Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

PARACANOA, GLI AZZURRI VOLANO AI GIOCHI DI RIO

Leggi dopo paralimpiaderiofotoLa paracanoa italiana è pronta a volare a Rio; agli ordini del direttore tecnico Stefano Porcu e accompagnati dal consigliere federale Adriana Gnocchi e dai tecnici Matteo Tontodonati e Filiberto Desideri, ecco i nostri azzurri in gara alle paralimpiadi:

FEDERICO MANCARELLA - specialità KL2 ha conosciuto lo sport della canoa grazie alle lezioni che il Canoa Club Bologna organizza sul Reno per varie scuole di Casalecchio di Reno e di Bologna, quando era studente all’ultimo anno delle superiori. Classe 1992, affetto da spina bifida, ha iniziato a praticare lo sport della canoa a livello agonistico dal 2010 e si è subito inserito nella squadra di canoa polo, con la quale ha disputato il Campionato Italiano di serie B e di serie A1. Nel 2011 ha partecipato anche ai Campionati Italiani di Paracanoa Slalom dove, nonostante la poca esperienza, si classificato al 2° posto nella categoria K1 LTA Senior e nel 2012 e 2013 ha coronato uno dei suoi sogni ed diventato Campione Italiano nella stessa categoria. Dallo slalom ha poi deciso di provare con l’acqua piatta, conquistando la convocazione in azzurro. A Milano in Coppa del Mondo 2014 ha vinto l’argento nel K1 LTA 200 mentre all’europeo di Brandeburgo ha vinto il bronzo nel K1 TA 200. Nello stesso anno ha chiuso al 5° posto il mondiale di Mosca nella categoria K1 TA 200. Lo scorso anno ha chiuso al quarto posto nel KL2 200 ai mondiali di Milano. Al mondiale di Duisburg 2016 ha chiuso al sesto posto nella finale A del KL2 200 uomini. Argento europeo 2016 nella finale continentale di Mosca, alle spalle dell’austriaco Markus Swoboda. 

SALVATORE RAVALLI - specialità KL1 pagaia per la Polisportiva Canottieri Catania ed è originario di Augusta; 41 anni, nel 2015 all’europeo di Racice ha chiuso con l’argento nella prova del KL1 200, nel 2013 si è laureato campione italiano nel K1 200, K1 500 e K1 1000 senior A, chiudendo invece al secondo posto nel K1 200 TA. Al mondiale 2013 nella finale del K1 200 A, l’azzurro si è classificato in ottava posizione. In sedia a rotelle in seguito ad un incidente nel 2006, Salvatore “Salvo” Ravalli è protagonista dell’iniziativa grazie alla quale ha allestito una barca a disposizione per persone con disabilità. Una barca sulla quale anche chi è in carrozzina può muoversi senza problemi. A Milano in Coppa del Mondo 2014 ha vinto l’oro nel K1 A e il bronzo nel K1 TA 200. Nel 2015 ha vinto l’argento europeo nel KL1 200 a Racice, in Repubblica Ceca, chiudendo al quinto posto nella stessa gara al mondiale di Milano. Ai mondiali 2016 di Duisburg ha chiuso al nono posto nella finale A del KL1; agli europei 2016 di Mosca ha chiuso al quarto posto in finale. 

VERONICA YOKO PLEBANI - specialità KL3 nasce l’1 marzo 1996 a Gavardo, in provincia di Brescia ed è portacolori del Kayak Canoa Club Palazzolo. Nel 2015 ha vinto il bronzo europeo a Racice nel KL3 200, nel 2013 ha chiuso al quarto posto il campionato mondiale di Duisburg nella specialità K1 200 donne a meno di due secondi dal bronzo. Nel 2014 ha partecipato con l’Italia alle Paralimpiadi invernali di Sochi nella specialità dello snowboard. Pagaia per l’Italia e per i colori del KCC Palazzolo sull’Oglio. Nonostante una forma di meningite che l’ha colpita in passato, Veronica Yoko Plebani ha saputo reagire alle avversità conquistando la maglia azzurra. A Milano in Coppa del Mondo 2014 ha vinto l’oro nel K1 TA 200 ripetendosi poi anche in Ungheria, a Szeged, con lo stesso risultato e all’europeo di Brandeburgo. Quinta ai mondiali di Milano 2015 nel KL3 200 ha vinto il bronzo, lo scorso anno, agli europei di Racice nel K1 KL3 200. Ai mondiali 2016 di Duisburg ha chiuso al quarto posto nella finale del KL3, con appena 50 centesimi di ritardo dal bronzo andato alla portacolori della Romania Mihaela Lulea. Quarta per 128 millesimi, nella finale europea del KL3 a Mosca; anche in questo caso il bronzo è andato alla Lulea. 

Link risultati mondiali ed europei dal 2013 ad oggi: http://www.canoeicf.com/competition-information-and-results

Rio paracanoa, sito ufficiale: http://www.canoeicf.com/paralympics

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004