Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

DRAGONBOAT: DOMINIO PER LA TICINO PAVIA AD AURONZO DI CADORE

Leggi dopo db05 equipaggiLa Canottieri Ticino Pavia detta legge sulle acque del lago di Santa Caterina e, dopo gli ori nei 200 metri Open e nei 200 Misto, conquista anche il titolo italiano nei 2000 Misto e nei 500 Open e Misto. La Canottieri Albalonga s’impone invece nei 500 Femminile. Questi i 4 titoli di “Campioni d’Italia 2013” assegnati nella seconda delle due giornate di gare dei Campionati Italiani Assoluti di dragon boat, svoltisi ad Auronzo di Cadore (Belluno). Un ritorno agonistico ai piedi delle Dolomiti che ha regalato spettacolo ed emozione, con sfide tiratissime e vittorie conquistate con scarti davvero minimi.
 
Nelle acque del lago di Santa Caterina è sceso il meglio del dragon boat italiano, come dimostrato dall’equilibrio delle sfide (ottimo esordio per i nuovi blocchi di partenza automatici) quasi tutte decise al fotofinish con i Cronometristi di Venezia chiamati davvero agli straordinari.
In mattinata, dopo le semifinali (cui non ha preso parte la Canottieri Firenze, ritiratasi), sono saliti alla ribalta una quarantina di ragazzi tra gli 11 e i 14 anni delle scuole medie dell’Istituto Comprensivo di Auronzo e Lozzo di Cadore, i quali si sono sfidati in una doppia manche a bordo di tre dragon boat: «L’iniziativa dimostrativa, dall’evidente scopo promozionale volendo favorire la crescita dell’approccio di gruppo – spiega l’insegnante Gian Pietro Denicu – ha chiuso un percorso che ha coinvolto i giovani durante tutto l’anno scolastico. Per prendere confidenza con l’acqua i ragazzi hanno dapprima nuotato in piscina, quindi in palestra hanno imparato a pagaiare a secco, infine ognuno ha trovato il proprio posto sui dragon boat. La ciliegina è stata la gita Venezia, dove gli studenti hanno pagaiato per 12 chilometri tra canali e bellezze del capoluogo lagunare. Un grazie va alle scuole, alle istituzioni e alle famiglie per aver compreso l’importanza educativa di un simile percorso che ha fatto conoscere ai ragazzi anche il “loro” lago di Santa Caterina». Nel pomeriggio una trentina di adulti si sono cimentati a loro volta con il dragon boat grazie all’iniziativa del Festival Sociale.
 
Dopo i due titoli conquistati sabato, la Canottieri Ticino Pavia ha calato il pokerissimo laureandosi campione d’Italia anche nei 500 metri Open, succedendo alla Canottieri Padova consolatasi con la prima medaglia della due-giorni; degli ultimi 50 metri i pavesi (1’59’’5) hanno respinto la risalita dell’Albalonga, seconda (2’00”1) davanti al team padovano (2’01”09). Subito dopo nella 500 Misto stesso epilogo e un podio in fotocopia: 1° Canottieri Ticino Pavia (2’05’’34), 2° Canottieri Comunali Albalonga (2’07’’1), 3° Canottieri Padova (2’08’’8).
«Dopo i due ori della prima giornata c’era il rischio subentrasse un po’ di appagamento, quindi è bello poter dire che il gruppo ha trovato invece grandi stimoli – il commento finale del capitano pavese Lorenzo Schieroni, che svela – Alla vigilia avevano scommesso che vincendo 4 titoli mi sarei rasato i capelli a zero, mai una scommessa persa fu più dolce. Anzi la soddisfazione è enorme soprattutto per il titolo sui 2.000 metri. Battute a parte siamo orgogliosi perché il livello della  competizione è stato altissimo. Avevamo ottime sensazioni e i risultati ci hanno premiati».
 
Dopo aver dominato sulle distanze brevi, la Canottieri Ticino Pavia da ultimo si è imposta anche sul fondo laureandosi campione d’Italia nei 2000 metri Misto. Nonostante la stanchezza un ultimo exploit eccezionale per i pavese, ancora davanti ad Albalonga e Sabaudia, anche se con distacchi più marcati rispetto alla gara di sabato sui 2000 Open. Nella 500 Femminile, infine, passerella per la Canottieri Albalonga (complice il ritiro della Toscolano Maderno), società più medagliata della kermesse seppur alle spalle della Ticino Pavia per numero di medaglie d’oro.
 
Tutti verdetti dei Campionati Italiani Assoluti di dragon boat 2013:
gare del 29 giugno
-          200 metri Open: 1° Canottieri Ticino Pavia (47”9), 2° Canottieri Comunali Albalonga (48”3), 3° Punta Sorresca Sabaudia (48”8), 4° Canottieri Padova (49”4), 5° La Darsena Bardolino (51”2), 6° Canottieri Firenze (51”7), 7° Idroscaloclub Milano (51”9).
-          200 metri Misto: 1° Canottieri Ticino Pavia (49”7), 2° Canottieri Comunali Albalonga (50”1), 3° Punta Sorresca Sabaudia (51”4), 4° La Darsena Bardolino (51’’7), 5° Canottieri Padova (53’’6), 6° Toscolano Maderno (54’’).
-          200 metri Femminile: 1° Canottieri Comunale Albalonga (59’’1), 2° Toscolano Maderno (59’’9).
-          2.000 metri Open: 1° Canottieri Comunali Albalonga (9’28”2), Punta Sorresca Sabaudia (9’29”6), 3° Canottieri Ticino Pavia (9’30”6), 4° Canottieri Padova (90’44’’2), 5° Idroscaloclub Milano (10’01’’6), 6° Canottieri Firenze (10’11’’7).
-          2.000 metri Femminile: 1° Canottieri Comunali Albalonga.
gare del 30 giugno
-          500 metri Open: 1° Canottieri Ticino Pavia (1’59’’5), 2° Canottieri Comunali Albalonga (2’00’’1), 3° Canottieri Padova (2’01’’01), 4° Punta Sorresca Sabaudia (2’01’’7), 5° Idroscaloclub Milano (2’07”5), 6° La Darsena Bardolino (2’07”7).
-          500 metri Misto: 1° Canottieri Ticino Pavia (2’05’’34), 2° Canottieri Comunali Albalonga (2’07’’1), 3° Canottieri Padova (2’08’’8), 4° Punta Sorresca Sabaudia (2’09’2), 5° Toscolano Maderno (2’13’33), 6° La Darsena Bardolino (2’13’’39).
-          2000 metri Misto: 1° Canottieri Ticino Pavia (9’50’’4), 2° Canottieri Comunali Albalonga (90’56’’2), 3° Punta Sorresca Sabaudia (10’11’3), 4° Canottieri Padova (10’25’’9), 5° La Darsena Bardolino (10’30’’4), 6° Toscolano Maderno (10’32’1).
-          500 metri Femminile: 1° Canottieri Albalonga.
 
Il medagliere
-          1° Canottieri Ticino Pavia 6 (5 ori, 1 bronzo); 2° Canottieri Comunali Albalonga 9 (4 ori, 5 argenti); 3° Punta Sorresca Sabaudia 4 (1 argento, 3 bronzi); 4° Toscolano Maderno 1 (1 argento); 5° Canottieri Padova 2 (2 bronzi).
 
Nel prossimo weekend secondo grande appuntamento con la “velocità sull’acqua” sul lago di Santa Caterina: oltre 500 atleti il 6-7 luglio per le Gare Nazionali e Internazionali di canoa. Entrambi gli eventi organizzati da Venice Canoe & Dragon Boat sotto l’egida della Federazione Italiana Canoa Kayak, in sinergia con Comune di Auronzo e Consorzio Turistico Auronzo-Misurina.
 
N.B. – In allegato alcune foto della seconda giornata (credits Filippo Peruz).
 
Di seguito la rose delle società titolate nella prima e seconda giornata di gara:
ASD CANOTTIERI TICINO PAVIA – Paolo Gatti, Daniele Vecchio, Manuel Durante, Fabio Blandini, Carlo Robino, Juljan Rushaj, Roberto Barbieri, Riccardo Azzolini, Paolo Marangolo, Lorenzo Schieroni, Giovanni Vescovi, Pietro Bianchi, Marco Mantovani, Mauro Fellegara, Davide Serani, Stefano Riboni, Matteo Gemelli, Francesco Gandini, Fabio Canestrari, Elena Chiesa, Ludovica Ungaretti, Flavia Ravizza, Federica Ranzini, Michela Borfelli, Maristela Bordon, Manuela Scarpa, Anna Bendiscioli, Mario Segagni, Francesca Timi, Francesca La Forenza, Marco Vescovi, Fulvio Francia, Andrea Scianna, Giacomo Marazzato, Andrea D’Emilio.

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004