Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

GERMANIA KO IN FINALE. L'ITALIA MASCHILE VINCE ALL'ECA CUP IN FRANCIA, ARGENTO PER L'UNDER 21

Leggi dopo fotopolookL’Italia della canoa polo torna da Thury Harcourt con indicazioni importanti ma soprattutto con la vittoria della tappa francese di Eca Cup per la nazionale senior maschile, con l’argento nell’under 21 maschile, il quarto posto nella senior femminile e la sconfitta nella sfida per il quarto posto nell’under 21 femminile. Sul generale, dopo le tre tappe di ECA Cup di Kaniow, Mechelen e Thury è l'Under 21 maschile a conquistare il primo posto, sommando le posizioni, mentre la Senior maschile chiude seconda, alle spalle dei tedeschi e la Senior femminile terza.

Un bilancio positivo a partire dal successo della nazionale senior che in finale batte la Germania 5-2 in un match iniziato tutt’altro che positivamente, con i teutonici avanti 1-0 grazie a Richter. Assorbito il colpo, è toccato a Luca Bellini bucare la porta tedesca per il goal del pareggio, seguito poi dal 2-1 di Novara, dall’allungo sul 3-1 di Bertelloni e dai goal che vanno a blindare la vittoria messi a segno da Emanuele e dallo stesso Bertelloni. A nulla serve il secondo goal tedesco firmato da Knoop con gli azzurri che portano a casa quindi un importante risultato, caratterizzato da riscontri positivi. Arduo e sudato il successo dell’Italia in semifinale, di fronte ai padroni di casa della Francia battuti per 4-3. Transalpini trascinati dal pubblico di casa ma Italia capace di compattarsi in difesa ed essere letale in attacco; Bellini (tripletta) è assoluto protagonista con Santino che completa il poker di reti che permettono alla formazione azzurra di volare in finale nonostante le reti di Cotta, Belat e Gohier. 

Si strozza invece in gola agli azzurrini l’urlo di gioia con la Gran Bretagna che inizia bene, barcolla nella parte centrale della finalissima ma tiene sul finale. Oro per i britannici, argento di grande qualità comunque per gli azzurrini dell’under 21 che in finale cedono 6-5 a Playford e compagni. Ed è proprio il numero tre avversario a rispondere all’iniziale vantaggio di La Barbera. Massa prova ad accelerare ulteriormente per i colori italiani ma i britannici con Hammond e ancora con Playford si portano sul 3-2. Fanti si scuote e segna la doppietta personale ma Playford, Lowthorpe e Mccutcheon sigillano il successo della Gran Bretagna nonostante l’estremo tentativo, con il goal del 6-5, messo a segno da Massa. Prospetti interessanti comunque nel panorama della canoa polo italiana per quanto riguarda l’under 21, segnali che fanno indubbiamente ben sperare anche per l’imminente appuntamento che tra fine agosto e i primi di settembre animerà in maniera scoppiettante le acque siciliane di Siracusa, pronte ad ospitare il campionato del mondo di canoa polo. 

E’amara, ma comunque condita da molti aspetti positivi, anche la finale per il bronzo che la nazionale senior femminile non riesce a portare a casa. A salire sul terzo gradino del podio è la Polonia che si impone 5-4 al termine di un match molto combattuto, con Roberta Catania ad aprire le marcature per l’Italia e le polacche a pareggiare con Kulas. Landolina riporta avanti le nostre ma Katarzyna riagguanta il 2-2. Cogoni e Prestipino permettono alle azzurre di cullare per alcuni minuti il sogno vittoria grazie alle reti del momentaneo 4-3; marcature sulle quali si scatena Sachmerda, numero uno polacca che ribalta la situazione e con il 5-4 permette alla Polonia di salire sul terzo gradino del podio lasciando alle azzurre la sensazione di aver sfiorato di pochissimo il risultato da podio. Italia che in semifinale aveva ceduto alla Francia per 4-2 con Landolina e Szcepanska marcatrici in una sfida in cui le transalpine hanno sfruttato al meglio il fattore campo volando in finale (poi però persa 2-0 con le tedesche).

E infine segnali positivi e da analizzare con calma nel corso delle prossime giornate anche per la nazionale femminile under 21 che saluta Thury Harcourt con il quarto posto, chiuso dalla sconfitta per 4-2 contro la Gran Bretagna. Di Esposito e Mazzanti le reti azzurre alle quali le britanniche hanno risposto con Winterbottom, Howard e Boyce. 

Risultati nel dettaglio al link http://www.kayak-polo.info/kpmatchs.php#containor

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004