Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

SLALOM: SCHUBERT, KAUZER, RAIBA. A SOLKAN L'ITALIA SUBITO ALLE SPALLE DEI CAMPIONI MONDIALI

Leggi dopo

raibasolkan

Tra le gare di Solkan, dove l'Italia ha chiuso con sei medaglie conquistate, spicca inevitabilmente il bronzo conquistato da Omar Raiba nel K1. Per il marinaio di Viadana, in forza alla Marina Militare, una prova impegnativa sfidando a viso aperto due big della categoria, entrambi vincitori di medaglie d’oro mondiali individuali o a squadre. Parliamo infatti di Peter Kauzer, campione del mondo in carica e Sebastian Schubert, oro mondiale a squadre nel 2011, rispettivamente argento e oro davanti al nostro atleta:

“E’andata bene e il risultato mi soddisfa - afferma Raiba - la prima manche era invece andata male, ho da due settimane la canoa nuova realizzata assieme a MS Composite, la Shooter, e ho fatto alcuni errori dovuti soprattutto al non pieno controllo della coda in particolare. In seconda manche ho sistemato questi dettagli e la manche buona è venuta da se. Mi sento abbastanza bene - prosegue Raiba - non sono al top della forma visto anche il leggero infortunio alla spalla che mi ha costretto ad allenarmi pochissimo in queste tre settimane; se sono riuscito ad arrivare a questa gara in buone condizioni lo devo al team di fisioterapisti del Kinè che mi ha seguito in quest'ultimo periodo. In questi mesi mi sono allenato molto assieme a Matteo Appodia, tecnico della Marina Militare. Con lui e con i miei compagni abbiamo svolto un ottimo lavoro invernale, tra Valstagna e soprattutto Pau in Francia dove siamo stati parecchio tempo. Sia io che i miei compagni abbiamo raggiunto un ottimo livello di base per poterci confrontare con atleti di tutto il mondo ed essere protagonisti. Ora siamo a Liptovsky per preparare al meglio le selezioni. ci aspetta un ultimo mese per rifinire i dettagli. Per quanto riguarda il 2013 gli obiettivi sono tanti: prima di tutto la qualifica nella squadra nazionale, e in base a quello si cercherà di ottenere il miglior risultato possibile in ogni competizione come sempre; chiaramente l'obiettivo principale è la partecipazione al Mondiale a Praga di settembre, questa volta però da protagonista anche nella gara individuale e non solo a squadre come a Bratislava 2011.”

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004