Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

LA FICK A FIANCO DELLA CANDIDATURA OLIMPICA DI ROMA 2024

Leggi dopo Comitato Roma 2024E’ partita la lunga corsa del sogno azzurro a cinque cerchi con l’obiettivo di portare a Roma e in Italia la più grande festa dello sport, le Olimpiadi e Paralimpiadi del 2024. In questo mese il Comitato Promotore di Roma 2024 ha avviato dei tavoli di incontro con i Presidenti, i Segretari Generali ed i vari settori (marketing, comunicazione, impiantistica) delle Federazioni Sportive Nazionali  per promuovere ed avviare una collaborazione in vista della Candidatura Olimpica che il CONI ha varato per l’assegnazione dei Giochi del 2024. A Luca Montezemolo è stata affidata la carica di Presidente del Comitato Promotore, mentre è Claudia Bugno a vestire la carica di Direttore Generale.

E’ on line da poche settimane una prima versione del sito ufficiale, visitabile al link www.2024roma.org  che nei prossimi mesi si arricchirà di contenuti volti a promuovere la candidatura. A guidare il settore comunicazione del Comitato Promotore Roma 2024, ci sarà Fabio Guadagnini che a partire dalla scorsa settimana ha avviato un ciclo di incontri con le diverse Federazioni per condividere un piano di azione univoco da veicolare attraverso i canali web e social. #WeWantRoma sarà l’hasthag ufficiale utilizzato sulle piattaforme Facebook, Twitter e Instragram, già attive sul web.

Le Olimpiadi sono un sogno che stiamo costruendo per la nostra città. Crediamo di poter organizzare in maniera seria, trasparente, delle olimpiadi all'insegna della bellezza, della cultura e della sostenibilità – ha commentato il vice presidente del Comitato Promotore di Roma 2024 e Presidente del Comitato Italiano Paralimpico Luca Pancalli - Perdere la capacità di sognare e di riemergere in considerazione di quello che stiamo vivendo significherebbe arrendersi.” (fonte www.corrieredellosport.it)

"Dobbiamo spiegare perché vogliamo portare le Olimpiadi nella nostra città. Si deve partire dal territorio, dai municipi, dalle istituzioni, dalla scuola e da chi la rappresenta. – Ha commentato Giovanni Malagò nel corso dell’incontro tenutosi con le istituzioni scolastiche - Siamo competitivi oggi, ma abbiamo bisogno di tutti. Una delle poche possibilità che abbiamo è dare una speranza alla nostra città". (fonte www.coni.it)

Bellezza, cultura, ma soprattutto, innovazione, trasparenza e sostenibilità , nel rispetto delle principali linee operative dettate dall'Agenda 2020 del CIO, che prevede un forte accento sulla legacy, ovvero l' utilizzo futuro a favore della città delle strutture utilizzate per le Olimpiadi. E’ proprio quest’ultimo punto a rivelarsi una grande opportunità per il futuro del nostro sport, attraverso un'Olimpiade che lascerebbe in eredità alla città e agli atleti impianti preziosi e sostenibili. L’occasione è quindi doppia per lo sport della canoa: l’emozione di far vivere alla città eterna lo spirito olimpico e quella di accogliere in eredità un campo d’allenamento all’avanguardia per far crescere i campioni del domani.

Roma ci crede, ma per realizzare il grande sogno ha bisogno del sostegno di chi fa, segue e vive lo sport e di tutti quelli che credono nei valori e nelle emozioni che solo un’Olimpiade può trasmettere.  Il nostro futuro è già qui tra il palcoscenico magico e ineguagliabile delle bellezze e dell’arte di Roma, immaginando i piccoli campioni di oggi in acqua a combattere per l’oro olimpico di domani. Perché, come ricorda Mattie JT Stepanek: “Anche se il futuro sembra lontano, in realtà comincia proprio adesso”.

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004