Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

A VIENNA SI CHIUDE LA COPPA DEL MONDO DI DISCESA: MARLENE RICCIARDI ANCORA BRONZO NEL C1 E ARGENTO IN CLASSIFICA GENERALE.

Leggi dopo 1904166 10201652866143750 2090897350 nDopo le prime tre prove (due classiche e una sprint) andate in scena lo scorso weekend a Lofer, nel canale artificiale di Vienna, si conclude oggi la terza ed ultima prova di coppa del mondo di canoa discesa con la gara sprint e una ulteriore medaglia portata a casa dalla ciunista della Marina Militare di Sarzana, Marlene Ricciardi, che conferma l’azzurra al secondo posto nella classifica generale del circuito di coppa del mondo per la specialità del C1.

Marlene Ricciardi, nella finale sprint di oggi, indossa il bronzo e con il tempo di 55.47 a poco più di due secondi dalla francese Marjolene Hecquet, che vince il circuito di coppa del mondo e si conferma ai vertici con l’oro in 53.39; in seconda posizione è la compagna di squadra Claire Haab a conquistare l’argento con il tempo di 54.19. La campionessa del mondo in carica, Chiara Carbognin è quarta a solo 54 centesimi di secondo di distanza dalla compagna azzurra, terminando il percorso in 56.01.

Nel K1 donne la migliore delle italiane è Viola Risso, la pagatrice della Marina termina in sesta posizione con il tempo di 49.47 ad un secondo da podio, seguita dall’azzurra Costanza Bonaccorsi che segue al settimo posto con il tempo di 49.73. Matildhe Rosa non riesce, invece a cabtrere l’accesso in finale e si ferma nella run di qualificazione. L’oro è andato alla francese Sixtine Malaterre (48.20), seconda la ceca Klara Padourova (48.51), terze a pari merito la tedesca Sabine Fusser e la francese Charlene Le Corvaisier (48.54). La vittoria del circuito di coppa del mondo va alla svizzera Sabine Eichenberger.

Nel C1 maschile Mattia Quintarelli termina la finale in nona posizione, concludendo la gara in 50.34. Il podio finale vede al vertice il francese Quentin Dazeru che in 45.81 lascia dietro per solo 60 centesimi di secondo il leader della canoa in ginocchio, il tedesco Normen Weber che si accontenta dell’argento in 46.41 e della vittoria del circuito di coppa del mondo, al terzo posto il ceco Vladimir Slanina che termina con il bronzo in 46.50.

Nel K1 l’unico azzurro che conquista la finale è Pierpaolo Bonato, che si posiziona in undicesima posizione con il tempo di 44.57. I restanti quattro azzurri in gara Scremin, Cinque, Urbani e Mattiello, non riescono ad accedere, tramite la qualificazione, nel ranking dei migliori quindici. Nella finale del K1 l’oro e la vittoria del circuito di coppa del mondo va a Nejc Znidarcic (40.56) e il bronzo a Vid Debeljak (42.83), entrambi sloveni, mentre l’argento lo conquista il francese Paul Graton (42.39).

Risultati completi su: http://www.timingdata.info/TimeNet.Web/runs/algetimingtirol/3


logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004