Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

VERONICA PLEBANI, DALL'ACQUA ALLA NEVE INSEGUENDO IL SOGNO OLIMPICO

Leggi dopo

imageVeronica Yoko Plebani, atleta di punta della paracanoa femminile, ha diciotto anni da pochi giorni e per festeggiare al meglio ha deciso di regalarsi una “Olimpiade”. Sembrano lontani oramai i tempi in cui, ancora quattordicenne, ha dovuto confrontarsi con una meningite fulminante che l’ha obbligata ad adattare la sua vita. Sogna Rio in canoa, ma qualche mese fa non avrebbe mai immaginato di vestire l’azzurro di Sochi. Oltre la passione dello scivolare sull’acqua, dopo il quarto posto al Mondiale di Duisburg ottenuto con la disciplina della paracanoa nel K1 TA femminile, oggi è a Sochi, pronta a scivolare sulla neve: fa parte della delegazione dei 35 atleti italiani e gareggerà il prossimo venerdì 14 marzo nella disciplina dello snowboard, per la quale si è qualificata in Spagna meno di dieci giorni fa. E proprio oggi ha preso parte alla cerimonia dell'alzabandiera, primo momento ufficiale della paralimpiade russa:

"E'stata un'emozione grandissima, la prima di tante - ci racconta Veronica al telefono, a pochi passi dal Presidente FICK e vicepresidente CONI Luciano Buonfiglio a Sochi assieme agli azzurri - è stato fantastico e abbiamo preso parte alla nostra cerimonia assieme agli inglesi e agli americani; questi ultimi erano in tantissimi e hanno ascoltato con grande emozione il loro inno. Noi invece oltre ad ascoltarlo l'abbiamo anche cantato a squarciagola. E'stato un momento straordinario che ci prepara a queste importanti gare, siamo pronti e pronti a dare il massimo". Veronica, ora lo snowboard, ma ti aspettiamo anche in canoa vero? "Certo che si, tornerò a pagaiare ma adesso mi concentro sullo snow" ha risposto l'azzurra.

Veronica è nata a Palazzolo sull’Oglio, in provincia di Brescia, e nel 2011 è stata ricoverata d’urgenza per una meningite fulminante batterica di tipo C che le ha causato la perdita di quasi tutte le prime falangi delle dita di mani e piedi. La voglia di reagire però non le è mancata; consapevole di avere ancora mille possibilità ha trasformato la sua disabilità in vantaggio. È entrata a far parte dell'associazione «Art4Sport», nata per incentivare la pratica sportiva nei ragazzi con disabilità, ha stretto amicizia con Beatrice Vio, sua coetanea colpita dalla stessa malattia ed atleta di punta della scherma paralimpica e ha deciso nella primavera del 2012 di iniziare a pagaiare seguendo l’esempio sportivo del fratello. Analizzando le esigenze conseguenti alla malattia, come quella di non poter stare molto tempo in piedi, ha deciso di intraprendere la carriera agonistica in canoa. Iscritta al Kayak Canoa Club di Palazzolo che si trova nel suo quartiere, Mura, sulle rive del fiume Oglio, ha iniziato a vincere e non si è più fermata. 

Con la stessa forza che da sempre l’ha contraddistinta e la passione per lo snowboard che pratica d’inverno quando il fiume è troppo freddo ha realizzato il sogno di vestire l’azzurro a cinque cerchi, imparando a saltare le dune di neve così come affrontava le onde del fiume. Continuerà a “camminare” in canoa verso le spiagge dorate di Rio e a migliorarsi con le acrobazie sulla neve verso Pyeongchang 2018, consapevole che lo sport continuerà ad essere anche per lei un veicolo di integrazione, motivazione e successo. 

Congratulazioni, complimenti ed “in bocca al lupo” arrivano dal Presidente della Federcanoa Luciano Buonfiglio, dal Consiglio Federale e da tutto il mondo canoistico e non. L’obiettivo sarà far arrivare in Russia il tifo di tutta la canoa italiana fiera di essere rappresentata da Veronica ai Giochi Paralimpici. 

Oltre alla pagina Facebook, al profilo sul CIPhttp://www.comitatoparalimpico.it/sochi/snowboard.htm potete seguirla su Instagram @veronicayoko e su Twitter @Veronicay12

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004