Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

L'IDROSCALO ACCOGLIE GLI UNIVERSITARI ITALIANI

Leggi dopo 540576 3742381729532 167390102 nIl bacino dell’Idroscalo di Milano torna protagonista a due settimane dall’evento di Coppa del Mondo che ha visto le acque colorarsi di canoe da tutto il mondo. Tra sabato 17 e domenica 18 maggio toccherà anche agli studenti degli atenei italiani contendersi il titolo misurandosi nell’edizione dei Campionati Universitari di canoa e canottaggio 2014. Il capoluogo lombardo, per la prima volta, accoglierà sullo slogan “verso EXPO2015” le squadre dei Centri Sportivi Universitari italiani, con una stima di 5000 tra atleti e tecnici per dieci giorni “no stop” di discipline sportive. 

I Campionati Nazionali Universitari (CNU) sono definiti “le olimpiadi degli studenti”, la massima espressione del movimento sportivo universitario agonistico a livello nazionale, un grande momento di incontro fra gli studenti di tutte le università Italiane. I CUS (Centri Universitari Sportivi) sono ASD riconosciute dal CONI che svolgono elevata attività sportiva nell’ambito delle Federazioni e partecipano attivamente allo sviluppo di progetti in ambito scolastico (anche pre-universitario) e alla formazione di tecnici competenti associati al corso di laurea in scienze motorie. I CNU si disputano ogni anno in due fasi: a marzo i campionati invernali dove vengono disputate gare di sci e discipline della neve, a maggio quelli estivi per atletica leggera, calcio (a 5 e a 11) canoa, canottaggio, pugilato, pallacanestro, judo, karate, taekwondo, pallavolo, rugby a 7, scherma, tennis, tennistavolo, tiro a segno, lotta e tiro a volo. La partecipazione ai CNU 2014 è riservata ad atleti di qualsiasi nazionalità purché siano iscritti ad un corso di studi (laurea triennale, laurea magistrale, laurea a ciclo unico, diploma di specializzazione, dottorato di ricerca, master di I e II livello), così come previsto dall’art. 3 del DM 22/10/2004, n. 270, presso un’università italiana riconosciuta dal Ministero dell’Università e della Ricerca, nonché presso le Accademie di Belle Arti ed i Conservatori di Musica riconosciuti dallo Stato, purché in possesso del diploma di scuola superiore di secondo grado, oppure laureati nell’anno solare di svolgimento dei Campionati Nazionali Universitari. 

Per la canoa sono tanti i centri e gli atleti universitari di eccellenza sul territorio italiano: basta ricordare la medaglia conquistata alle universiadi di Kazan dallo studente pavese di ingegneria, Manfredi Rizza, lo stesso che circa dieci giorni fa ha messo al collo una medaglia di Coppa del Mondo. Tre le distanze di gara in programma: gli uomini si misureranno su 1000mt, 500mt e 200mt in barca singola e multipla, le donne solo sui 500mt e 200mt. Al maschile prevista anche la spettacolare staffetta tra K1, K2 e K4 sullo sprint dei 200mt. Le gare avranno inizio alle 8,30 di sabato con le batterie di qualificazione per poi procedere a partire dalle 15,00 con le finali e concludersi per le 11.00 di domenica con l’avvincente staffetta 200x3 (K1,K2,K4).

Non solo sport, ma anche panel di discussione e riflessione come il forum “Sport&Università” che, un appuntamento di incontro con la città, con i media e con i ricercatori delle università, i quali avranno modo di presentare i loro lavori e progetti inerenti a tematiche quali medicina, salute, alimentazione, tecnologia e management in relazione allo sport. 

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004