Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

ASSEGNATI I PRIMI TITOLI DEL 2017 CON IL CAMPIONATO ITALIANO INVERNALE 2.000m

Leggi dopo

Schermata 2017 03 05 alle 20.45.15Apertura di stagione, per l’acqua piatta, con i consueti duemila metri, protagonisti del Campionato italiano invernale presso la sede del rinnovato centro federale. Sulla linea di start del lago di Castel Gandolfo, bagnati da qualche goccia di pioggia, più di 500 atleti appartenenti a 57 società italiane si sono dati battaglia su un percorso in circuito lungo: un mix tra resistenza e velocità con un primo appuntamento utile per testare lo stato di forma dei pagaiatori italiani al termine del periodo di preparazione invernale.

Entrando nel dettaglio dei risultati, grandi battaglie sotto gli occhi del direttore tecnico azzurro Guglielmo Guerrini; nel K1 senior maschile prima affermazione stagionale per Samuele Burgo (CC Aretusa) che sul traguardo in 8'08"33 precede a meno di un secondo Filippo Vincenzi (CUS Milano) e Andrea Schera, rispettivamente argento in 08’09"28 e bronzo in 8’10”18; lo stesso Burgo mette al collo anche il titolo italiano under 23 di specialità.Nel C1 Carlo Tacchini (GS Fiamme Oro) non ha rivali su traguardo, segnando il crono su 8’53”03, aggiudicandosi il doppio titolo senior e under 23, battendo il compagno di squadra Davide Cestra (9’14”49); terzo posto per Mirco Daher (CUS Pavia) che conclude in 9.14.15. Al femminile doppia vittoria per la siciliana delle CC Siracusa, Irene Burgo, che in 8’56”.04 bissa il titolo portandosi a casa anche il primato under 23, battendo le sorelle Susanna e Stefania Cicali (Fiamme Azzurre), seconde e terze sul traguardo in 8’56”69 e 8’57”06. Sarah Tovo (The Core) vince invece nel C1 donne in 11’56”26, lasciando rispettivamente l’argento a Ilaria Nitti (Cus Bari) ed il bronzo a Cecilia Galeano (SC Trinacria).

Schermata 2017 03 05 alle 20.45.51Per quanto riguarda gli equipaggi è la nuova coppia formata dal K2 giallo verde di Matteo Torneo e Samuele Beccaro (Fiamme Gialle) a portare a casa il titolo tricolore in 7’26”03 lasciando alle spalle il K2 bissolatino di Andrea Dal Bianco e Marco Garavelli (Can. Leonida Bissolati); sul terzo gradino del podio sale invece il CC Firenze con Francesco Bazzani e Tommaso Freschi. Al femminile a fare la parte da leone è l’equipaggio della Marina Militare di Agata Fantini e Cristina Petracca ad aggiudicarsi il titolo italiano in 8’41”86 battendo le giovanissime fiorentine Sara Bartoli e Bianca Carnemolla (CC Firenze); in terza piazza, invece,  il nord e sud si uniscono nel K2 di Francesca Genzo e Giorgia Mollica (Canottieri Ticino Pavia). Nel C2 continua a dominare incontrastata la barca di Daniele Santini e Luca Incollingo (GS Fiamme Oro), con il titolo italiano ottenuto in 8'15"45 (GS Fiamme Oro) lasciandosi alle spalle di ben 36 secondi Nicolae Craciun e Andrea Sgaravatto (CC Aniene). Al femminile nel C2, vanno a vincere le impavide Cecilia Galeano e Giulia Chifari (SC Trinacria).

Nella paracanoa Simone Giannini (Aisa Sport) si impone nella categoria K1 KL3 senior maschile in 9’52”24, lasciando argento e bronzo al CC Mestre con Lucio Chiozzotto e Claudio Panciera. L’olimpico del K1 KL2 Federico Mancarella (Cus Bologna) taglia il traguardo in 10’18”85, primeggiando su Farias Esteban (Leonida Bissolati) e Ciustea (Aisa Sport). Giuseppe Di Lelio della Polisporthiva Castel Gandolfo vince nel V1 VL2 senior maschile davanti a Pistritto (Cus Torino) e Ngol Ndara (CC Mestre). Titolo italiano del K1 KL1 senior maschile va a Salvatore Ravalli (Pol. Can. Catania); Veronica Silvia Biglia (Cus Torino) è prima nel V1 VL2 senior femminile, mentre la vittoria del K1 KL1 senior femminile rimane a Juliet Kaine (SC Mutina). Il giovanissimo Giuseppe Cotticelli (LNI Castellamare di Stabia) colleziona un altro titolo italiano nel K1 KL2 junior maschile. Nella categoria DIR (Disabilità intelletiva e relazionale) al femminile vince l’oro Elisa Renier (CC Mestre), mentre al maschile taglia il traguardo Felice Carbone (Aisa Sport).

Prestazioni eccellenti anche tra gli Junior con il talento gradese Gianluca Pommella (SC Ausonia) leader indiscusso nel K1 in  8’23”99; lasciando alle sue spalle l’argento a Luca Boscolo (CK Chioggia) e il bronzo a Marco Borgotti (C. Intra). Boscolo, però, in coppia con Borsoi, chiudendo in 7’48”10, porta a casa il titolo nel K2. Elena Ricchiero (Can. Pavoda) è leader di categoria nella gara del K1 femminile con il tempo di 9’35”19, battendo di nove decimi Teresa Isotta (CK Sestese). Fiamme Oro ardenti con la vittoria di Francesco di Santo che nel C1 junior si impone con il tempo di 9’46”38 e in coppia con Leonardo Fucci bissa l’oro nel C2 chiudendo in 09'25"91. Camilla Placchi (Mergozzo CC) conquista il titolo nella canadese monoposto femminile. La coppia varesina formata da Teresa Isotta e Petra Giuliano (CK Sestese) in 8’49”60 batte al di circa tre secondi le sorelle Agostinetti (Can. Arno), avversarie di categoria. Francesca Zanutta e Eleonora Bianchi sono d’oro nel C2 femminile.

Nella categoria ragazzi, il K2 è terreno di conquista per il tandem Pettinari/Cardani (CK Sestese), tra gli specialisti della canadese tocca ai fratelli Ghenda (Canoa San Giorgio) mettere davanti a tutti la prua del C2.Orsini Edoardo (CC Livorno) taglia il traguardo in 8.30.00 nel K1 maschile, tra le donne è Irene Bellan (SC Ausonia) ad indossare la medaglia più preziosa. Bevilacqua e Tapetto (C. Francesco Querini) tagliano la linea d’arrivo per prime, salendo sul podio più alto del K2 femminile. Eleonora Bianchi (Canoa San Giorgio) vince il C1 femminile, mentre Szela Dawid (GS Fiamme Oro) conquista l’oro al maschile.

Giornata di gare caratterizzata inizialmente da alcuni problemi di rilevazione dei tempi cronometrici, inconveniente che ha rallentato la manifestazione per alcuni minuti; una volta risolto il problema la gara è ripresa senza ulteriori intoppi fino alla fine, eccezion fatta per la dovuta sospensione a causa delle condizioni meteo che hanno spinto gli organizzatori, a tutela degli atleti, a fermare l'evento odierno per due ore; spuntato nuovamente il sole, i pagaiatori sono così potuti tornare in acqua per chiudere al meglio la giornata. 

Schermata 2017 03 05 alle 21.06.58Un evento che nonostante le difficoltà si è chiuso con “l’arcobaleno”, e non solo in senso figurato. Fondamentale è stato il supporto di tutti, atleti e allenatori, ufficiali di gara, consiglieri, personale federale, genitori e supporter, che seppur in difficili condizioni hanno contribuito alla migliore riuscita della prima giornata di gare della stagione, mettendo in campo sinergia e collaborazione per superare le criticità e assegnare i primi titoli nazionali del 2017.

Risultati nel dettaglio disponibili al link http://www.federcanoa.it/risultati-on-line-1.html

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004