Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

A VILA VERDE L'ITALIA APRE LA RASSEGNA IRIDTA CON IL QUARTO POSTO DEL K2 JUNIOR ISOTTA-GIULIANO

images/IMG_2750.jpg

Primi verdetti dai campionati del mondo di canoa maratona, ospitati fino a domenica sul Faial River Beach di Vila Verde, a pochi passi dalla città portoghese di Braga. Ad aprire i giochi sono le categorie giovanili degli junior e degli under 23, con l’Italia che archivia come migliore risultato dei primi due giorni di gare il quarto posto del K2 junior femminile, argento continentale qualche mese fa a Metkovic.


Buoni nel complesso i piazzamenti conquistati fin ora dai giovani azzurri della lunga distanza, in attesa delle competizioni senior. Nella giornata di ieri, la canoa tricolore esordisce con un 6° ed un 13° posto rispettivamente per Teresa Matilde Isotta (CKC Sestese- 01:36:08.49) e per Chiara Agostinetti (UC Livornesi - 01:38:38.26), entrambe protagoniste del K1 junior femminile. Le azzurrine nei 19km di percorso hanno confermato i valori dell'europeo, in una competizione resa ancor più difficile dalla presenza delle fortissime sudafricane. Chiudono con soddisfazione una gara tirata al massimo senza errori. Il titolo rimane in casa ungherese al collo di Zsóka Csikos (01:34:39.06) che domina con assoluta autorità.


Performance di livello per l’Italia nel K2 junior femminile dove l’equipaggio azzurro di Teresa Matilde Isotta, in gara nella giornata odierna nel K2 junior femminile con la compagna di squadra Petra Giuliano, si posiziona a poche pagaiate del podio. Un 4° crono sull’01:31:23.71, a cinque secondi dal bronzo. Una lotta fino all’ultimo colpo con la barca italiana che ha dovuto cedere il podio alla coppia britannica Russel-Peters, terze con un vantaggio di soli cinque secondi. Le due ragazze, coppia d’argento all’europeo di Metkovic, si confermano un’eccellenza su cui puntare nel prossimo futuro. A vincere sono le magiare Bakò-Kohalmi, che in 01:27:53.20 portano in casa ungherese un’ulteriore oro. “Le ragazze hanno sfiorato il podio e l’Ungheria era davvero imprendibile”, ha commentato il tecnico Elena Colajanni. “Abbiamo visto una gara bellissima, di grande coraggio ed eccezionale abilità tecnica.”


Il K1 junior maschile del livornese Niccolò Neri (CC Livorno) chiude con il 20° tempo sull’01:48:52.53. Termina la prova del K2 junior maschile in 16° posizione il tandem della Comunali Firenze formato da Davide Farci e Emilio Pieraccioni (01:44:38.12). Nel K1 under 23 maschile Davide Marin (CC Aniene) chiude il percorso a metà classifica in 14° posizione, con il tempo di 02:00:23.93. Un campo di gara molto difficile e molto tecnico quello montato in acque portoghesi, con secche, tratti di acqua bassa, isolette e massi, oltre una corrente non indifferente che rende più difficile la performance di gara.


Domani spazio alla squadra senior con la fuoriclasse Gaia Piazza in gara alle 13:00 (14:00 ora italiana) sulla distanza dei 26,2 km. Chiusura delle gare in barca singola con Matteo Graziani e Filippo Vincenzi, entrambi protagonisti alle 15:30 (16:30 ora italiana) nei 29,8 km. Ultima giornata di gara domenica 9 settembre, con il gran finale dedicato al K2 senior maschile dove l’Italia schiererà in acqua Filippo Vincenzi e Alessandro Bonacina alle ore 14:30 (15:30 ora italiana), sempre sui 29,8 km.


Per ulteriori dettagli e per il programma completo, vai al sito ufficiale: http://canoemarathonportugal.com/
Risultati live: https://timetable.canoemarathonportugal.com/index.php?gmt=2&gmt2=-120
Live streaming & more: https://www.canoeicf.com/canoe-marathon-world-championships/prado-vila-verde-2018