Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

AUGURI SPECIALI, AZZURRI E IN CANOA, PER UNA BUONA E SERENA PASQUA A TUTTI

Leggi dopo

canoaconiglioUna Pasqua serena, in relax o pagaiando. E’quella che vogliamo augurare a tutti, attraverso i pensieri speciali di alcuni dei tecnici e atleti azzurri che abbiamo raccolto e che vi proponiamo. Per sentire come sta andando la stagione, per capire quali sono gli obiettivi futuri e per sentirci sempre più vicini a chi, pagaiando giorno dopo giorno, anche a Pasqua sarà in acqua per portare il tricolore sempre più in alto, nei campi di tutta Europa e di tutto il mondo. 

 

Luca Bellini - Capitano Italia canoa polo campione del mondo 2016: “A tutti i canoisti e le canoiste d’Italia auguro una Pasqua in serenità, possibilmente in famiglia e con l’opportunità di fermare per un attimo le pagaie e concentrarsi sugli affetti. A tutti i miei colleghi di canoa che invece saranno in raduno anche a Pasqua faccio un grande in bocca al lupo e auguro loro il meglio per questa stagione agonistica, fiducioso che il momento per stare in famiglia arriverà anche per loro. Come canoa polo siamo cresciuti e il livello superiore rispetto al passato si è già visto in questi primi appuntamenti stagionali, tra Coppa Italia e campionato. A breve torneremo a vestire con costanza anche l’azzurro per preparare al meglio i World Games; ci siamo ricaricati e compattati ancor di più anche grazie a ciò che abbiamo vissuto a Siracusa. Lavorare uniti è fondamentale e così facendo i risultati arrivano. Occhio però, non dobbiamo essere appagati. Un momento di relax per queste festività, e poi subito e nuovamente al lavoro perchè il tricolore in alto è bellissimo da vedere, ma per portarlo nuovamente al di sopra di tutti, servono impegno e determinazione”. 

 

bellibertoMichele Bertolini - Italia canoa velocità: “Partire così bene e vincere a Mantova non era nelle mie aspettative, specie guardando il nome degli avversari, lituani in primis. E invece sono soddisfatto e la sorpresa pasquale, se vogliamo, me la sono fatta in anticipo. Chiaro comunque che gli intensi allenamenti invernali avevano come obiettivo quello di essere preparato al meglio per la stagione ma andare così forte, comunque, è stato un bell’input. Oltre alla gara, mi sono anche appena laureato in economia e il periodo è stato inevitabilmente intenso; ma sono felice, a Pasqua ci alleneremo due volte tirando il fiato a pasquetta, solo per poco. Il clima qui in raduno è sereno, siamo un bel gruppo, siamo motivati e questo è solo l’inizio. Dobbiamo lavorare molto e sappiamo già cosa fare in vista degli appuntamenti internazionali; il mio obiettivo è quello di riconfermare le buone prestazioni fatte fin qui, prestazioni che mi soddisfano ma che ovviamente non mi appagano. Esco da un periodo non facile anche per l’infortunio alla spalla nel quale sono incappato la scorsa stagione; in questo periodo ho sentito molto la vicinanza della mia società che ringrazio per avermi aiutato a superare anche i momenti meno facili. E adesso sono nuovamente pronto e voglio tornare più veloce di prima; a chi vuole battermi o starmi davanti cosa rispondo? Beh - dice Michele sorridendo, ma con sguardo convinto - provate a bloccarmi con la forza, perchè in caso contrario farò di tutto per andare più veloce”.

 

Guglielmo Guerrini - Dt Italia canoa velocità: “L’augurio che voglio fare a tutti noi è quello di riuscire a compattarci sempre di più, trovando dei punti di incontro tra la base ed il gruppo di lavoro che opera attorno alle squadre nazionali affinchè si creino linguaggi e modalità comuni. Un sistema che dia a noi tecnici la necessità di essere sempre più preparati e quindi di studiare per rispondere alle esigenze degli atleti, e al sistema di base la capacità di crescere affinchè i giovani che approdano in nazionale siano sempre più preparati. Dobbiamo essere risolutori di problemi e costruttori di scenari positivi e queste prime settimane di lavoro mi hanno dato segnali positivi importanti. Sono contentissimo dello staff, dei ragazzi e delle ragazze; abbiamo grandi potenzialità, il gruppo c’è e ha voglia di lavorare e di stare bene assieme, di confrontarsi. Lo staff tecnico sta lavorando tantissimo e anche la scorsa settimana abbiamo fatto formazione martedì, giovedì e venerdì, oltre ad allenare e a seguire i ragazzi. Stiamo spingendo, riportando all’obiettivo di lavorare su parametri oggettivi partendo dalle caratteristiche soggettive di ciascun atleta. A Pasqua saremo in canoa, in allenamento, e di questo siamo felici”. 

 

guerriivaldiEttore Ivaldi - Dt Italia slalom: “Dopo tante festività pasquali trascorse all’estero quest’anno sarò in Italia ma questa sarà l’unica differenza perchè comunque, come in passato, non saremo seduti a tavola ma passeremo la Pasqua in canoa. Una fetta di “colomba” ce la concederemo tra una manche e l’altra delle prove cronometrate che andremo a vivere tra domenica e lunedì con gli allenamenti che non mancheranno. Abbiamo una cinquantina di atleti convocati e questo è il più bel regalo che potevamo farci; lavorare con le nuove generazioni da soddisfazione, così come è bello vedere i senior che crescono e che si migliorano. Le sorprese, pasquali ma non solo, sono quelle che ci arrivano quotidianamente dai ragazzi; sono entusiasti, hanno voglia di fare e di migliorarsi. A noi il compito di continuare a dar loro input stimolanti, dettagli nuovi e capaci di tenerli attivi e curiosi ad apprendere e diventare sempre più completi”.

 

Marco Mittino - Dt Italia maratona: “Sono contento per l’inizio di questa stagione perché vedo che società e atleti si stanno dedicando in modo specifico alla maratona, cosa molto importante per far si che la nostra squadra possa essere ancor più competitiva in questa stagione. La bella sorpresa  di Pasqua è arrivata dalla possibilità di allenarci e radunarci in collegiale nella località trentina di Ledro, un ulteriore raduno che ci permetterà di essere ancora più competitivi in vista dei prossimi impegni azzurri. Festeggeremo pagaiando, ed è in questo modo che voglio augurare una buona e serena Pasqua a tutti i canoisti e canoiste d’Italia”. 

 

mittimolmeDaniele Molmenti - Dt Italia slalom: “Auguro a tutti gli atleti di non perdere alcuna occasione per dimostrare il proprio valore. Durante queste festività saremo in raduno sia con le giovani speranze a Valstagna, sia con gli junior e gli under a Ivrea, seguiti pochi giorni dopo dai senior. Sarà una Pasqua attiva ed è proprio da questi collegiali che potranno avere occasioni importanti per migliorare, crescere e allenarsi nelle condizioni migliori puntando sempre più in alto. A loro dico di approfittare di tutto questo lavoro che stiamo facendo; io, Ettore e Guille stiamo lavorando costantemente per essere a disposizione degli atleti; abbiamo preso casa a Ivrea segnando un importante cambiamento rispetto al passato e la nostra presenza costante in riva alla Dora Baltea, unita al gran livello che ha oggi il canale di Ivrea, è un grande passo avanti. Siamo partiti bene, c’è un gran livello e l’abbiamo visto già dalla prima gara di Tacen; ma il lavoro da fare è ovviamente tanto e noi siamo qui, pronti, per portarlo avanti nel migliore dei modi”.

 

panapetraVladi Panato - Dt Italia discesa: “Ci siamo fatti un gran bel regalo pasquale, riuscendo ad organizzare un raduno junior a Valstagna inizialmente non previsto. E’un ulteriore momento per stare con i ragazzi e curarne la preparazione e va ad aggiungersi al gruppo che in questo weekend pasquale si allenerà a Ivrea; in tutto, tra i due centri federali, avremo una quarantina di discesisti in azione chiamati a preparare al meglio i prossimi appuntamenti internazionali. Gli europei sono dietro l’angolo o quasi e le prime selezioni sono oramai alle porte. Ecco perchè ogni giorno è importante e sfruttare al meglio queste festività pasquali per pagaiare è fondamentale. Il gruppo, ed il clima, sono positivi; e partire così dà una grande fiducia per i mesi che verranno”. 

 

Cristina Petracca - Italia canoa velocità: “Stiamo lavorando bene e qui a Mantova il clima è sereno. Pagaiare e allenarci in questo modo, con queste sensazioni, fa bene e partire con il piede giusto è importante. A Pasqua ci alleneremo sia al mattino che al pomeriggio, ci stiamo impegnando tanto e il bello è che nessuno di noi ha paura di faticare, siamo qui consapevoli del percorso che abbiamo intrapreso. Testa bassa e sotto con il lavoro insomma, senza se e senza ma. L’augurio pasquale che più mi sta a cuore? Quello alla mia famiglia, lontana fisicamente in questa Pasqua ma vicina nel cuore”.

 

Gaia Piazza, Italia canoa maratona: "Diciamo che questo è stato un inverno per me difficile dovendo conciliare allenamento e lavori! Ma grazie a colleghi, alunni, allenatori e alla mia famiglia ho avuto un grandissimo sostegno e ora vorrei ricambiare dando il meglio di me. Il mio regalo di pasqua l'ho già ricevuto ed è stata la notizia della convocazione a Shanghai per la coppa del mondo; tutto ciò per me è un grosso incentivo e mi fa ancora più piacere perché andando lì, rivedrò anche la mia migliore amica Virginia che vive proprio a Shanghai. Per il resto punto a qualificarmi per i mondiali in Sud Africa e per gli europei, obiettivi raggiungibili lavorando sodo e impegnandomi al massimo”.

 

piazzaplebaVeronica Yoko Plebani - Azzurra a Rio 2016, paracanoa: “Se nel 2016 mi ero impegnata dedicandomi completamente alla canoa, in questo 2017 ho deciso di triplicare la fatica e di provare a sfidare me stessa e gli altri anche nel triathlon. Voglio provare cose nuove, e arrivare ancor più carica a fine anno ed è per questo che tra Pasqua e pasquetta pagaierò, mi allenerò, e sarò all’Idroscalo per provare anche le sessioni di nuoto, corsa e bici. La domenica successiva mi aspettano i campionati italiani di triathlon e non voglio certo fare brutta figura. Attenzione però, in canoa continuo ad andare e lo faccio con grande impegno; a Mantova le sensazioni sono state positive anche se il tempo, ovviamente, è migliorabile. E da una come me, che dopo la paralimpiade anzichè l’anno sabbatico ha deciso di fare ancor più fatica, l’augurio è semplice ed è rivolto a tutti ed è quello di continuare a fare ciò che ci piace, con passione, divertendoci”.

 

Stefano Porcu - Dt Italia paracanoa: “Il mio augurio a tutto il mondo canoistico ma soprattutto  alla paracanoa è quello di continuare a lavorare restando uniti, con il clima che sta emergendo in questi mesi dove si è capito che pagaiando verso un obiettivo comune si ottengono i risultati. Ritengo che in un mondo quasi imperfetto come è il nostro ci siano le condizioni ideali per tendere al miglioramento, pur nella nostra imperfezione. L’inizio di questo 2017 ha registrato l’arrivo di molti nuovi ragazzi nel mondo della paracanoa; è un segnale importante perchè iniziare a 14-15 anni significa avere davanti ampi margini di miglioramento e soprattutto costruire già da ora il nucleo di atleti che in futuro andranno a comporre ed infoltire le nostre nazionali. Accanto ai nuovi, ci sono già giovani talenti che hanno allargato il gruppo dei senior e che provano a sfidare i nostri big; c’è voglia di emergere, il messaggio lanciato è passato benissimo e a questo gran lavoro ci siamo approcciati nel modo giusto, sostenuti da un bel gruppo di atleti e da un ambiente fiero di vestire la maglia azzurra”. 

 

porcuquintaMattia Quintarelli, Italia canoa discesa: “Sta andando tutto bene e dopo l’inverno passato a recuperare dall’infortunio alla spalla le sensazioni sono positive. Auguro a tutti una Pasqua di grandi allenamenti; i miei, personalmente, li affronterò accompagnato dalle note dei “Destrage” e dal loro album, uno dei miei preferiti, “A means to no end”, la giusta colonna sonora per darci la carica. Saranno allenamenti intensi tra le acque di Ivrea in un anno che per me sarà di passaggio. Compio 20 anni in questo 2017, agli europei l’obiettivo è la top five, per i mondiali vedremo più avanti quali saranno le condizioni mentre per gli iridati under 23 l’obiettivo è più importante e l’asticella, inevitabilmente, va portata più in alto. Una buona Pasqua a tutti, io torno ad allenarmi”. 

 

Rodolfo Vastola - Dt Italia canoa polo: “L’augurio pasquale che voglio rivolgere a tutti è di continuare a lavorare in maniera unita. Quando l’abbiamo fatto i risultati sono arrivati e Siracusa 2016 ne è un esempio. Il movimento ci ha già regalato una sorpresa in queste prime settimane, quella cioè di vedere un campionato già ricco di giovani e di buon livello, aspetto che ci fa sperare bene per l’immediato e per il mondiale del 2020, che torneremo a giocare in casa con grandi ambizioni. Non mi aspettavo che il lavoro fatto sui settori giovanili emergesse così rapidamente già ora ma la cosa è evidente e non possiamo che esserne felici. E al tempo stesso, partiti con slancio grazie allo straordinario mondiale di Siracusa, puntiamo a far bene e a lavorare con impegno per preparare al meglio l’appuntamento dei World Games, al quale sia gli uomini sia le donne si presenteranno al via con formazioni competitive e ambizioni importanti”. 

 

vastovinceFilippo Vincenzi - Italia canoa maratona: “La stagione sta proseguendo bene, sempre alla ricerca di prestazioni migliori e di preparazione mirata alla maratona. La prossima settimana, come ormai di consueto, ci sarà la Waterland marathon ad Amsterdam, la prima gara internazionale che aprirà la stagione di maratona. A seguire un ricco calendario di gare fra maratone e surfski mirate alla costruzione della miglior performance di resistenza. Ne approfitto per augurare una buonissima e serena pasqua ai compagni di fatiche che stanno proseguendo con la loro preparazione a Molina di Ledro. Buona pasqua a tutti".

 

wegeritaJakob Weger - Italia canoa slalom: “La qualifica per gli europei è stata la miglior sorpresa che potessi farmi per questo inizio di stagione; un inizio d’anno in cui le cose stanno andando bene e il clima in squadra, grazie anche ai raduni di Ivrea, è decisamente positivo. Essere in gruppo permette a ciascuno di noi di imparare dall’altro, di confrontarci e di stare assieme, respirando davvero aria di squadra. L’annata è ovviamente ancora lunga e ci saranno altre gare in cui spingere ulteriormente sull’acceleratore. Ma siamo pronti e determinati, convinti di aver iniziato al meglio e con il piede giusto. Ora dovremo stare attenti in questo periodo pasquale, soprattutto ad evitare di mangiare troppa cioccolata altrimenti poi andar veloci tra le paline sarà tutt’altro che facile. Scherzi a parte, che sia una buona pasqua per tutti”. 

 

E agli auguri dei nostri tecnici e atleti, si aggiungono ovviamente anche quelli del Presidente Luciano Buonfiglio, del Segretario Generale Salvatore Sanzo, del Consiglio Federale e di tutti coloro che lavorano costantemente e quotidianamente per il bene dello sport in Italia. Buona Pasqua.

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004