Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

DA ATLETA AD ARBITRO: LA QUARTA OLIMPIADE DI GIUSEPPE D'ANGELO

giuseppedangeloAbbiamo raccontato le gesta degli atleti, il trionfo di Molmenti, la sfiorata medaglia di Josefa Idem e le prove del team azzurro tra Lee Valley ed Eton Dorney. Ma a Londra, oltre ai pagaiatori di casa nostra, c'era anche un altro italiano che ha rappresentato il nostro paese in maniera come al solito qualificata e autorevole.

Stiamo parlando di Giuseppe d'Angelo che a Lee Valley ha vissuto la sua quarta Olimpiade. La prima, da atleta, la affrontò nel 1972 a Monaco chiudendo al diciottesimo posto la sua prova nel K1. Poi tre da arbitro: Atene, Pechino e Londra. Il suo racconto lo potete leggere qui.

Al link DAC UFFICIALI DI GARA trovate invece il sito italiano del Collegio degli Ufficiali di Gara della Federazione Italiana Canoa Kayak, portale aggiornato e punto di vista importante dell'attività canoistica arbitrale.

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004