Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

LA CORTE D'APPELLO FEDERALE SI ESPRIME SUI RICORSI: LEGITTIMO IL SISTEMA DI VOTO UTILIZZATO

Leggi dopo

La Corte d'Appello Federale con decisione resa il 16 dicembre 2016 sul ricorso proposto dal sig. Antonio Rossi e su quello proposto dal sig. Daniele Scarpa ha dichiarato l'inammissibilità di entrambi i ricorsi sul tema dello scrutinio elettronico ritenendo così definitivamente accertata la legittimità del sistema di voto utilizzato per le cariche federali durante l'assemblea nazionale federale elettiva del 22 ottobre 2016 mentre  si è dichiarata incompetente a decidere su tutti gli altri motivi di impugnazione sollevati da Rossi e da Scarpa.

“Questa sentenza conferma quello che appena pochi giorni fa avevo comunicato nella nota bimestrale diramata subito dopo il consiglio - afferma il presidente federale Luciano Buonfiglio - conferma cioè la correttezza del nostro modo di operare e conferma anche la correttezza del nostro approccio alla gestione dell’assemblea. Per questioni così importanti, in assemblea, ci eravamo rivolti a vere e proprie massime autorità in materia di statuti e regolamenti come l’avvocato Antonello De Tullio e l’avvocato Federica Cavalieri a cui va il nostro ringraziamento. Dico nostro, perchè il loro lavoro è stato apprezzato non solo dal sottoscritto, ma anche da tutti i partecipanti all’assemblea. Così come il nostro ringraziamento va anche alla segreteria federale.

Non abbiamo mai avuto dubbi, da quando siamo stati eletti, e non è un caso se nel periodo di appena due mesi abbiamo già deliberato numerose decisioni importanti e scelte strategicamente fondamentali per il presente ed il futuro della canoa italiana. Scelte che in parte avevo anticipato alcuni giorni fa sempre nella nota bimestrale. Ritengo infine doveroso ringraziare l’avvocato Luisa Melara, che segue la nostra Federazione da tempo. Grazie alla professionalità e competenza che da sempre la contraddistinguono, anche in questo caso ci ha dato modo di dimostrare i fatti e il nostro operare corretto, così da arrivare al pronunciamento reso noto oggi dalla CAF".


La sentenza completa è scaricabile nella sezione Giustizia Federale del sito www.federcanoa.it

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004