Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

ROBERTO COLAZINGARI, A TU PER TU CON IL NEOCAMPIONE EUROPEO C1

Leggi dopo colazingaribanja

A pochi giorni dalla conquista del titolo europeo abbiamo scambiato alcune battute con Roberto Colazingari. Al termine della gara, telefonicamente, l’emozione gli impediva di parlare; a freddo, con la soddisfazione ancora viva dentro, i pensieri sono invece diventati materiale per l’intervista che segue.

Roberto Colazingari, da Banja Luka oltre alla medaglia cosa porti a casa di positivo?

Ho portato a casa tanta soddisfazione sia per la gara e sia per come l'ho affrontata…con tranquillità e gasato al massimo.


Ricordando la finale dell'europeo, c'è un momento in cui ti sei sentito sicuro di vincere e c'è stato invece un attimo in cui hai temuto per il peggio?

No...non mi sono mai sentito sicuro di vincere; mai, davvero. Ho temuto solo il peggio quando il mio avversario stava scendendo ma poi ho visto il tempo e mi sono tranquillizzato. Mi sono reso conto della vittoria solo quando ho visto scendere tutti i concorrenti con il mio nome che rimaneva in cima a tutti gli altri.

Sei sempre in giro per il mondo, qual'è il fiume o corso d'acqua che più ti piace e cosa ami, invece, della tua Subiaco?

Il canale che mi piace e nel quale ho fatto le mie migliori gare è Tacen; mi piace molto ed è davvero congeniale alle mie capacità; ma il mio Aniene rimane sempre il mio Aniene, è unico!


A chi dedichi l'oro europeo?

Non cè una persona a cui vorrei dedicarlo in particolare ma RINGRAZIO il mio allenatore Tommaso Zaccaria e la mia società che mi sono stati vicini e mi hanno aiutato in TUTTO sia dalla preparazione invernale sia nel pre-gara europeo. Ringrazio anche la mia famiglia che mi è stata molto vicino in questo periodo e tanti ringraziamenti vanno anche alla Federazione che in questi anni mi ha fatto crescere molto sia canoisticamente che mentalmente!!! GRAZIE DI CUORE A TUTTI…chiudo il discorso dicendo.......PISTO TUTTI ;)

E su una chiusura così, che noi non capiamo ma che crediamo, molti amici canoisti e non di Roberto capiranno, lasciamo il neocampione europeo del C1 prepararsi per il test eventi di Londra in programma tra luglio e agosto. Buone gare a tutti!

 

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004