Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

DUEMILA METRI DI VELOCITA', RESISTENZA ED EMOZIONI PER IL CAMPIONATO ITALIANO IN CAMPO CORTO

Leggi dopo Schermata 2015 03 01 alle 20.01.32Duemila metri di velocità, resistenza ed emozioni per testare la forma dei pagaiatoti italiani al termine del periodo di preparazione invernale. Il fine settimana appena concluso ha visto protagonista il lago Albano di Castelgandolfo, dove sono andati in scena i Campionati Italiani Invernali in campo corto. A dare il via alla stagione agonistica 2015 sono stati più di 400 atleti appartenenti a 54 società italiane.

“Siamo partiti “in casa”, sul campo di gara di Castel Gandolfo sede del nostro Centro Federale, con una ottima partecipazione di atleti e pubblico. Un ringraziamento particolare va doverosamente alla Regione Lazio, al Comune di Castel Gandolfo, al Comitato Regionale ed al Personale della Segreteria Federale, senza il quale l’evento non sarebbe stato possibile. - commenta a caldo il Presidente Federale Luciano Buonfiglio - Vorrei  sottolineare la puntuale preparazione tecnico-agonistica degli atleti osservata oggi sul campo di gara, ed è per questo che mi sento di ringraziare soprattutto chi coltiva i nostri talenti, ovvero tutti i tecnici societari che permettono l’alto livello delle nostre gare, lavorando in sincronia e dialogando costantemente con lo staff tecnico. Sono sicuro che continuando sulla strada intrapresa, riusciremo ad ottenere risultati gratificanti.”

Nel K1 senior maschile prima affermazione stagionale per Matteo Torneo (CK Sardegna Le Saline) che sul traguardo in 7.47.50 precede i due ragazzi del Sestese, Mauro Crenna (7.58.50) e Franceso Balsamo (7.59.30) rispettivamente argento e bronzo; lo stesso Torneo mette al collo anche il Titolo Italiano Under 23. Nel C1 Sergiu Craciun (CK Academy) scatta al traguardo in 8.55.00 battendo il giovane delle Fiamme Oro Danilo Auricchio (9.03.20) che però si aggiudica il primato tra gli U23; terzo posto per Carlo Tacchini (Cus Pavia) che conclude in 9.09.20. Al femminile doppia vittoria per la siciliana delle CC Siracusa, Irene Burgo, che in 8.51.50 bissa il titolo portandosi a casa anche il primato Under 23, battendo Stefania Cicali (Fiamme Azzurre - 9.01.30) e Anna Alberti (CC Aniene - 9.05.40). Domenica Ciciarelli (Polisporthiva Castelgandolfo) vince invece nel C1 donne. 

Per quanto riguarda gli equipaggi è il potente K2 giallo blu di Federico Urbani e Davide Marin (CC Aniene) a portare a casa il titolo tricolore in 7.29.90 lasciando alle spalle il K2 bissolatino di Bacci e Dal Bianco (Can. Leonida Bissolati); al femminile sono le sorelle Cicali in forza alle Fiamme Azzurre, Susanna e Stefania, ad aggiudicarsi il gradino più alto del podio battendo Francesca Genzo e Ilaria Ordesi della Canottieri Ticino Pavia. Nel C2 è la barca di Daniele Santini e Luca Incollingo a vince il titolo italiano (Fiamme Oro) lasciandosi alle spalle di ben 24 secondi Nicolae Craciun e Luca Ferraina (CC Aniene). 

Nella paracanoa il campione mondiale in carica Pier Alberto Buccoliero (Canottieri Comunali Firenze) si impone nella categoria K1 TA maschile in 9.55.00, Giuseppe Di Lelio della Polisporthiva Castel Gandolfo vince nel V1 TA senior maschile, podio del V1 A senior è conquistato da Andrea Pistritto (Cus Torino); Daniele Susca (CC Ferrara) è primo nel K1 LTA senior Maschile e Salvatore Ravalli (P.C. Catania) nel K1 A senior maschile.

Prestazioni eccellenti anche tra gli Junior: il siciliano Samuele Burgo (CC Aretusa) è leader indiscusso conquistando doppio titolo, nel K1 (8.06.60) e nel K2 con Benedetto Mollica (7.43.90). Fiamme Oro ardenti con la vittoria di Samuele Turcato che nel C1 junior si impone con il tempo di 09.43.20. Sara Tovo (Canoa San Giorgio) conquista il titolo nella canadese monoposto femminile. La coppia consolidata Ciboldi/Rambaldi (Can. Baldesio) in 9.06.70 batte al secondo le avversarie di categoria. Serafini/ Barbieri (Can. Padova) in 9.11.00 conquistano il podio del C2. Meshua Marigo (Ausonia) è leader di categoria nella gara del K1 femminile con il tempo di 9.33.10.


Per i giovanissimi della categoria ragazzi, il K2 è terreno di conquista per il tandem Mazzara/Spurio (CC Livorno), tra gli specialisti della canadese tocca a Di Santo e Fucci (Fiamme Oro) mettere davanti a tutti l’imponente prua del C2. Le gemelle Agostinetti (CC Livorno) in perfetta sincronia conquistano il podio del K2 femminile. Camilla Placchi (Mergozzo CC) vince il C1 femminile, mentre Davide Serafini (CC Padova) conquista l’oro al maschile. Luca Boscolo (CK Chioggia) taglia il traguardo in 8.30.00 nel K1 maschile, tra le donne è Teresa Isotta (Omegna) ad indossare l’oro. 
Per le foto, realizzate da Francesco Iacobelli, vai al link: https://www.facebook.com/media/set/?set=a.10152750318837717.1073741944.83162677716&type=1
Per tutti i risultati dettagliati vai al link http://www.federcanoa.it/risultati-on-line-1.html

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004