Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

C2 DONNE D'ARGENTO A BANJA LUKA, MARLENE RICCIARDI E VALENTINA RAZZAUTI SONO SECONDE ANCHE NELLA SPRINT

Leggi dopo 13346576 630455753778971 8644676260027752563 nTerza giornata di gare ai campionati del mondo di canoa discesa in corso a Banja Luka, in Bosnia Erzegovina con la coppia della canadese femminile che bissa la medaglia d’argento anche nella sprint. Dopo le qualifiche di questa mattina, dove gli azzurri si sono imposti con decisione facendo passare il turno a ben nove barche, a partire dalle 21 è andata in scena la suggestiva prova finale in notturna nel canale di Banja Luka illuminato a giorno. 

La medaglia di oggi brilla al collo di Marlene Ricciardi e Valentina Razzauti, le due ciuniste di Sarzana che regalano all’Italia l’argento nel C2 femminile, bissando il successo di giovedì.  Le azzurre chiudono il percorso in 1:08.64, a un centesimo di secondo dall’oro iridato ottenuto dalla coppia slovacca Kortisova-Kopunova (1:08.63). Completano il podio con il bronzo le connazionali Petrovich - Kostov.

Mattia Quintarelli chiude quinto la prova sprint del C1, fermando il crono sul 58.99 con un distacco di +0.80 dal ceco Ondrej Rolenc che in 58.19 porta a casa la medaglia d’oro, dopo il bronzo ottenuto ieri nella prova di classic race. Argento mondiale per il tedesco Weber (58.52) che per soli tre centesimi anticipa il ceco Slanina.

Manca il podio per sette centesimi la campionessa del mondo in carica Costanza Bonaccorsi; il suo 59.21 è troppo alto per riconfermarsi in vetta. 58.92 il tempo con il quale, invece, l’inglese Hannah Brown mette al collo la medaglia d’oro. Alle sue spalle, a due centesimi dal gradino più alto, troviamo la francese Hostens che conquista l’argento. Terzo posto per la svizzera Mathys che tagliando il traguardo sul 59.14 e lascia sfumare la medaglia azzurra di Costanza Bonaccorsi, quarta per soli sette centesimi. Nella stessa gara Giulia Formenton termina la prova in nona posizione, fermando il crono sul’1:03.26 mentre Mathilde Rosa è dodicesima in 1:22.42.

Davide Maccagnan, l’unico azzurro del K1 maschile ad aver passato le qualifiche, chiude in 55.46 archiviando la prova sprint in tredicesima posizione. 2.83 i secondi che separano l’azzurro dal tedesco Maxime Richard, il quale bissa l’oro anche sulla breve terminando il percorso in 52.63 davanti al francese Paul Graton (53.94) e allo slovacco Debeljac (54.10), rispettivamente argento e bronzo. 

Nel C1 femminile la migliore tra le azzurre è Valentina Razzauti ad imporsi in quinta posizione con il tempo di 1:09.51, davanti a lei sul podio, con un vantaggio di +2.06, la ceca Satkova e le francesi Durand e Coat, rispettivamente oro, argento e bronzo. Subito dopo, sesta sul traguardo, è Alice Panato, la giovanissima veronese di Pescantina figlia d’arte della leggenda della canoa discesa Vladi Panato, che porta a termine la gara in 1:09.62. Chiude nona Marlene Ricciardi in 1:11.45.

Domani con le prove sprint a squadre si chiude il quarto ed ultimo giorno di gare. Italia schierata nel K1 con Bifano, Maccagnan e Urbani; nel K1 femminile con Bonaccorsi, Rosa e Formenton, nel C1 femminile con Panato, Razzauti e Ricciardi mentre il C1 maschile vedrà protagonisti Quintarelli, dell’Agostino e Razzauti. 

Risultati live da Banja Luka al link http://canoebanjaluka.com/index.php/results

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004