Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

MANTOVA: CONCLUSA LA SECONDA PROVA DI SELEZIONE

   MANTOVA, 29 APRILE – La canoa azzurra comincia a scoprire le carte della squadra di sprint per questo fondamentale 2011 preolimpico. Ancora qualche riflessione sugli abbinamenti più opportuni prima delle convocazioni, ma la conclusiva selezione di Mantova, dopo quella di Milano all’inizio del mese, ha fornito allo staff tecnico azzurro della specialità tutti gli elementi per varare la formazione senior che comincerà a calcare lo scenario internazionale dal 18 al 22 maggio nella prova di Coppa del Mondo di Racice, in Repubblica Ceca, per puntare quindi a quella di Duisburg una settimana dopo e, eventualmente con gli opportuni aggiustamenti, agli Europei di Belgrado a metà giugno. Almeno per il kayak perché la canadese avrà ancora uno strascico di test domenica con le finali di C2 1000 e C1 200.

 

   In una giornata ancora perfetta per l’organizzazione della locale sezione della Lega Navale e favorita da condizioni meteo ottimali per il lago Inferiore del Mincio, le finali dedicate ai senior hanno fornito risultati in linea con i valori dei test a cui dalla fine della scorsa stagione sono stati sottoposti sia gli atleti del gruppo di punta del 2010 sia le leve più giovani che si sono proposte all’ attenzione dei tecnici nei raduni o nella selezione di Milano. Così dalle gare di oggi il dt Gianni Mazzoni e i ct Josef Capousek e Giampiero Di Giuseppe hanno raccolto finali tutte di alta qualità tecnica e con risultati che non fanno che confermare molte delle valutazioni già ipotizzate. Per gli uomini, da registrare la vittoria nel K1 1000 di Maximilian Benassi (Aniene), sul finanziere Albino Battelli che ieri s’era aggiudicato i 500 e su Nicola Ripamonti della Canottieri Lecco, quella del triestino Michele Zerial dell’Academy nella finale bis del K1 200, questa volta davanti a Mauro Pra Floriani (Fiamme Oro) e Jaka Jazbec (Forestale). Infine quella di Paolo Buccione (Fiamme Oro) nella canadese sui 500 metri davanti a Mihail Vartolomei del Cus Torino e a agli altri rappresentanti delle Fiamme Oro Marco Veglianti e Daniele Santini. In campo femminile in evidenza Alessandra Galiotto, del Centro Sportivo Remiero della Marina Militare, che s’è imposta nella finale del K1 500 precedendo Alice Fagioli (Fiamme Azzurre), Norma Murabito (Aniene) e Stefania Cicali (Fiamme Azzurre).

   Quanto agli junior, a Irene Burgo (Siracusa) il K1 1000 femminile, a Lorenzo Zeni (Sestese) il K1 500 maschile, a Pietro Repele (Fiamme Oro) il C1 500.

   Domani e domenica primo maggio sul lago Inferiore di Mantova le selezioni azzurre della velocità lasciano il posto all’intenso programma del Trofeo Internazionale Città di Mantova nel cui ambito sono però ancora inseriti appunto gli ultimi test senior per la canadese, e quelli conclusivi degli junior. Ma, soprattutto, domenica gareggeranno per un posto nella squadra che parteciperà agli Europei di Belgrado gli atleti della paracanoa. Una ventina gli iscritti, tra uomini e donne, K1 e V1 (l’equivalente della canadese) per le categorie A, TA, LTA, sia maschili sia femminili, con nomi che hanno già avuto modo di farsi conoscere in manifestazioni internazionali:  come Ciro Ardito, Paolo Bressi, Andrea Testa o come Anna Pani che due settimane fa ha fatto parte della delegazione italiana che a Parigi ha ottenuto dalla federazione internazionale l’organizzazione del Mondiale 2015 sprint e paralimpico a Milano.

 

 

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004