Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

CR TOSCANA: NUOVO CONSIGLIO AL LAVORO PER IL FUTURO

Leggi dopo 15259184 1278036942271586 7273409313531605988 oContinua la tornata di elezioni regionali presso i Comitati, punti nevralgici del territorio e riferimento importante per le società. Nel fine settimana, Toscana protagonista, con l’elezione del nuovo presidente ed il Consiglio Regionale di supporto per l’attività regionale, con l’assemblea tenutasi a Massarosa, presso una struttura messa a disposizione dal Comune. Al vertice, conquista la fiducia il lucchese Leonardo Di Sacco, ma già consigliere (vice-presidente) del passato Consiglio Regionale e attuale Presidente dell’ASD Mai Dire Mai, oltre che ex atleta e tecnico.

Alla riunione ha presenziato in qualità di Presidente dell'Assemblea il Vice Presidente FICK Ing. Fabiano Roma. Presenti quasi tutte le associazioni sportive canoistiche della regione. Oltre al Presidente Di Sacco, eletti in quota affiliati il Consigliere Marino Farnocchia, Presidente del CK Versilia; Rino Pagni, dirigente della Can. Arno Pisa; Vero Campaccio, tecnico e dirigente del CC Livorno alla prima esperienza in Consiglio Regionale, così come Serena Mancini, dirigente del Canoa San Miniato, anche lei new entry del gruppo. Consigliere eletto in quota atleti Giacomo Tacconi, mentre in quota tecnici è il tecnico del CC Firenze Stefano Toccafondi a rimanere in carica per il quadriennio.

“Ora ci rimboccheremo le maniche per iniziare ad impostare quello che è il lavoro prioritario” - commenta Di Sacco – “ovvero creare un ricambio generazionale valido e uniforme, lavorando a tutti i livelli (sia sportivo che dirigenziale) con i giovani, per riconfermare e mantenere le performance e i risultati agonistici ottenuti dalle società della nostra regione. Altra prprità è principale motivazione dovrà essere quella di ampliare il bacino d’azione del nostro sport, lavorando con enti, scuole e turismo, nell’ottica non solo di agonismo ma anche di promozione sportiva.”

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004