Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

A LIPTOVSKY PRIMA GIORNATA DI QUALIFICHE. SEI I PASS AZZURRI PER LE SEMIFINALI

Leggi dopo Si apre il sipario sulla terza tappa di Coppa del Mondo a Liptovsky Mikulas, dove questa mattina gli azzurri sono scesi in acqua per le consuete manche di qualifica.  

11206940 10206595365063408 7110723045121919675 nNel C1 l’unico a centrare l’accesso in semifinale è il portacolori della Marina Militare Stefano Cipressi. L’azzurro dopo le quattro penalità della prima manche, riprova a giocarsi l’accesso alla gara di domani con la seconda discesa che conclude in quinta posizione a 100.34 con il 25° posto assoluto. Si ferma con la seconda run l’avventura del giovane veronese Raffaello Ivaldi, 20° nella seconda manche e quarantesimo assoluto in 105.62 con una penalità. Fuori dalla semifinale anche l’esordiente pagaiatore del brenta Carlo Bullo, che chiude a fondo classifica in 114.94.  

Nel K1 maschile conquistano la semifinale in prima run Omar Raiba e Zeno Ivaldi, che chiudono la qualifica rispettivamente al 22° e al 24° posto con un percorso pulito senza imperfezioni ed un distacco di circa 5 secondi e mezzo dalla prima posizione occupata oggi dal ceco Hradilek in 87.20. Fuori dai quaranta che accedono alla semifinale è Marcello Beda che si ferma nella second run al 13° posto, mancando a causa dell’errore in porta 4 le prime dieci posizioni che consentivano il ripescaggio in semifinale. 

Nel K1 femminile ottengono la semifinale le due azzurre Stefanie Horn e Chiara Sabbatini. La prima, portacolori del CC Brescia, ferma il cronometro sul 103.48 con un ritardo di 4.24 sulla leader tedesca Funk, ampliato dai 2’ di penalità ottenuti sulla porta 19. La Sabbatini, invece, nella seconda manche riesce ad occupare l’ultimo posto disponibile al passaggio in semifinale in 107.54. Nulla da fare invece per Clara Giai Pron che nella seconda run di qualifica si ferma al quattordicesimo posto attardata di 8.96 dalla leader francese Mangin.

Semifinale conquista con determinazione in prima run dagli specialisti del C2 Pietro Camporesi e Niccolò Ferrari che chiudono in quattordicesima posizione a 4.79 dai cechi Kaspar e Sindler, vincitori in 102.89.


logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004