altissimi ma stiamo lavorando anche su questo, con grande attenzione e impegno. Le ragazze sono agguerrite e contiamo di incrementare il numero delle convocate per gli eventi futuri, così da crescere sempre più; ci vuole pazienza, serve lavorare con impegno e tenere a mente l'obiettivo a lungo termine".

Un ultimo pensiero prima di tornare a testa bassa sul lavoro, per la canoa italiana? “Mah, sono felice che ci sia sostegno verso i nostri ragazzi e sono contento anche che si dia importanza al lavoro, lasciando sempre meno spazio al polemizzare. C’è un progetto sul quale crediamo e stiamo investendo, e sono questi i progetti che danno frutti. Nella pallavolo, ad esempio, si iniziò a lavorare in maniera univoca nel 1984, raccogliendo i primi risultati a partire dal 1990; risultati che ancora oggi proseguono. Sono questi gli esempi positivi sulla base dei quali abbiamo deciso di impostare questo nostro cammino. E se al nostro fianco c’è il sostegno di tutto lo sport italiano, siamo sicuri che l’avanzata verso i nostri traguardi sarà ancor più decisa ed esaltante”. 

 

]]>
stampa@federcanoa.it (Ufficio Stampa FICK) In evidenza Velocità Velocità Sat, 12 Aug 2017 09:26:40 +0200
CONFERMATI ALL'IDROSCALO, IL 15-16-17 SETTEMBRE, I TRICOLORI DI CANOA E PARACANOA VELOCITA' http://www.federcanoa.it/velocita/news/4163-confermati-campionati-italiani-idroscalo-canoa-velocità.html http://www.federcanoa.it/velocita/news/4163-confermati-campionati-italiani-idroscalo-canoa-velocità.html

idroscalosoleE’stato più che positivo l’incontro odierno tra il presidente federale Luciano Buonfiglio, i vertici di Città Metropolitana Milano e i tecnici dell’Idroscalo in merito alla situazione del bacino milanese:

“Grazie ad un grande lavoro di squadra, da questo incontro usciamo con la possibilità di confermare che i campionati italiani di canoa velocità e paracanoa si svolgeranno regolarmente, all’Idroscalo di Milano, nel weekend del 15-17 settembre 2017 – comunica il presidente Buonfiglio – tutto ciò è stato reso possibile grazie all’interessamento diretto di tutti gli attori coinvolti. Ringrazio il presidente del CONI Giovanni Malagò che si è attivato in prima persona, l’intera Federcanoa e gli organi di comunicazione che hanno dato ampio risalto al problema, tenendo accesi i riflettori sulla questione.

Lo svolgimento regolare dell’evento sarà garantito grazie all’intervento, deciso, che andremo ad effettuare in sinergia e che andrà a risolvere le problematiche già note da diverso tempo – prosegue Buonfiglio – approfitto dell’occasione per comunicare anche che a breve, e comunque prima dell’evento tricolore di Milano, andremo a convocare il prossimo consiglio federale durante il quale tratteremo il bilancio consuntivo e riprenderemo a lavorare e ad operare per il bene del nostro sport. A tutti gli atleti impegnati nei rispettivi impegni internazionali da qui alle prossime settimane, porgo un saluto sincero a nome mio e di tutta la canoa italiana.

E’il momento di riprendere a lavorare, con serenità e unità d’intenti per questo straordinario sport, che è la canoa, e per tutti i canoisti del nostro paese”. 

]]>
stampa@federcanoa.it (Ufficio Stampa FICK) In evidenza Velocità Velocità Fri, 11 Aug 2017 13:14:15 +0200
CHIUSURA ESTIVA UFFICI FEDERALI http://www.federcanoa.it/federazione/news/4161-chiusura-fick-estate.html http://www.federcanoa.it/federazione/news/4161-chiusura-fick-estate.html

Su disposizione della CONI Servizi S.p.A. gli Uffici Federali resteranno chiusi nei giorni dal 12 al 20 agosto 2017. Riapriranno regolarmente il giorno 21 agosto p.v.

]]>
stampa@federcanoa.it (Ufficio Stampa FICK) In evidenza Fick News News Thu, 10 Aug 2017 11:57:21 +0200