Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

MARKKLEEBERG: AZZURRI IN FINALE NEL C2, BARON: "SEGNALI POSITIVI VERSO BRATISLAVA"

Leggi dopo
masoerobenettiSi chiude con due convincenti prestazioni azzurre la tre giorni di coppa del mondo a Markkleeberg, in Germania. Protagonisti della giornata odierna sono stati Erik Masoero, Andrea Benetti, Pietro Camporesi e Niccolò Ferrari abili ieri a qualificarsi per la finalissima del C2.

Una gara, quella dei due equipaggi azzurri, che dà fiducia per l’evidente crescita mostrata da entrambi i C2; quello targato Corpo Forestale dello Stato composto da Erik Masoero e Andrea Benetti ha chiuso con il tempo di 1:55.75, tre tocchi di palina e conseguenti sei penalità che hanno portato i due azzurri al sesto posto, a 7.46 dall’oro. 2:01.92 invece il tempo dei portacolori del CC Bologna Pietro Camporesi e Niccolò Ferrari. Anche la loro prova è stata caratterizzata da cinque tocchi di palina e conseguenti dieci secondi di penalità per un nono posto conclusivo.

Rammarico inevitabile, aldilà della positività della prova, soprattutto per Masoero/Benetti il cui tempo, esente da penalità, sarebbe bastato per salire sul secondo gradino del podio. L’oro è andato agli slovacchi Peter e Pavol Hochschorner.

“La ricerca della velocità ci porta inevitabilmente ad incappare in qualche penalità di troppo ma siamo sulla buona strada – sottolinea il ct azzurro Mauro Baron – ci sono ancora delle incertezze ma il risultato odierno è un segnale positivo per il futuro; guardando al mondiale di Bratislava abbiamo un pizzico di fiducia in più per tutto il settore della canadese, anche per i C1. Masoero e Benetti si sono comportati bene, Camporesi e Ferrari hanno gareggiato per buona parte della finale molto vicini al loro cento per cento prima di disunirsi sul finale. Sono comunque segnali di crescita. Ora proprio con i canadesi andiamo a Bratislava per un raduno di cinque giorni durante i quali migliorare ulteriormente”.

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004