Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

A KLAGENFURT BUON BOTTINO PER I GIOVANI DELLO SLALOM AZZURRO

Leggi dopo
Fine settimana di gare a Klagenfurt per il team speranze azzurre formato da alcuni tra i giovani più promettenti a livello nazionale. Una trasferta che ha fatto registrare importanti piazzamenti e una due giorni carica di ottimi spunti in vista della prossima stagione.

Tra i risultati agonistici ottenuti dai canoisti di casa nostra spiccano le vittorie di Francesca Muscarà tra le giovanissime e di Enrico Gheno, tecnico alla guida della trasferta azzurra, che ha vinto la prova tra i senior precedendo di 15 centesimi Herwig Natmessnig, austriaco e padrone di casa. Ottimo anche il terzo posto di Marcello Beda tra gli junior e di Carlo Bullo tra i C1 giovanissimi. Oltre ai convocati del team speranze azzurre non è mancata la partecipazione anche di altri atleti che si sono distinti per risultati e prestazioni. Buono allora il primo posto nel C2 senior del C2 del Gruppo Kayak Cordenons composto da Marco Babuin e Giacomo Costantino; Babuin secondo anche nel C1.

"La squadra era la stessa delle prove di Solkan e Tacen in Teen Cup, salvo qualche piccola modifica - ha sottolineato il tecnico Enrico Gheno, alla guida della spedizione azzurra a Klagenfurt - dando un'occhiata ai tempi spiccano le buone prestazioni dei giovani, con tempi molto vicini a quelli fatti segnare dagli junior. Sono aspetti confortanti e credo sia anche grazie a questo tipo di gare che la canoa di casa nostra può crescere. Amerigo Pozzato, ad esempio, era alla sua prima gara internazionale, un'esperienza che gli sarà sicuramente utile per il futuro. Tornando ai risultati agonistici è positivo il tempo dello junior Marcello Beda, molto vicino a quello dei senior e preceduto da atleti di grande valore, alcuni dei quali finalisti a Banja Luka o comunque componenti di società importanti. Buona prova anche per Francesca Muscarà; anche per lei parla il tempo, confrontandolo con le junior. Davide del Tin, nonostante la febbre, ha comunque dimostrato di essere un ottimo atleta così come sono riusciti a farsi notare Carlo e Giorgia Bullo. Il primo con un ottimo terzo posto nel settore canadese, la seconda con la capacità, alla sua terza gara internazionale, di superare qualche piccola paura grazie ad allenamenti e costanza. E'di buon auspicio il trittico di azzurri nel C1. Oltre a Bullo c'è il quarto posto di Raffaello Ivaldi e il quinto di Mandi Mandia. Credo siano segnali importanti in un settore che finalmente anche in Italia sta tornando ad avere numeri e qualità importanti."

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004