Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

DISCESA: COPPA DEL MONDO; VIOLA RISSO TERZA IN CLASSICA A SORT .

Leggi dopo

viola   SORT (SPAGNA), 17 APRILE - E’ andata meglio del previsto la prima gara di Coppa del Mondo Classica. La terza posizione di Viola Risso, riempie di entusiasmo la squadra nazionale che pur accontentandosi di una medaglia dimostra una crescita di qualità nel settore k1. La discesa di Viola è stata strepitosa, anche se ha dovuto recuperare alcune imprecisioni nella parte iniziale dove nella rapida del “Ping Pong”la forza dell’acqua così violenta le ha fatto perdere qualche decimo di secondo. L'azzurra racconta di uno stimolo in positivo ricevuto dopo il primo intermedio, nel quale lo staff tecnico le segnalava la seconda posizione nella classifica provvisoria. A quel punto una progressione sempre maggiore nella frequenza di pagaiata e un calo di tensione generale , le ha permesso di ottenere il brillante risultato. Solo 15” la separano dalla vincitrice , la francese Malaterre Sixtine.

 

   Soddisfazione anche per l’ottavo posto del giovane Davidee Maccagnan , primo degli uomini, arrivato a soli 30” dal vincitore , il francese Rémi Pete. La prestazione di Davide poteva essere migliorata se non fosse stato per una serie di onde regolari,”treno d’onde”, che verso la fine si sono presentate a sbarrargli la strada. In linea con le aspettative la gara del neo-rientro in squadra della nazionale classica, Paolo Bifano che a causa della rottura del seggiolino nella discesa di prova , ha dovuto ricorrere alla canoa d’allenamento, leggermente più danneggiata e pesante. Discreta la competizione fatta rilevare dal più forte junior italiano , Pierpaolo Bonato, che alla sua prima esperienza in Coppa del mondo Senior si aggiudica di diritto il nomignolo di “giovane speranza”. Sfortunata invece la discesa in gara di Luca Panziera, il suo commento non lascia dubbi, un errore nella “rapida della segheria” e il “testa –coda” rovina una prestazione che poteva essere di tutto rispetto. Mariano Bifano, pur soddisfatto per la classificazione ottenuta per gli Europei, non si sente fisicamente al Top, da una parte felice perché convinto che la condizione sia mirata ai Campionati del mondo previsti per fine giugno ad Ausburg(GER), dall’altra preoccupato per un possibile ritardo di preparazione. Naturalmente l’obiettivo del Marinaio è il Campionato del Mondo Sprint, dunque la mano è ancora tutta da giocare… oggi le gare Sprint ci daranno altre indicazioni.

 

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004