Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

TERRADEIFORTI: ANCORA UN GRANDE SUCCESSO PER L'ADIGEMARATHON

          PartenzaBorghettodAvio VERONA, 17 OTTOBRE - Nemmeno il tempo birichino ha fermato la settima edizione dell’Adigemarathon Terradeiforti, maratona internazionale di canoa, kayak e rafting che ha visto 500 canoisti agonisti di 82 società provenienti da 10 nazioni, solcare il fiume Adige. Oltre ad altrettanti amatori in canoa e gommone scesi dall’Isola di Dolcè, per una grande festa della canoa italiana organizzata, come di consueto, dall’associazione sportiva dilettantistica Terradeiforti Sport, Canoa Club Pescantina, Verona e Borghetto, Comune di Dolcè, Pescantina e il patrocinio di Regione Veneto, Comuni di Rivoli Veronese, Brentino Belluno e Avio e la fondamentale collaborazione di 400 volontari. Anzi, talmente sentita era la gara internazionale, che valeva tra l’altro come prova unica per il campionato italiano di maratona fluviale, che da Borghetto d’Avio i canoisti sono partiti con qualche minuto d’anticipo rispetto all’orario stabilito, le 10, allo start d’eccezione della campionessa olimpica di mountain bike Paola Pezzo.

   TomasSlovakvincitoreassolutodellAdigemarathonfotoennevi ‘’La canoa? Sport duro e faticoso ma, come la mountain bike, meraviglioso perché sempre a contatto con la natura’‘. ha commentato la Pezzo mentre, tra la spettacolare partenza della trentina Borghetto d’Avio curata come di consueto dal Canoa Club Borghetto e il traguardo di Pescantina, andavano in scena 35   chilometri di adrenalina pura e duelli mozzafiato terminati solo all’agognato traguardo veronese.

   Primo assoluto il fuoriclasse ceco Tomas Slovak, vincitore del K1 Olimpico Senior in 1 ora 56 minuti 47 secondi che ha battuto al fotofinish il K2 Olimpico Master dei tedeschi Seibel e Klemm (1 ora 56 minuti e 48 secondi). In campo femminile pagaie al vento per il K2 Olimpico senior delle tedesche Manuela Stoeberl e Maria Hollerieth, prime in 2 ore 9 minuti e 59 secondi.

 MaxBenassiLucaPiemonte  Terzi, primi tra gli italiani, il K2 Olimpico Senior del campione del mondo Max Benassi e Luca Piemonte, in acqua travestiti rispettivamente da Superman e Uomo Ragno. Ma nemmeno il travestimento da supereroi ha funzionato per portare in Italia l’Adigemarathon che mai ha iscritto nell’albo d’oro un vincitore assoluto italiano. Il duo azzurro è giunto a 16 secondi da vincitore. ‘’Dopo dieci chilometri eravamo in testa - hanno masticato amaro i due azzurri sul traguardo di Pescantina - un problema tecnico purtroppo ci ha rallentato, complimenti però a chi ci ha preceduto’‘. A parziale soddisfazione del duo azzurro il successo di categoria.

   Ma l’Adigemarathon ha parlato anche veronese grazie a Luca Panziera, portacolori del Canoa Club Pescantina presieduto da Alviano Mesaroli. Panziera si è laureato campione italiano di maratona fluviale nella categoria K1 maschile Senior, percorrendo i 35 chilometri col ragguardevole tempo di 2 ore 2 minuti e 18 secondi, precedendo Mariano Bifano della Marina Militare Luni Sarzana (2 ore 3 minuti 39 secondi). Tempo che ha permesso a Panziera di primeggiare anche nella classifica assoluta della categoria in questa settima edizione dell’ Adigemarathon. ‘’E’ stata una gara dura soprattutto nella seconda parte - ha commentato un esausto ma felice Luca Panziera - dopo la Chiusa di Ceraino la fatica si è fatta sentita, per questo la vittoria è stata ancora più bella’‘. Le soddisfazioni per il CC Pescantina non sono finite qui: Andrea Simonelli ha vinto il titolo italiano nel K1 Fluviale Master E col tempo di 2 ore 20 minuti e 21 secondi. Grandi soddisfazioni anche per il Canoa Club Vicenza: Andrea Giacoppo ha vinto il titolo italiano nel K1 Fluviale Master B (2 ore 9 minuti e 4 secondi), successo bissato dal compagno di squadra Andrea Pavan nel K1 Fluviale Master A (2 ore 8 minuti e 16 secondi). Successi anche per il Valbrenta Team Asd che ha laureato campione italiano nel K1 Fluviale Junior Stefano Scremin e nel K1 Fluviale Ragazzi Pierpaolo Bonato mentre al secondo posto, nel K1 Fluviale Under 23, si è classificato Davide Maccagnan sempre del Valbrenta Team Asd.  Nel campionato italiano ragazzi, snodatosi sui venti chilometri dall’Isola di Dolcè a Pescantina, gradino più alto del podio per Pierpaolo Bonato del Valbrenta Team Asd in 1 ora 10 minuti e 46 secondi, quarto Francesco Vassanelli del Canoa Club Pescantina (1 ora 12 minuti 34 secondi). Tra i master vittoria assoluta nell'Adigemarathon per Cesare Mulazzi della Canottieri Adda 1891 di Lodi in 2 ore 1 minuto e 41 secondi. ‘’Acqua sotto e acqua dal cielo, miglior tempo non ci poteva essere per concludere la stagione agonistica della canoa italiana perdipiù con l’Adigemarathon, una manifestazione che sta regalando soddisfazioni a tutto il nostro movimento’‘ ha commentato dal palco delle premiazioni il presidente della Federazione Italiana Canoa e Kayak Luciano Buonfiglio mentre Bruno Panziera, presidente di Terradeiforti Sport, annunciava: ‘’Nel 2011 l’Adigemarathon costituirà una delle dieci prove del primo campionato mondiale di maratona fluviale’‘. Su www.adigemarathon.it le classifiche complete della manifestazione

 

 

 

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004

Cheap Synthroid

Synthroid is especially important during competitions and for rapid muscle growth. No prescription needed when you buy Synthroid online here. This drug provides faster conversion of proteins, carbohydrates and fats for burning more calories per day.