Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

TERZA SELEZIONE AZZURRA A TACEN, IL C2 CAMPORESI/FERRARI DAVANTI A TUTTI, ARGENTO PER STEFANIE HORN

Leggi dopo camporesiferrariphotoSi sono chiuse nel pomeriggio a Tacen, in Slovenia, le selezioni azzurre in vista della Coppa del Mondo di canoa slalom. L’ultima occasione per tutti, con l’obiettivo di entrare nel gruppo dei convocati per prendere parte alle tappe dell’evento iridato che, assieme all’europeo, daranno la successiva possibilità di pagaiare anche al mondiale in caso di buoni risultati.

Nel C1 maschile si conferma anche oggi Roberto Colazingari, quarto tempo al traguardo in 109.87 e migliore degli azzurri che paga un ritardo di 2.16 dal croato Marinic che vince davanti agli sloveni Bozic e Lenarcic. Ottima prova anche per Pietro Camporesi che chiude con il sesto posto finale, e per Marco Babuin che entra nella top ten all’ottavo posto fermando il cronometro sul 115.89. Quarto degli italiani è Stefano Cipressi che in finale incappa in un salto di porta che lo costringe ad accontentarsi della decima posizione conclusiva. Tredicesimo posto per Raffaello Ivaldi, quattordicesimo Paolo Ceccon. 

Nel K1 maschile il migliore degli azzurri si conferma Daniele Molmenti, terzo assoluto al traguardo e primo degli italiani con un ritardo di 1.58 dal leader, lo sloveno Peter Kauzer che vince in 97.50. Sesto posto invece per Giovanni de Gennaro a 2.17 dalla vetta, ottavo Andrea Romeo che si piazza a 4.69 dalla prima posizione incappando in due secondi di penalità. Fuori dalla top ten invece gli altri con Christian de Dionigi che si ferma in quattordicesima posizione, Zeno Ivaldi in diciassettesima e Luca Colazingari in diciottesima. Più attardati Riccardo de Gennaro (22°) e Marcello Beda (23°).

Nel K1 donne è oramai una costante l’ottimo stato di forma di Stefanie Horn con l’azzurra che oggi è seconda solo alla slovena Kragelj. 110.43 il tempo della padrona di casa che precede di 4.99 l’azzurra che incappa in due secondi di penalità ma riesce comunque a finire sul podio, davanti al bronzo di Eva Tercelj; in finale, e seconda delle italiane, anche Chiara Sabattini che mette a segno un’ottima semifinale incappando poi in un salto di porta nella sfida conclusiva che la porta a chiudere al nono posto assoluto davanti, tra le altre, alla pluricampionessa austriaca Violetta Peters-Oblinger. Una bella prestazione quella della pagaiatrice della LNI Quinto a parziale riscatto della gara poco felice di ieri. Dodicesimo posto per Francesca Muscarà, diciottesima invece Eleonora Lucato.

Nella canadese biposto vincono Pietro Camporesi e Niccolò Ferrari il cui 110.31 vale il primo posto davanti agli sloveni Bozic/Taljat e ai loro connazionali Testen/Jeklin. Settimo posto per il secondo equipaggio azzurro in gara composto da Alberto Querci e Francesco Cavo, staccati di 23.44 dalla vetta.

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004