Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

A SORT L'ITALIA DEI K1 SPRINT SI TINGE D'ARGENTO NELLA PROVA A SQUADRE

Leggi dopo
sprintdiscesaitaliaL’Italia e vice campione del mondo nel K1 a squadre discesa sprint, dietro alla Rep. Ceca di appena 2 decimi di sec. e precedendo di appena 4/100mi sul podio la favorita Slovenia.

 

E’ stata una competizione come al solito al cardiopalma nella gara regina della specialità, con 15 squadre al via, delle quali ben 5 nazioni si sono classificate in appena 2” dopo due manche, con al 4° posto i forti francesi e al 5° i sorprendenti australiani, con la Germania finita all’8° posto a meno di 2”83 dai primi.

I tre moschettieri azzurri, Mariano Bifano – Paolo Bifano – Jaka Jazbec hanno disputato una 1^ manche perfetta classificandosi al 1° posto davanti a Slovenia e Rep. Ceca, grazie ad un’ottima prova di Paolo, che ha speso tutte le energie che aveva; inevitabile pagare dazio nella seconda prova nella quale, grazie al sostegno degli altri compagni Mariano e Jacka, hanno conquistato una meritatissima medaglia d’argento.

Nella gara femminile la giovane formazione, Andrea Merola - Viola Risso – Eleonora Tassarotti, è terminata al 4° posto a meno di 3” dal podio composto nell’ordine da Francia, Germania e Gran Bretagna nell’ordine.

Dignitosa anche la prova della squadra del C2, composta dagli equipaggi Giacoppo – Ferrari, Mainardi – Cucinotta e Rogai – Maccagnan, classificati al 5° posto dietro a Rep. Ceca, Slovacchia, Francia e Germania, a soli 2”13 dai tedeschi.

Evidente la soddisfazione dei due C.T. Robert Pontarollo e Luca Cardinali, in particolare il primo che ha elogiato la prova dei suoi ragazzi: “Non si poteva fare di più con una formazione che si è ben comportata in gara, molto compatta e disciplinata nel seguire le giuste linee d’acqua, su un tratto di fiume inedito, provato poche volte a causa del cambiamento di percorso imposto dalle difficili condizioni del fiume per il maltempo. Sono soddisfatto del comportamento di questi ragazzi, ma di tutta la squadra scesa in acqua nel suo complesso, considerato che nelle donne abbiamo schierato la formazione più giovane, che fa ben sperare per il futuro.”
Quinto posto invece per le donne azzurre nella team classic race. Per quanto riguarda K1 e C2 l'Italia chiude invece al sesto posto.

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004