Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

CIPRESSI SFIORA LA FINALE A LIPTOVSKY MIKULAS, DOMANI IN GARA K1 DONNE E C2

Leggi dopo cipressi antonSi chiude in Slovacchia, a Liptovsky Mikulas, la seconda giornata della terza prova di coppa del mondo di canoa slalom nella quale i padroni di casa della Slovacchia dominano nella gara del C1 grazie al tandem Martikan-Slafkovsky mentre per l’Italia, in ottica finali, non ci sono buone notizie. 

Il migliore degli azzurri, ad appena 39 centesimi dalla qualifica in finale, è Stefano Cipressi che in semifinale chiude all’undicesimo posto, il primo degli esclusi dalla lotta per le medaglie. 3.85 il suo ritardo dal leader Jonathan Marc (Francia), ma appena 39 sono i centesimi che paga dal teco Tomas Rak che occupa la decima posizione estromettendo il bolognese della Marina dalla sfida conclusiva. A vincere l’oro è stato il padrone di casa slovacco Michal Martikan che si è imposto in 95.47 sul connazionale Alexander Slafkovsky  staccato di appena due centesimi in un finale thrilling. Terzo a 1.31 il ceco Stanislav Jezek.  

“E’stata un’esperienza nuova per me - ha detto Slafkovsky a fine gara - come nel 2007 non sono arrivato qui al top ma spero di aver fatto divertire i miei connazionali con la gara odierna.”

Poca gloria per i padroni di casa invece nel K1 maschile, gara in cui gli azzurri chiudono lontani dal podio. Omar Raiba e Zeno Ivaldi infatti sono rispettivamente 33esimo e 34esimo. Il primo paga quattro secondi di penalità senza i quali avrebbe potuto migliorare il proprio piazzamento; percorso netto, ma tempo troppo alto invece per Zeno Ivaldi il cui ritardo di 12.17 gli impedisce di accedere alla finale. Chi invece in finale riesce ad entrare e a portare a casa l’oro è il francese Mathieu Biazizzo che si impone in 88.86 sul resto dei contendenti migliorando così il risultato di una settimana fa quando a Cracovia, in coppa del mondo, fu terzo alle spalle di Hradilek e Halcin. In Slovacchia è invece lui a vincere davanti proprio al ceco Vavrinec Hradilek e allo sloveno Peter Kauzer: “Ero concentrato e sono riuscito a tenere un ottimo ritmo dall’inizio alla fine, senza particolari difficoltà - ha detto Biazizzo a fine gara - pagaiare con grandi atleti aiuta e ho deciso di provare a far bene. Direi che ci sono riuscito.” Soddisfatto ovviamente anche Peter Kauzer, stoppato dal 2014 a causa di un infortunio e oggi nuovamente a medaglia: “Sono felice, nelle prime due prove di coppa del mondo ho commesso troppi errori ma stavolta sono stato più preciso. Mathieu è stato più veloce di me nella prima parte di gara ma questa medaglia mi dà molta soddisfazione e motivazione per il futuro.”

Nel C1 donne vince la britannica Mallory Franklin davanti all’austriaca Viktoria Wolffhardt e all’ucraina Viktoriia Dobrotvorska. 

Nelle prove a squadre l’Italia è undicesima nel C1 con Cipressi, Bullo e Ivaldi staccati di 67.90 dall’oro vinto dalla Slovacchia davanti a Slovenia e Polonia (per l’Italia 52 secondi di penalità per salto di porta e tocco di palina). Nel K1 Raiba, Ivaldi e Beda sono decimi con un distacco di 7.85 dall’Australia che vince l’oro davanti a Polonia e Slovenia. Nel C1 donne podio composto da Repubblica Ceca, Gran Bretagna e Francia.

Domani si chiude con K1 donne e C2, Italia in gara con Chiara Sabattini, Stefanie Horn e con il C2 Camporesi/Ferrari.

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004