Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

A CITTA'DI CASTELLO OTTIMO GIOCO DI SQUADRA PER FIRENZE E PESCANTINA

Leggi dopo

firenzeE’andata in scena nel fine settimana con il tradizionale appuntamento di Città di Castello, sul fiume Tevere, la seconda prova del circuito grand prix 2017 di canoa discesa durante il quale sono stati assegnati due importanti trofei: la Coppa Italia Primavera vinta dal Canoa Club Pescantina e il 25° Trofeo Maurizio Bianconi conquistato invece dalla Canottieri Comunali Firenze.

 Una due giorni durante la quale i giovani discesisti si sono misurati con le prime difficoltà tra una pagaiata e l’altra mentre i senior hanno potuto affinare i dettagli in vista poi di andare a sfidare il resto del mondo su campi di gara dal maggior grado di difficoltà. Ma quello appena trascorso, perfettamente organizzato dal Canoa Club Città di Castello, è stato un weekend decisamente importante anche per la nuova direzione tecnica della squadra azzurra affidata a Vladi Panato, di rientro dal raduno tra Ivrea e Pau e nuovamente a contatto con le realtà nazionali delle wildwater.

“I giorni di allenamento a Ivrea e Pau hanno dato indicazioni interessanti - spiega il dt Vladi Panato - l’ambientamento con l’acqua mossa tra le rapide della Dora Baltea si è rivelato fondamentale per arrivare pronti alle onde di Pau. Il canale su cui si assegneranno i titoli mondiali è decisamente ostico e al tempo stesso spettacolare. I senior azzurri torneranno tutti assieme ad Ivrea, dal 14 al 16 aprile, prima di ritrovarsi poi a Valstagna, nel weekend successivo, per le prime gare di selezione. Qui a Città di Castello abbiamo invece avuto modo di vedere all’opera i giovani e anche in questo caso le indicazioni sono confortanti”. Importante, da quest’anno, anche la scelta di definire la classifica finale della sprint sommando i tempi delle due manches: “Una scelta che costringerà gli atleti a “tirare” in entrambe le prove - commenta Panato - e così sarà a livello nazionale anche per le altre gare. La finale, in occasione ad esempio dei campionati italiani, si conferma ad una sola manches ma per accedervi sarà necessario dare il massimo in entrambe le prove di qualifica. Una scelta pensata e ponderata, che già comunque a Città di Castello ha dato i suoi frutti”.

Tanti gli atleti al via; nella prova sprint Marlene Ricciardi (Marina Militare), Alice e Cecilia Panato (CC Pescantina) hanno fatto segnare i migliori tempi nelle rispettive categorie della canadese monoposto femminile e nel C2. Asia Tolomei (GC Terni), Irene Barbieri e Beatrice Grasso (Marina Militare) si sono invece distinte nel kayak. Ancora Pescantina protagonista, stavolta nel kayak maschile con Carlo Benciolini che tra i senior non delude. Federico Erriquez e Matteo Milani (Marina Militare) riescono invece a mettere tutti in fila nelle prove junior e ragazzi. Nella canadese biposto successo per i padroni di casa del CC Città di Castello con Martino Beccari e Michele Pasqui; tra gli junior invece Pescantina presente con Federico Quintarelli e Giacomo Zanolli mentre tra i ragazzi chiudono bene i “marinai” Manuel Giovannelli e Matteo Milani.

Partecipate e combattute le sfide nel K1 maschile; tra i senior Stefano Cicciù del CC Vicenza precede in 2.20.080 (somma delle due manches) Gabriele Esposito del CC San Giorgio a Liri e Andrea Giacoppo del CC Vicenza. Scoppiettante la sfida nella categoria junior con Francesco Ciotoli dello Shock Wave Sports che in 2.20.540 precede di un soffio Leonardo Pontarollo del Valbrenta Team, secondo al traguardo con il tempo di 2.21.720. Terzo posto per Marco Iannotta della Marina Militare. E spettacolare si conferma anche la prova tra i ragazzi con Alberto Migliosi del GC Terni che vince su Francesco Nodari del CC Vicenza e su Giacomo Abbiati della Canottieri Adda 1891. Partecipazione e agonismo anche nelle prove di allievi e cadetti dove spiccano i numeri delle sfide nel kayak maschile con undici partecipanti nella categoria cadetti A vinta da Lorenzo Pontarollo del Valbrenta Team; dodici gli atleti al via nella categoria cadetti B dove ad imporsi è stato invece Samuele Fugatti del Canoa Club Pescantina. Gare intense anche tra i master con Isabella Giorgis per la Canottieri Adda 1891, Marco Asti suo compagno di squadra, Stefano Minori dell’Ivrea Canoa Club e Luigi Bertolini della LNI Mantova a segno nelle rispettive categorie del kayak.

Nella prova in linea (classica) muscoli tirati a lucido e tecnica sopraffina hanno premiato i migliori sulla lunga distanza: nella canadese monoposto femminile Serena Tania Silba (Marina Militare), Laura Appodia (Valbrenta Team) e Sofia Bedini (Marina Militare) hanno portato a termine le rispettive prove mentre nel C2 hanno chiuso con un ottimo tempo Alice e Cecilia Panato del CC Pescantina. Nel K1 donne Francesca Milani (Marina Militare), Marta Cecconi (CC Vicenza), Vanessa Lanfranchi (CC Firenze) e Aleksandra Bogo (CC Vicenza) si sono imposte nelle sfide tra allievi e cadetti mentre tra le junior la migliore e più tenace si è rivelata Irene Barbieri della Marina Militare. Bella sfida tra le ragazze con Valeria Donatelli del CC Pescantina che vince in 25.20.410, con quattro secondi di vantaggio su Asia Tolomei del GC Terni.

Beatrice Grasso (Marina Militare) guida tra le senior mentre nella canadese monoposto maschile Cesare Lorenzo Scapini e Martino Aldrighetti del CC Pescantina e Bernardo Ciani della Comunali Firenze chiudono davanti nelle sfide allievi e cadetti; Marco Martinelli del CC Città di Castello vince tra gli junior mentre nella categoria ragazzi tocca a Matteo Milani della Marina Militare avere la meglio su Riccardo Lucchese del CC Pescantina. Carlo Benciolini, suo compagno di squadra va forte tra i senior e chiude davanti a Fabio Ricchieri della PCC Nordest Asd Parma e a Marco Galimberti del CKC Cassano d’Adda. Tra i cadetti, nel C2, il CC Pescantina vince con Elia Turrin e Lorenzo Martini così come negli junior grazie all’equipaggio Quintarelli/Zanolli. Barbieri/Raffa della CC Firenze si impongono tra i ragazzi mentre Martino Beccari e Michele Pasqui guidano tra i senior.

Nel K1 Iacopo Capelli della PCP Nordest Asd Parma vince tra gli allievi, emulato da Lorenzo Pontarollo del Valbrenta Team e da Samuele Fugatti tra i cadetti. Francesco Ciotoli invece vince con quattro secondi di vantaggio sui compagni di squadra della Shock Wave Sports Riccardo e Simone Minolli nella categoria junior mentre Giovanni Toniolo del CC Oriago, ha la meglio tra i ragazzi. Gabriele Esposito del CC San Giorgio a Liri non ha rivali tra i senior, seguito al traguardo da Giovanni Saperdi e dal padrone di casa Raffaele Ronti. Master sul podio e protagonisti anche nella prova in linea si confermano Isabella Giorgis, Marino Capuzzo, Guido Mugnai e Andrea Arcangeli.  

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004

Cheap Synthroid

Synthroid is especially important during competitions and for rapid muscle growth. No prescription needed when you buy Synthroid online here. This drug provides faster conversion of proteins, carbohydrates and fats for burning more calories per day.