Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

DISCESA: BRONZO ITALIA, SUL PODIO BONATO NEL K1M E RICCIARDI NEL C1W

Leggi dopo

pierpaolobonatoLa Valtellina regala soddisfazioni all’Italia con il doppio sorriso di Pierpaolo Bonato e Marlene Ricciardi, protagonisti di gare che alla canoa discesa di casa nostra portano in dote due medaglie. Bronzo nel K1 per Bonato, stesso risultato per Marlene Ricciardi per un doppio successo fatto di caparbietà e dedizione. Non facile l’inizio di stagione del giovane pagaiatore vicentino in forza alla Forestale che alle prime selezioni ha dovuto lottare, e non poco, per rimanere in scia con i migliori. Qualche problema durante la preparazione invernale, andato via via scemando dopo aver pagaiato tra le onde del mare, a Policastro, in occasione di una delle prime gare nazionali della stagione. Bonato ritrova il sorriso, torna a sentire le sensazioni di quando ad Opava si laureò campione del mondo junior e ricomincia a crescere. Il ritorno tra le acque del Brenta è positivo, l’azzurro spinge e con determinazione sale sul podio in Valtellina. Marlene Ricciardi è la pioniera della canadese monoposto donne in Italia per quanto riguarda la discesa; a Città di Castello racconta che la sua scelta, per quanto difficile all’inizio, è stata quella giusta. Non tornerebbe più al kayak, sua barca iniziale; la canadese le piace, l’affondo della pagaia in acqua in una situazione di costante equilibrio precario danno sensazioni indescrivibili. Sensazioni che Marlene interpreta al meglio per la crescita del movimento femminile della canadese e della canoa discesa italiana. E in Valtellina torna nuovamente sul podio.

Due medaglie di bronzo per l’Italia nella prima delle due giornate di gara in Valtellina dove tra oggi e domani si disputano la 3^ e 4^ tappa di Coppa del Mondo di canoa discesa. A conquistarle sono Pierpaolo Bonato nel K1 uomini sprint e Marlene Ricciardi nel C1 donne sprint.

Bonato è terzo; dopo aver chiuso le qualifiche con il 7° tempo che gli vale l’accesso alla finalissima tra i migliori quindici, l’azzurro ferma il cronometro sull‘1.27.36, tempo che gli vale il bronzo. L’oro va al francese Paul Graton (1.24.98) davanti allo sloveno Nejc Znidarcic (1.26.60). Quarto posto, a dieci centesimi da Bonato, per il ceco Tomas Slovak.

“Meglio non poteva andare - ha commentato Bonato - gara perfetta dal punto di vista tecnico e inaspettata perché sto facendo gli esami e non mi sto allenando molto.”

Terzo posto anche per Marlene Ricciardi che in finale chiude con il tempo di 1.53.65. Primo posto per la francese Marjolaine Hacquet (1.46.28), argento alla sua connazionale Julie Paoletti (1.47.34).

“Pierpaolo ha saputo sfruttare al meglio le sue doti tecniche ed è stato bravo a non sbagliare laddove gli altri, invece, si sono trovati in difficoltà - sottolinea il dt azzurro Robert Pontarollo - è giovane e nonostante le complicazioni di un percorso davvero difficile ha avuto tenacia e sangue freddo che gli hanno permesso di conquistare questo straordinario podio. Anche Marlene Ricciardi ha saputo confermare quanto di buono fatto a Banja Luka, tornando sul podio nel C1 donne e regalandoci un’ulteriore soddisfazione. La scelta di portare una squadra giovane sta dando i suoi frutti; la grinta dimostrata dai nostri atleti è davvero formidabile e se da una parte l’inesperienza può essere un handicap, dall’altra li spinge a dare il massimo, e anche di più, per compensare con la freschezza atletica e la determinazione che anche oggi hanno dimostrato.”

Tra gli altri risultati, nel K1 maschile Bruno Risso è diciassettesimo, ventunesimo Alessandro Marazzi, ventottesimo Francesco Vassanelli. Quarto posto nel K1 femminile per Viola Risso che sfiora la medaglia in una gara combattutissima, dodicesima nella stessa gara è Cristina Favaretto; quarta nel C1 femminile anche Chiara Carbognin mentre nel C1 maschile Giorgio dell’Agostino è undicesimo, dodicesimo Mattia Quintarelli.  
Domani si torna nuovamente in acqua per la prova classica.

marlenericciardiazione

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004