Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

ARGENTO MONDIALE PER GIOVANNI DE GENNARO NEL K1 U23

Leggi dopo

degepodioSulle acque australiane di Penrith, in Australia, Giovanni de Gennaro conquista l'argento mondiale nel K1 under 23 dopo una semifinale sofferta e una finale incredibile. (GUARDA IL VIDEO). L'azzurro chiude in 94.29 alle spalle dell'americano Michal Smolen (93.10) e davanti al ceco Jiri Prskavec.

Giovanni, iniziamo dalla semifinale, non sono stati momenti facili per te vero? "No, assolutamente. È stata una gara stranissima, sono partito bene in semifinale ma alla porta undici in una rotazione ho sentito un male cane alle costole a sinistra. Ho recuperato una porta in retro e per il resto del percorso ho spinto per recuperare ma a ogni aggancio a sinistra mi partivano fitte di dolore. Alla fine sono entrato in finale con una prestazione modesta e con il settimo posto. Uscito dalla canoa non sapevo cosa fare, sono andato a farmi vedere dal fisioterapista ma non sapevo se sarei stato in grado di fare la finale. Non ho idea se si trattasse di uno strappo o di un dolore intercostale ma so solo che mi faceva davvero male. Abbiamo messo ghiaccio, una fasciatura e non ho mollato."

E poi è arrivata la finale, raccontaci: "Ho fatto il meglio che potevo fare contando che le rotazioni a sinistra erano una fitta unica ed erano lente. Non avrei mai pensato di prendere medaglia ma non ho fatto penalità e ho spinto nei punti dove ho potuto. Sono molto contento e orgoglioso".

Meno fortunata la giornata odierna per gli altri azzurri in gara: Zeno Ivaldi ferma il cronometro della semifinale sul 105.06 per un sedicesimo posto che non gli permette di lottare per le medaglie. 50 secondi di penalità invece tagliano fuori dalla finale l'azzurra Stefanie Horn che chiude al ventiseiesimo posto; i giudici le assegnano un salto di porta al passaggio numero 16, penalità che pregiudica irrimediabilmente il suo tentativo di accedere alla finale.

Ecco la classifica completa della finale per il K1 under 23 maschile:

1. Michal Smolen (USA) – 93.10
2. Giovanni De Gennaro (ITA) – 94.29
3. Jiri Prskavec (CZE) – 94.67 (2)
4. Martin Halcin (SLK) – 95.50
5. Simon Brus (SLO) – 95.64
6. Rafal Polaczyk (POL) – 97.57 (4)
7. Mathieu Biazizzo (FRA) – 97.77 (2)
8. Maciej Okreglak (POL) – 100.42 (2)
9. Pedro Da Silva (BRA) – 102.52 (2)
10. Jaxon Merritt (AUS) - 110.23 (6)

 

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004