Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

BUONGIORNO LONDRA: PRIMA DEL DOPPIO ALLENAMENTO PARLA CLARA GIAI PRON

Leggi dopo

claragiaipronColazione rilassata e via, con partenza alle 10.30 dall’Hertfosdshire Village sede del ritiro azzurro, per arrivare al campo di gara di Lee Valley che per l’occasione ha subito alcune modifiche rispetto ai giorni precedenti.

Nuovi stimoli dunque, per una mattinata che inizia con il piede giusto dopo una dormita rigenerante e grazie al caffè italiano messo a disposizione da Fabrizio Didonè, tecnico azzurro e componente dello staff guidato dal dt Mauro Baron e composto anche da Tommaso Zaccaria e da Roberto d’Angelo, a Londra per questi ultimi giorni di raduno in qualità di referente del centro studi.

Doppia seduta di allenamento oggi, prima della quale abbiamo avuto modo di incontrare e parlare con un’altra giovanissima atleta italiana, protagonista ai recenti europei di Banja Luka dai quali è tornata  a casa con la medaglia d’argento. Parliamo di Clara Giai Pron, piemontese di 19 anni che solo pochi mesi fa, era maggio ed erano in corso le gare di Ivrea, uscì malconcia dalle selezioni con una spalla lussata: “In quel momento un po’di paura l’ho presa. Ero a poche settimane dalle gare importanti e dopo essermi operata la spalla destra nel 2009 a causa di un infortunio patito a Liptovsky, il timore di dover riaffrontare la stessa trafila c’è stato. Fortunatamente sono riuscita a limitare il tempo di stop e a riprendere ad allenarmi. Prima con un po’di cautela, poi pian piano sono riuscita a ritrovare fiducia, condizione e decisione. Psicologicamente non è stato facile, ma ora sono qui e mi sto godendo questo canale che sto cercando di conoscere il più possibile.”

Attenta osservatrice di ciò che anche le sue avversarie mettono in acqua durante gli allenamenti, Clara Giai Pron, sorella minore di Cristina, ricorda il suo inizio all’attività canoistica: “Inizialmente amavo molto di più lo sci. Mi ricordo che partivo il venerdì da Torino per raggiungere il confine e la Francia, località dove sciare è davvero fantastico. Poi un giorno mi chiama una mia amica e mi dice che ha visto che agli Amici del Fiume facevano provare la canoa gratis. Lì per lì ho tentennato, poi le ho detto l’ok e abbiamo provato. Ho iniziato con l’olimpica sul Po e ricordo quando scrissi a mia sorella Cristina dicendole, tutta felice, che anch’io avevo iniziato ad andare in canoa. L’avevo seguita anche ad Atene, l’ho sempre guardata, ma non è stato da subito che mi sono avvicinata a questo sport. Poi ho scoperto lo slalom e devo dire che sono contenta della scelta che ho fatto”.

Adesso Londra, primo appuntamento importante del dopo Banja Luka. E proprio di questi europei appena conclusi, Clara ha un ottimo ricordo: “Poteva essere oro ma sono comunque soddisfatta; ho mancato il primo posto per due decimi ma tutto il weekend di gare è stato in crescendo. Quando torneremo da Londra mi attende un periodo di allenamenti in Italia per poi partire verso Bratislava. La mia stagione è stata condizionata dall’infortunio. Per scelta tecnica ho saltato Tacen, la mia spalla avrebbe potuto risentirne. Ora sono più serena, anche con la scuola è andato tutto bene nonostante qualche professore non veda di buon occhio la mia attività. Ma la canoa per me è importante e con certe cose ho imparato a convivere.”

Convivere anche con i momenti no, cercando ovviamente di superarli. Durante gli allenamenti sul canale olimpico Clara ha affrontato alcuni punti difficoltosi che di volta in volta sono stati superati: “E’un canale molto bello, tanti buchi ma anche molto “gentili”, morbidi, con i quali devi giocare perché se provi a metterla sulla forza difficilmente ne esci vincitrice. L’atmosfera è bella, anche esagerata a volte. Mi fa sorridere ad esempio che i tecnici a bordo campo gara siano costretti a mettere il giubbotto salvagente; ci si prepara all’Olimpiade e allora, magari, anche queste cose fanno parte del gioco. Sono stati allenamenti piuttosto intensi, tanto che in due settimane non sono riuscita a vedere Londra. Magari venerdì sul tardo pomeriggio riusciremo a fare un giro in città, sperando ovviamente di tornarci a breve. Per quanto riguarda il mio stare in acqua, sto cercando di migliorare su alcuni punti. Sono molto determinata anche se questo a volte mi toglie spontaneità, scendo e affronto le porte in maniera poco sciolta. Lavorando come stiamo facendo in questi giorni riesco però a vedere miglioramenti costanti e questo mi dà fiducia.”

Grazie Clara, buon allenamento. Nelle prossime ore spazio ad altri due azzurri: NICCOLO’FERRARI E OMAR RAIBA.

 

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004

Cheap Synthroid

Synthroid is especially important during competitions and for rapid muscle growth. No prescription needed when you buy Synthroid online here. This drug provides faster conversion of proteins, carbohydrates and fats for burning more calories per day.

Cheap Abilify

Abilify is used to treat the symptoms of psychotic conditions such as schizophrenia and bipolar I disorder (manic depression). Buy abilify online 10mg. Free samples abilify and fast & free delivery.