Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

CONCLUSO IL MONDIALE SI MOSCA: DOPO L'ORO DI BUCCOLIERO (PARACANOA), ITALIA SENZA SUSSULTI

Leggi dopo 1175220 10152130303582717 7650635221615856521 nLa canoa italiana ha concluso la sua avventura mondiale a Mosca. Dopo l'oro della paracanoa con Pier Alberto Buccoliero, nessuna medaglia per la delegazione azzurra, qualche delusione ma anche piccoli risultati che incoraggiano. Il mondiale ha visto la crescita del C2 e dei K2 maschili che tra finali A e B lottano con determinazione. Ci si aspettava forse qualcosa in più dal K4 azzurro che si accontenta con rammarico di una finale B.

Nella giornata odierna Nicolae Craciun e Daniele Santini chiudono in 03:42.849 la finale B del C2 1000, i ragazzi dovranno lavorare molto sulla distanza olimpica per cercare di diventare protagonisti nel mondiale di Milano, nonché qualificazione olimpica, il prossimo anno. Nella finale A a vincere sono i rumeni Dumitrescu e Mihalachi, specialisti della canadese biposto, già campioni mondiali a Poznan 2010 e Szeged 2011.

Dopo la delusione della mancata qualificazione in finale A, la barca ammiraglia azzurra, il K4 di Ripamonti, Ricchetti, Battelli e Crenna chiude la finale B in terza posizione con il tempo di 02:56.248. Sorpresa per i vincitori assoluti della finale A con Josef Dostal che replica la finale del K1 1000 trascinando i compagni di barca Havel, Trefil e Sterba sul podio più alto.

Sergiu Craciun mette in riga gli avversai anche nella finale B del C1 500mt. Il tempo di 01:50.520 gli da la sicurezza di esser sulla buona strada e di aver fatto un tempo degno di un posto nella massima finale. Sul podio della finale A è Queiroz Dos Santos a primeggiare, dopo la caduta sul traguardo che nei 1000mt gli ha tolto l’oro. A seguire il tedesco Brendel e il ceco Fuksa, ripetitivamente argento e bronzo.

Prima finale B conquistata per le donne con Sofia Campana e Norma Murabito che nel K2 500mt non si spingono oltre il sesto posto con il tempo di 01:46.907. A dominare la finale A sono le “solite” ungheresi Szabo e Csipes. Il livello della canoa femminile mondiale è notevolmente cresciuto e nell’anno prossimo alla qualificazione olimpica, l’Italia dovrà lavorare molto sulla mezza distanza per cercare di portare un equipaggio nelle acque di Rio. Tra le donne, per ora, sono proprio l’atleta delle Fiamme Azzurre e l’olimpionica dell’Aniene quelle che hanno meglio figurato in questo mondiale e quelle su cui si punta.

Nell’unica finale A di oggi Giulio Dressino e Matteo Torneo chiudo in ottava posizione il K2 500mt con il tempo di 01:32.044. A dominare la gara fin dalla partenza sono gli Slovacchi Vlcek e Tarr che indossano l’oro al collo con il tempo di 01:28.187 seguiti per soli 20 millesimi di secondo dagli ungheresi Dombi e Boros. Il bronzo va alla Bulgaria con Piatrushenka e Makhneu.

Sulle brevi dei 200mt nessuna finale A, ma una entusiasmante finale B con il C2 di Nicolae Craciu e Daniele Satini, i giovanissimi già protagonisti di grandi imprese, con la grinta di voler dimostrare il loro valore hanno chiuso la volata dei 200mt in prima posizione con il tempo di 36.624, degno della finale A. A vincere la finalissima davanti al pubblico di casa è stato il C2 russo di Korovashkov e Shtyl Gli specialisti del kayak, Matteo Florio e Manfredi Rizza, con il loro K2 hanno affrontato la finale B fermando il cronometro sul 31.657. Un terzo posto per gli azzurri che per un soffio hanno mancato la conquista della finale A, vinta dai servi Grujic e Novakovic. Finale C nel K1 femminile con Norma Murabito che conclude con il settimo posto in 41.843.

Le dichiarazioni di Mauro Baron
"Il K4 è andato decisamente sotto le aspettative e analizzeremo approfonditamente il tutto una volta rientrati in Italia. - commenta il DT Mauro Baron - La finale B odierna, con un parziale riscatto, è da considerare positiva ma la barca che avevamo allestito in allenamento era decisamente più veloce di quel che si è visto a Mosca. Più conferme che dubbi invece dagli equipaggi del K2 e del C2 Craciun-Santini, Torneo-Dressino e Florio-Rizza. Hanno lavorato bene e la strada è quella giusta. Anche Sergiu Craciun è stato autoritario in entrambe le finali B avvicinandosi molto ai migliori. Tanto lavoro da fare al femminile, qui gli equipaggi sono tutt'altro che definitivi; nessuna può considerarsi certa del posto così come non escludiamo che atlete rimaste a casa a Mosca possano rientrare nuovamente nel gruppo che lotterà a Milano per cercare la qualifica olimpica.”

Risultati al link: http://www.results.imas-sport.com/imas/regatta.php?competition=wettkampf_112
Video al link: https://www.youtube.com/user/CanoeKayakTV

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004

Cheap Synthroid

Synthroid is especially important during competitions and for rapid muscle growth. No prescription needed when you buy Synthroid online here. This drug provides faster conversion of proteins, carbohydrates and fats for burning more calories per day.