Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

AZZURRI AD UN PASSO DAL PODIO IN AUSTRALIA

Leggi dopo

azzurriaustraliaItalia ai piedi del podio con prestazioni più che confortanti a conclusione dell’Australian Open di canoa slalom, evento che al Penrith Whitwater Stadium ha aperto ufficialmente la stagione internazionale 2015. Stefano Cipressi e Stefanie Horn chiudono al quarto posto nelle rispettive gare, quinti invece Pietro Camporesi e Niccolò Ferrari nel C2.

Nel C1 maschile vince il francese Denis Gargaud Chanut in 91.91; il nostro Stefano Cipressi, bolognese in forza alla Marina Militare, chiude invece in 94.93, riscontro cronometrico che gli permette di inserirsi in quarta posizione alle spalle dell’argento Kynan Maley (Australia - 92.19) e del terzo classificato Patrik Gajarsky, slovacco, che ferma il cronometro sul 94.09.

Stesso risultato di Cipressi lo conquista nel K1 donne l’azzurra Stefanie Horn (CC Brescia) il cui 103.53 messo a segno in finale le vale la quarta posizione. L’oro va alla padrona di casa e bicampionessa mondiale Jessica Fox in 98.55; alle sue spalle la connazionale Alison Borrows (103.04) e la ceca Katerina Kudejova (103.05). Decisivi per la Horn i due secondi di penalità (così come la Kudejova) senza i quali avrebbe chiuso agevolmente sul podio. 

Quinto posto invece per la terza imbarcazione azzurra in finale, il C2 dell’Aeronautica Militare composto da Pietro Camporesi e Niccolò Ferrari. Podio tutto francese con Labarelle/Peschier davanti a Klauss/Peche e Picco/Biso. Quarto posto per i tedeschi Schroeder/Bettge, quinti gli azzurri in 105.12 con due secondi di penalità e a 6.90 dalla medaglia d’oro. 

Il team guidato dal direttore tecnico Mauro Baron rimarrà ora in Australia fino al 10 marzo; poi dieci giorni di permanenza in Italia prima di partire nuovamente, dal 22 marzo, per il secondo raduno stagionale programmato stavolta sul canale di Lee Valley, a Londra, teatro del mondiale 2015 che assegnerà nella seconda parte dell’anno i pass per i giochi olimpici di Rio de Janeiro 2016.

In foto, gli azzurri al termine della gara. Da sinistra Stefanie Horn, Stefano Cipressi, Clara Giai Pron e Zeno Ivaldi.

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004