Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

SEI MEDAGLIE PER LA PARACANOA IN COPPA DEL MONDO A MILANO. DOMANI ALTRE TRE FINALI.

Leggi dopo 10297614 10203671954862608 8522894955706039091 nPrima prova di Coppa del Mondo anche per l’Italia della paracanoa, disciplina che si sta affermando sempre di pù nel panorama internazionale in vista dell’esordio olimpico di Rio.
E’ proprio in quest’ottica che i nostri azzurri, capitanati dal tecnico Stefano Porcu, si sono misurati nel bacino di Milano, contro gli avversari e contro il cronometro.

Nelle gare odierne sono arrivate ben sei medaglie al collo di tutti gli atleti in gara. 
Nel K1 A 200mt è Salvo Ravalli a vincere con il tempo di 57.254; invece nella gara V1 TA 200mt è lo spagnolo Javier Reja ad avere la meglio su Pier Alberto Buccoliero ( 53.212) e Giuseppe di Lelio (57.564), rispettivamente argento e bronzo. Lo stesso Buccoliero bissa l’argento e sale su podio anche nella gara del K1 200mt LTA dove è invece Andrea Testa a farla da padrone con il tempo di 54.093. Andrea pistritto è invece leader nel V1 200mt in 1:04.850.

“E’ stato un primo test quello che abbiamo affrontato oggi nel bacino dell’Idroscalo. - commenta Stefano Porcu - I ragazzi devono prendere confidenza con il campo di gara che il prossimo anno sarà sede delle qualificazioni olimpiche, le prime nella storia della paracanoa. Oggi il cronometro ha dato riscontri positivi, confermandoci che siamo nella corsia giusta e ora dobbiamo solo stingere i denti e migliorare per concludere al meglio le nostre gare. Dalle gare di oggi abbiamo visto l’abbassamento  per tutti di due/tre secondi, dovuti ad un netto miglioramento durante la partenza: la loro più grande difficoltà, infatti, è la paura dei blocchi automatici e la fase di avvio dell’imbarcazione. Da ora inizierà un importante lavoro di limatura in vista delle dodici settimane che ci porteranno ai Mondiali. La consapevolezza di poter far bene c’è e starà a noi farla emergere nei due anni pre-olimpici. La cosa più eclatante è l’incremento sempre maggiore che sta avendo il nostro sport in campo paralimpico, ogni giorno arrivano telefonate da parte di atleti diversamente abili affascinati dalla disciplina, un buon segno che ci fa capire che è un settore in forte crescita e di grande attrattiva. Ora continuiamo il lavoro iniziato per regalare altre emozioni all’Italia”

Domani vedremo ancora in gara Andrea Testa e Federico Mancarella per il K1 200mt LTA, Veronica Yoko Plebani per il K1 200mt TA, Salvo Ravalli e Pier Alberto Buccoliero nel K1 200mt TA.


logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004