Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

GIORGIO DELL'AGOSTINO SALVA UNA DONNA. STAVA ANNEGANDO TRA LE ACQUE DELL'ADDA

Leggi dopo dellagostSi è comportato da vera “Sentinella del fiume” come oramai da tempo sono conosciuti i canoisti italiani. Giorgio dell’Agostino, campione del mondo valtellinese nella specialità discesa, ha salvato ieri una donna che stava annegando nelle acque dell’Adda.

Il pagaiatore azzurro, in preparazione in vista dei mondiali che proprio in Valtellina e sull’Adda si svolgeranno dal 9 al 14 giugno, stava percorrendo con la sua canoa il tratto di fiume all’altezza del Porto di Albosaggia quando ha sentito un lamento ed è entrato in azione: “Stavo pagaiando lungo il fiume quando ho sentito il lamento della donna - ha spiegato il 19enne campione azzurro - non un lamento forte, ma sono riuscito a sentirlo. Quando ho voltato lo sguardo ho visto la testa e un braccio che spuntavano dall’acqua.”

Immediatamente, Giorgio dell’Agostino si è diretto verso la donna oramai cianotica per la gelida temperatura dell’acqua e dopo aver tentato inutilmente di salvarla porgendole la pagaia, si è buttato nell’Adda afferrando la donna, una 34enne, e portandola in salvo a riva. A pochi metri c’era il telefonino della donna che squillava con all’altro capo la madre preoccupata. Subito dopo sul posto sono intervenute le forze dell’ordine già allertate e la donna è stata ricoverata all’ospedale di Sondrio. Una storia con conseguenze potenzialmente tragiche che si è invece risolta per il meglio grazie al diciannovenne campione di canoa Giorgio dell’Agostino, portacolori dell’Indomita Valtellina River e della nazionale azzurra.

“Giorgio si è comportato in maniera esemplare, ha avuto sangue freddo e siamo orgogliosi di lui - sottolinea il Presidente FICK e vicepresidente CONI Luciano Buonfiglio - ci chiamano le “sentinelle dei fiumi, le sentinelle dell’acqua” e mai come in questo caso l’appellativo si è dimostrato azzeccato. Credo che soprattutto in momenti come questi, un gesto come quello di Giorgio sia da sottolineare. Gesti che ci fanno capire quanti sono i giovani di valore nel nostro paese e come, anche attraverso lo sport, possano arrivare messaggi positivi.”

L’Adda tornerà protagonista, stavolta per il lato agonistico, dal 9 al 14 giugno in occasione dei Campionati del Mondo di canoa discesa. Guarda il video promozionale dell'evento CLICCANDO QUI.

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004