Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

SLALOM: AZZURRI AD UN PASSO DALLA FINALE, DOMANI IN GARA I C2

Leggi dopo
Mattina sfortunata quella odierna, per gli slalomisti italiani impegnati a Tacen, in Slovenia, nella prima prova di coppa del mondo. Si perché Daniele Molmenti chiude all’undicesimo posto la semifinale mancando l’accesso alla finalissima per un solo decimo di secondo. L’azzurro di Pordenone paga un discusso tocco di palina alla porta numero dieci, penalità che lo porta ad accumulare 2.73 di ritardo dal leader polacco Polaczyk (1:36.43) ; penalità senza la quale avrebbe centrato l’accesso alla finalissima con il terzo tempo assoluto. Ottimo tredicesimo posto anche per Omar Raiba, marinaio di Viadana, che sfiora la finale cedendo 2.96 al leader della gara. Ventiquattresimo posto invece per Andrea Romeo, straordinario ieri in qualifica, meno brillante oggi. Si ferma in semifinale anche la cavalcata del C1 di Roberto Colazingari: l’azzurro chiude in 1:47.53, a meno di due secondi dal tempo sufficiente per entrare in finale. Stoppato in semifinale anche il cammino di Stanislav Gejdos che chiude al 30° posto.

“In gara non mi ero accorto di aver toccato alla porta dieci – dichiara Daniele Molmenti a fine gara - Pochi minuti fa ho incontrato il giudice che mi ha detto di aver visto un mio tocco con il caschetto. Peccato, in pochi se n’erano accorti ma in questo caso non si può far altro che accettare il verdetto e tornare a lavorare. Le sensazioni di oggi sono comunque positive, senza quel tocco e senza qualche piccolo errore che mi è costato ulteriori decimi avrei sicuramente centrato la finale. So di non essere al cento per cento avendo scelto di caricare comunque con la condizione fisica e proprio per questo l’undicesimo posto di oggi non mi preoccupa. Ora guardo alla prossima prova di coppa. In Francia, a L’Argentiere, tra un settimana, spero che anche la fortuna sia un po’più dalla mia parte. Oggi sono rimasto fuori dalla finale per un decimo di secondo (10° Dawson, NZL, +2,63; 11° Molmenti, ITA, +2,73), direi che le possibilità di far meglio ci sono tutte”.

Domani si torna in gara con semifinali e finali C2. L’Italia schiererà Erik Masoero/Andrea Benetti e Pietro Camporesi/Niccolò Ferrari.

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004