Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

GLI AZZURRI DELLA VELOCITÀ PROSEGUONO LA PREPARAZIONE: IL PUNTO DEL VICEPRESIDENTE ARGIOLAS

Leggi dopo

10966903 10205321518465162 1314367235 n

Gli azzurri della canoa velocità proseguono gli allenamenti tra Sabaudia, Castelgandolfo e Milano, misurandosi in una serie di prove volte a valutare i rispettivi stati di forma. Un anno chiave che ad agosto vedrà l’Italia protagonista dentro e fuori l’acqua con l’evento clou della stagione, il Mondiale di Canoa Velocità e Paracanoa, valevole come qualificazione olimpica per Rio del Janeiro 2016. L’Italia si sta preparando ad affrontare al meglio la sfida sia dal punto di vista organizzativo sia dal punto di vista prettamente agonistico.

La specialità del kayak maschile vede nelle acque di Sabaudia ben sedici atleti, alcuni già al secondo collegiale, altri inseriti nella rosa per testare e valutare le convocazioni future: Nicola Ripamonti, Albino Battelli, Giulio Dressino e Alberto Ricchetti (Fiamme Gialle), Mauro Pra Floriani (Fiamme Oro), Mattia Colombi (Corpo Forestale), Alberto Regazzoni (Canottieri Sabazia), Matteo Florio (LNI Mantova), Mauro Crenna (Sestese CK), Matteo Torneo (CKS Le Saline), Eric Buzzi (MM Nazario Sauro), Lorenzo Giannini (CC Aniene), Andrea Dal Bianco (SCL Bissolati), Ermes Bacci (UC Livornesi), Nicola Alberi (CC Comacchio) e Federico Favero (SC Padova). Sempre a Sabaudia, per la specialità della canadese maschile, pagaie in acqua per Sergiu Craciun (CK Academy), Luca Incollingo, Marco Veglianti, Pietro Repele, Daniele Santini, Davide Cestra (Fiamme Oro), Nicolae Craciun e Luca Ferraina (CC Aniene), Carlo Tacchini (CUS Pavia), Luca Rodegher e Andrea Sgaravatto (SC Padova).

“Ci stiamo sostanzialmente muovendo su tre livelli, - commenta il vicepresidente federale Andrea Argiolas - l’obiettivo immediato rimane quello di qualificare il maggior numero di barche alle olimpiadi di Rio 2016, in quanto il mondiale di Milano rappresenta una prova senza appello per qualificare le imbarcazioni lunghe ed è quindi soprattutto su quelle che dovremo far bene; per le barche corte ci saranno più opportunità invece anche grazie ai ripescaggi del prossimo anno. Le tappe di avvicinamento all’appuntamento mondiale saranno i Campionati Europei di Racice ed i Giochi Europei di Baku. La prima selezione vedrà come prima prova la gara di Castel Gandolfo del 26-29 marzo e come seconda la consueta prova internazionale di Mantova: a quest’ultima parteciperà un gruppo allargato di atleti con la maglia azzurra (selezionato in base alla prova selettiva di Castel Gandolfo) che si scontrerà con gli equipaggi dei club italiani e internazionali; i vincitori delle gare selettive prenoteranno direttamente un posto per l’Europeo di Racice che rappresenterà un primo banco di prova e la selezione per la rosa che prenderà parte ai primi Giochi Europei di Baku. Per il Campionato Mondiale di Milano, invece, verranno rimescolate tutte le carte e si ripartirà da zero: saranno delle selezioni interne (la prima settimana di luglio) composte da gare chiuse alla quale tutti coloro che vorranno mettersi alla prova avranno possibilità di iscriversi, a decretare gli equipaggi che scenderanno in acqua nel bacino dell’Idroscalo per la sfida mondiale.

Nel primo livello abbiamo quindi iniziato da subito con una base allargata di atleti rispetto a quelli dello scorso anno, con un’alta frequenza dei raduni di circa tre settimane al mese. A differenza dello scorso anno, è necessario sottolineare che rientrano nel progetto federale azzurro anche atleti che non riescono, per motivi personali e di studio, ad essere presenti in occasione di tutti i raduni previsti e per tale motivo abbiamo cercato soluzioni in comune e d’intesa con le società, fermo restando la necessità di incontrarsi almeno una volta al mese all’interno dei raduni federali. In questo primo livello i numeri sono abbastanza elevati, con una rosa media di atleti di circa 30-40 unità.

A questi numeri vanno sommati quelli degli atleti che rappresentano un obiettivo più a lungo termine. Qui entriamo nel secondo livello, attraverso un vasto coinvolgimento di quegli atleti su cui intendiamo puntare in futuro. Attraverso test federali presso i CRTT e presso le singole società abbiamo valutato in questa prima parte della stagione oltre 100 atleti da considerare come potenziali talenti da coltivare.

Il terzo livello riguarda i più giovani, ovvero le categorie Junior e Ragazzi: per i primi, rispetto al programma dello scorso anno che prevedeva due soli raduni invernali, quest’anno abbiamo deciso di cadenzare mensilmente i raduni correlati agli spostamenti sul territorio e coinvolgendo i CRTT con numerose attività territoriali interregionali. La novità assoluta la rappresenta il Progetto Talenti 2020, un percorso d’eccellenza di medio - lungo termine, che “accompagna” e supporta il giovane talento, organizzato in collaborazione con il CONI, il CERSIM e la provincia autonoma di Trento riservato alla categoria Ragazzi 2° anno. Tutte le attività giovanili hanno sempre avuto il coinvolgimento dei tecnici societari.

E’ bene ricordare - sottolinea Andrea Argiolas - che i Tecnici Federali Caldognetto, Buonfiglio e Cannone affiancati dai collaboratori societari Loddo, Gheraldini, Grillo e Ventriglia, sono supportati in ambito sanitario dal medico federale Gianni Mazzoni, da uno staff di ricercatori di fisiologia dello sport guidati dal dott. Antonio Crisafulli e dal dott. Stefano Vando, esperto nell’uso di strumentazioni di misurazione. Il compito che ci siamo preposti è quello di stimolare i tecnici ad avere fiducia nel progetto federale, coinvolgendoli attivamente nel percorso azzurro”

Tra le donne Senior e Under 23 convocate Norma Murabito e Sofia Campana (Fiamme Azzurre), che passeranno una settimana nel bacino mondiale dell’Idroscalo di Milano per poi proseguire il raduno tra Sabaudia e Castelgandolfo integrate da Federica Nolè (CC Aniene), Agata Fantini (Marina Militare), Francesca Capodimonte (Canottieri Sabazia), Francesca Genzo (S.C. Ticino), Marianna Ponziani (SC Lecco), Roberta Gennaro, Agnese Celestino (S.C. Trinacria), Maria Chiara Abis (CN Oristano), Beatrice Scartezzini (C.N. Caldonazzo) e Gaia Piazza (Sestese CK).

“Una rosa ampia che ci da la possibilità di osservare e valutare lo stato di forma delle ragazze; - sottolinea Ezio Caldognetto, tecnico federale di settore - stimolandole al confronto e cercando di fissare gli obiettivi prefissati ad inizio stagione. Si osservano trend in crescita, ma è necessario stabilizzarli attraverso un percorso di lavoro condiviso in vista di un importante appuntamento come quello mondiale e pre-olimpico, che funge da stimolo per l’intera stagione agonistica. Seguendo le linee guida della trasparenza, abbiamo voluto rendere accessibili a tutti sul sito federale i risultati dei test che effettuiamo durante i raduni, in modo tale da poter rendere partecipi anche tecnici societari del lavoro svolto e dei risultati raggiunti. Tengo a precisare che restano parte integrante della rosa azzurra anche coloro che non prendono parte ai raduni per motivi di studio, rimanendo comunque considerate atlete di interesse nazionale da parte dello staff tecnico.”

Oltre alla consueta attività nazionale, gli staff tecnici azzurri stanno effettuando una serie di valutazioni e test itineranti in ambito regionale ed interregionale, ospitati dalle strutture dei Centri di Riferimento Tecnico Territoriali, al fine di valutare meglio le eccellenze e coinvolgere attivamente le società ed i loro tecnici.

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004

Cheap Synthroid

Synthroid is especially important during competitions and for rapid muscle growth. No prescription needed when you buy Synthroid online here. This drug provides faster conversion of proteins, carbohydrates and fats for burning more calories per day.