Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

VELOCITA': MANTOVA SALUTA GLI AZZURRI, SPETTACOLO PROTAGONISTA AL CAMPO GARA SPARAFUCILE

Leggi dopo Si è chiusa con colpi di scena e grande spettacolo la seconda prova indicativa per la canoa velocità italiana che a Mantova ha visto in azione i migliori pagaiatori azzurri. Importante far bene per poter poi così conquistare un posto nella prova di Coppa del Mondo in programma a Racice, in Repubblica Ceca, dal 14 al 20 maggio.

Nel K1 200 ottima vittoria per Manfredi Rizza (Canottieri Ticino) che in 36.15 precede al traguardo Alberto Regazzoni della Canottieri Sabazia (36.69); terzo posto, a soli dieci centesimi dall’argento, per il friulano delle Fiamme Oro Mauro Pra Floriani. Al femminile ottima conferma per Norma Murabito, siciliana del CC Aniene che chiude in 42.98 davanti a Sofia Magali Campana (Fiamme Azzurre) che ferma il cronometro a 43.61. Terzo posto per la slovena Anja Osterman (43.82), quarta invece Cristina Petracca (Marina Militare) in 43.89. Nel C1 200 Sergiu Craciun del CK Academy vince in 42.10 davanti a Mattia Roson del Canoa San Giorgio (42.14) e a Nicolae Craciun del CC Aniene (42.84); al femminile Michela Cambieri (59.21 - Cus Pavia) si impone su Tamara del Ponte (Canoa San Giorgio) e Domenica Ciciarelli (AISA Sport). Nel C2 200 il Cus Pavia la fa da padrone in 43.96 con Enrico Calvi e Mirco Daher, seguono i due equipaggi del Padova Canoa Nicola Caldon e Marco Chiarentin (44.91) e Denis Deleus e Claudio Parmeggiani (45.37) Nel K2 200 primeggiano Michele Bertolini e Matteo Florio, atleti di casa della LNI Mantova che vincono in 34.56 davanti a Carmelo La Spina e Marco Murabito (35.39 - Sportiva Tisandros) e ad Eros Argentiero e Giacomo Maimeri (36.40 - Idroscalo Club). Al femminile leadership di Silvia Vason e Ilenia Padoan (Canottieri Padova) che si impongono con il tempo di 45.68 sull’equipaggio svizzero Haudenschild Livia e Haslebacher Ramona, in terza posizione con 47.76 il secondo equipaggio della Canottieri Padova composto da Afra e Ilaria Cecchinato.

500 metri: con uno scarto di pochissimi centesimi di secondo, cronometro fermo sul 01.44 per le prime tre posizioni del K1 Senior 500 dove Antonio Scaduto ( 01.44.26 - Fiamme Gialle) precede sulla linea del fotofinish Matteo Galligani (01.44.54 CC Aniene) e Alberto Regazzoni (01.44.65 - Can. Sabazia) Nel C1 Senior i fratelli Craciun realizzano la doppietta, Sergiu (Canoa Kayak Academy) con il tempo di 01.54 conquista l’oro con un vantaggio di tre secondi sul fratello Nicolae (CC Aniene) che si “accontenta” dell’argento in un avvincente testa a testa con Luca Incollingo (Marina Militare) che sale sul terzo gradino del podio; tra le donne nel C1 al femminile Michela Cambieri (Cus Pavia) si riconferma al vertice anche nei 500, argento a Domenica Ciciarelli (AISA Sport), bronzo al San Giorgio con Tamara del Ponte. Sorprese al femminile nel K1 Senior, in prima posizione Sofia Campana (Fiamme Azzurre) che conclude il percorso a 01.58, un secondo davanti a Irene Burgo (Canoa Club Siracusa) che chiude la prestazione a 01.59, bronzo alla slovena Osterman Anja. Nel K2 Senior femminile oro alla Svizzera, argento al tandem Cecchinato/Vason della Can. Padova, bronzo a Sechi/Saba del Circolo Nautico Oristano.

Nel C1 1000, questa volta, a farla da padrone è il portacolori della Marina Militare Luca Incollingo con il tempo di 04.11, a quattro secondi da Carlo Tacchini (Pol. Verbano) che chiude a 04.15, precedendo Marco Veglianti in forza alla Polizia di Stato. Nel K1 1000 uomini, è il “solito” Maximillian Benassi che porta il tricolore in vetta al podio con il tempo di 03.36 in una gara che ha visto una copiosa partecipazione di stranieri, secondo lo sloveno Lovro Leban, terzo lo svizzero Fabio Wyss. Tra le donne spicca e si riconferma in prima posizione con 04.10 Irene Burgo (Canoa Club Siracusa), alle spalle, a meno di un secondo, l’argento di Sofia Campana (04.11), mentre il bronzo va ad Alice Fagioli (04.15), entrambe atlete del GS Fiamme Azzurre. Nelle barche multiple, sulla lunga distanza, per il K2 si impone la Svizzera con Summermatter/Domeisen, secondo posto all’equipaggio croato Luka/Crnekovic, terzo il tandem della Tirrenia Todaro Tilli/Urbani con il tempo di 03.34 che per un soffio perde l’argento. Nel C2 Calvi /Daher del Cus Pavia chiudono a 03.57 aggiudicandosi l’oro, seguiti dai ragazzi del Mergozzo Ferrarina/Strigini e dall’equipaggio del Padova Canoa che conquistano il bronzo con Deleu/Parmeggiani.

Nella Paracanoa, Andrea Biagi è oro per la categoria A Senior 200mt mentre Matteo Zerbetto per la medesima categoria nei 500mt, nel TA Senior Pier Alberto Buccoliero (Comunali Firenze) trionfa con il tempo di 00.50 nei 200mt e con il tempo di 02.13 sui 500mt davanti a Paolo Bressi e Emanuele Cattani, entrambi della Pol. Milanese Sport Disabili, società che si impone anche al femminile con Carmela Nardò sia nei 200mt che nei 500mt. Per la categoria LTA Senior 200mt domina la classifica con 44.36 Andrea Testa (Aisa Sport), argento per Federico Mancarella (ASD Canoa Club Bologna) e bronzo per Ciro Ardito (Pol. Milanese Sport Disabili); doppietta di Testa anche sulla distanza dei 500. Tra le donne nella medesima categoria su entrambe le distanze, Martina Paolini (Pol. Milanese Sport Disabili) batte di larga misura l’argento Graziella De Toffol (Idroscalo Club). Per i V1 TA sia sui 500 che sui 200 oro a Giuseppe di Lelio (Asia Sport) , seguono Andrea Toppan (Cana Club Mestre) e Andrea Pistritto (Cus Torino). Nei V1 LTA 200, Riccardo Marchesini (Idroscalo Club) si impone su Alberto Brendani (Pol. Milanese Sport Disabili), mentre nei 500 il risultato è invertito.

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004