Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Verbale di Assemblea

ARGOMENTO:Assemblea dei Giudici Arbitri della F.I.C.K.

Rif.to: fg N° 7591 del 28.10.2000 (convocazione del Presidente della D.A.C.)

Alle ore 15:10 del giorno di venerdì 08 Dicembre 2000, presso la sala riunioni della C.T.F. della F.I.G.C. di Coverciano in FIRENZE, il Collegio dei Giudici Arbitri della Fick si è riunito, in seconda convocazione, per porre in essere i "lavori" dell' ordine del giorno del foglio in riferimento; essendo presenti n° 56 (cinquantasei), sul totale di n° 69 (sessantanove), di "aventi diritto al voto", l' Assemblea è dichiarata valida ed alle ore 15:12, circa, iniziano le attività connesse. . .

Prende la parola, giusta l' art. 6 del "Regolamento Arbitrale", il Presidente in carica della D.A.C. per assumere provvisoriamente la Presidenza dell'Assemblea medesima: Il Presidente Brugnoni, quindi, propone verbalmente al Collegio i nominativi del costituendo Ufficio di Presidenza: vengono eletti per acclamazione :


PRESIDENTE                         Ernesto Meloni

VICE PRESIDENTE                 Pasquale Borruto

SEGRETARIO                         Danilo Gattoni



SCRUTATORI                          Massimo Santoro

Gianluca Zannoni

Bianca Tripodi



Seguentemente, il neoeletto Presidente dell' Ufficio di Presidenza,Ernesto Meloni, ed il professore Sergio Orsi rinnovano rispettivamente il loro compiacimento per essere ancora una volta con il Collegio medesimo ed auspicano lavori proficui.

Alle ore 15:20 ha luogo la lettura della "Relazione Tecnica-Morale" sulla gestione del Collegio nel biennio 1999-2000; la lettura della relazione è posta in essere da Marcello Brugnoni (si allega copia della relazione medesima).

Alle ore 15:31, su proposta del relatore, il Presidente dell'Ufficio di Presidenza passa la parola al Consigliere della D.A.C. Francesco Bedini, responsabile del settore "canoa olimpica" durante il quadriennio agonistico uscente, che espone la relazione per la parte di competenza; F.B. termina alle 15:41.

A seguire prende la parola il Consigliere della D.A.C. Riccardo Landra, responsabile del settore "canoa fluviale"; alle ore 15:52 termina la propria esposizione Riccardo Landra ed il Presidente dell'Assemblea passa la parola al responsabile del settore " canoa polo", Consigliere della D.A.C. Vittorio Celletti, il quale termina la propria esposizione alle 15:56.

Alle ore 16.00 conclude il Presidente Marcello Brugnoni. Il Presidente dell'Ufficio ringrazia i relatori ed apre la discussione secondo l'ordine di ricezione delle richieste di intervento presentate...

SI RIPORTANO DI SEGUITO GLI INTERVENTI EFFETTUATI:

Vito Antonio Fornarelli ringrazia il Presidente Brugnoni per l'operato ed invita il Collegio a superare eventuali problemi di qualsivoglia genere che possano arrecare nocumento alle attività della D.A.C. e del Collegio.

Nicola Bevilacqua afferma, a suo dire, che il Consigliere dimissionario Celletti, a similitudine di pregresse analoghe situazioni, non avrebbe dovuto leggere la relazione tecnica morale relativa alla parte di propria competenza.

Il Presidente Ernesto Meloni richiama gentilmente a mantenersi in argomento sugli interventi.

Sante Tarabusi invita ad un atteggiamento di più ampia collaborazione futura, auspicando il superamento di eventuali problematiche anche a carattere interpersonale.

Pasquale Borruto propone uno spunto di riflessione sulla "attualità/utilità" dei Giudici Arbitri.

Giuseppe D'Angelo esprime meraviglia e sorpresa nell'apprendere di appartenere ad un Collegio che "non vuole riconoscere" e, nonostante alcune affermazioni ascoltate, purtroppo scarsamente positive, afferma di ritenere ancora il Collegio composto da gentiluomini ed amici in grado di ben operare per la FICK.

Giovanni Aiello, Onorato Lanza e Vitantonio Fornarelli, intervengono rispettivamente proponendo alcune precisazioni a carattere generale.

Vittorio Celletti sostiene e ribadisce, in sostanza, il contenuto della relazione e sottopone il giudizio discendente proponendo il raffronto con i fatti ed i risultati.

Riccardo Landra fornisce chiarimenti sulle difficoltà connesse con l' organizzazione delle gare di canoa fluviale e rappresenta che, a volte, alcuni rapporti arbitrali, indispensabili verifiche necessarie anche per il superamento delle suaccennate difficoltà, non sono mai pervenuti, come previsto, alla segreteria D.A.C.

Francesco Bedini puntualizza che il Presidente Brugnoni, durante il proprio mandato, ha sempre risposto (soprattutto epistolariamente) con intento e spirito serenamente collaborativo.

Ernesto Meloni e Sergio Orsi, in chiusura, pongono particolare risalto sullo spirito di volontariato, sulla fiducia reciproca e sulla buona volontà, quali aspetti indispensabili per il progresso del Collegio Arbitrale.

Conclude Marcello Brugnoni ricordando i risultati olimpici conseguiti e rende edotto il collegio su un disgraziato accidente occorso all' atleta "Ferrazzi" (a Parigi vittima di tentativo di rapina ed accoltellamento); ringrazia, per ultimo, i consiglieri D.A.C. uscenti.

Alle ore 16:50 ha luogo la votazione di approvazione della Relazione Tecnica Morale: si riportano di seguito i risultati:

n° 52 voti favorevoli

n° 04 astenuti (i componenti la uscente D.A.C.)

n° 00 voti contrari

Essendo il numero dei votanti uguale a 56 (cinquantasei), la Relazione Tecnica Morale è APPROVATA A MAGGIORANZA.

Alle ore 17:20 riprendono i lavori, dopo un breve intervallo.

Il Presidente cede la parola al candidato alla carica di Presidente della eleggenda D.A.C. Sante Tarabusi ( vedi programma allegato).

Onorato Lanza commenta il "piano programmatico" proposto da Sante Tarabusi: suggerisce, con particolare riferimento al punto 2- 1^ alinea (avvio...) e 2-7^ alinea (approfondimento...), di far coincidere, in occasione delle riunioni tecniche biennali, momenti di approfondimento tecnico e di casistica.

Franco Franchini invita il Collegio a dedicare più tempo alla casistica ed alle cose pratiche piuttosto che ad altre "regole" maggiormente astratte . . .

Giuseppe D'Angelo suggerisce propositivamente ai componenti della futura D.A.C. di "autosospendersi", per la durata del rispettivo mandato in carica in seno alla D.A.C. stessa, dalle candidature per gli arbitraggi olimpici.

MOZIONI DEI CANDIDATI CONSIGLIERI DELLA NUOV A D.A.C.

Alle 17:55 Vincenzo RIVELLI, dopo un accorato sfogo su questioni  relative all' attività arbitrale ed al F.A.R. della propria regione,ritira la  propria candidatura .

A seguire... Claudio TRANQUILLI dichiara che, qualora eletto, si  renderebbe disponibile ed aperto a collaborare fattivamente con il programma del nuovo Presidente D.A.C.

A seguire... Valerio VEDUTI si presenta e si rende disponibile alla collaborazione secondo le istanze del Collegio ed alle proposizioni del nuovo Presidente D.A.C.

A seguire... Stefano ZSIGMOND si presenta con intendimenti analoghi ai precedenti candidati.

DOPO I CANDIDATI LA PAROLA PASSA A:

Giorgio Tagliavini richiama all'attenzione del Collegio il concetto  della non opportunità (responsabilità obbiettiva del G.A.P.) della conduzione delle gare di canoa con un solo giudice arbitro coadiuvato da collaboratori non ufficializzati.

Umberto Prota fornisce alcuni chiarimenti, relativi al precedente intervento di Vincenzo Rivelli, relativi alla propria attività quale F.A.R. della Campania.

Dopo altri interventi effettuati da alcuni colleghi, il professore Sergio Orsi ringrazia, riconferma la propria soddisfazione per i lavori svolti ed invita, all'insegna dell'unità d'intenti e della collaborazione reciproca, a futuri e sempre migliori traguardi.

Alle ore 18'40 si chiudono i lavori e l'Assemblea si aggiorna per le ore 09'00 del giorno successivo per l'elezione del Presidente e dei Consiglieri D.A.C. per il quadriennio 2001-2004.


COVERCIANO, 09.12.2000

Alle ore 9'15 del giorno di sabato 9 Dicembre 2000, presso l'aula riunioni della C.T.F. della F.I.G.C., riprendono i lavori dell'Assemblea dei Giudici Arbitri della F. I.C.K. per deliberare l'elezione del Presidente e dei Consiglieri della D.A.C. per il quadriennio 2001 -2004.

Prende la parola il Presidente dell'Ufficio di Presidenza e, dopo i saluti di rito, introduce il convenuto Presidente Federale FrancescoConforti.

Francesco CONFORTI saluta ed esprime il proprio compiacimento di essere con la D.AC. ed il Collegio della F.I.C.K. . fornisce quindi alcune notizie relative alle riforme statutarie discendenti dalla nuova normativa di legge recepite dal C.O.N.I. ( ... atleti e tecnici rappresentati in seno ai nuovi futuri Consigli Federali).

Al termine dell'intervento il Presidente Conforti ringrazia la D.A.C. uscente e consegna un presente simbolico per il buon lavoro svolto; un riconoscimento particolare a Marcello Brugnoni per gli eccellenti risultati conseguiti nonostante le difficoltà di percorso...

ORE 09:35 - ELEZIONE DEL PRESIDENTE DEL COLLEGIO DEI GIUDICI ARBITRI

Il Presidente dell'Ufficio di Presidenza procede all'appello nominativo degli aventi diritto al voto che, a seguire, secondo l'ordine di chiamata, ritirano le schede e procedono alla votazione a scrutinio segreto.

Alle ore 9:55 sono ultimate le operazioni di voto e, seguentemente, si procede allo spoglio di cui si riportano di seguito i risultati.

SCHEDE VALIDE                     n° 42

SCHEDE NULLE                      n° 01

SCHEDE BIANCHE                  n° 15


VOTANTI n° 58

Il Presidente dell'Ufficio legge i risultati della votazione ed indica il nominativo del neo eletto Presidente del Collegio degli U.G. e delle D.A.C. nella persona di Sante Tarabusi, il quale ringrazia; un riconoscimento particolare e caloroso è indirizzato dal medesimo a Marcello Brugnoni ed a Paolo Benetti.


ORE 10:15- ELEZIONE DEI CONSIGLIERI D.A.C

Alle ore 10:05 circa iniziano le operazioni di voto per le elezioni dei consiglieri della D.A.C. e del Collegio degli U.G. 2001 –2004.

Il Vice Presidente dell'Ufficio, Pasquale Borruto procede all'appello nominativo degli aventi diritto al voto che, a seguire, secondo l'ordine di chiamata , ritirano le schede e procedono alla votazione a scrutinio segreto.

Alle ore 10:31 sono ultimate le operazioni di voto e, seguentemente, si procede allo spoglio di cui si riportano di seguito i risultati:

Vitantonio Fornarelli             n° voti 17 (neoeletto)

Valerio Veduti                     n° voti 14 (neoeletto)

Stefano Zsigmond               n° voti 14 (neoeletto)

Claudio Tranquilli                 n° voti 11 (non eletto)

- SCHEDE BIANCHE             n° 02

- SCHEDE NULLE                 n° 00

- VOTANTI                             n° 58

.

Il Presidente dell' Ufficio legge i risultati dello spoglio ed annuncia i nominativi dei neoeletti Consiglieri; Fornarelli, Veduti e Zsigmond ringraziano ed assicurano fattiva collaborazione al Presidente della D.AC. ed attenzione alle istanze del Collegio.

Pasquale Borruto ringrazia a nome del Collegio i colleghi Rivelli e Tranquilli.

Chicco Bedini da comunicazione dell'uscita, per motivi di lavoro, dal Collegio di Eraldo Caruggi. Successivamente, a nome della D.AC. e del Collegio tutto, esprime compiacimento per la nuova carica di Francesco Conforti in seno alla I.C.F. (tesoriere) .

Ernesto Meloni e Francesco Conforti, ringraziano gli astanti, augurano buone feste e soprattutto buon lavoro futuro; le attività assembleari sono dichiarate chiuse dal Presidente dell'Ufficio alle ore 10:45.

Visto, letto e sottoscritto

In originale firmato: Danilo Gattoni

Coverciano, 9 dicembre 2000

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004