Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

JOSEFA IDEM: "TORNO A SIVIGLIA PER PREPARARMI AL MEGLIO"

Leggi dopo

idemmuscoliUna settimana di routine casalinga per Josefa Idem, rientrata da Siviglia ma già pronta a ripartire per la città andalusa dove si fermerà stavolta fino al prossimo 6 aprile. Giusto il tempo di riassaporare il clima della sua Santerno dove ha proseguito gli allenamenti nella struttura della Standiana e delle strutture della Canottieri Ravenna ed è già tempo di tornare in Spagna dove inizierà il secondo periodo di preparazione per arrivare in condizione agli appuntamenti di inizio stagione:

“Dal 18 al 20 maggio ci sarà la coppa del mondo a Poznan, il weekend successivo saremo a Duisburg per poi affrontare gli europei in programma a Zagabria dal 22 al 24 giugno – sottolinea Josefa Idem – una volta chiusa la rassegna continentale mi trasferirò in altura, in Val Senales, per tre settimane. Periodo intenso ed importante per arrivare nella migliore condizione alle gare a cinque cerchi.” Uno sguardo all’immediato futuro senza però dimenticare il presente, caratterizzato da altre pagaiate in terra andalusa: “A Siviglia l’ambiente ed il clima sono ideali – sottolinea Guglielmo Guerrini, allenatore e marito dell’azzurra – nel centro sportivo dove ci alleniamo siamo a contatto quotidiano con canoisti e canottieri di tutto il mondo, ma anche calciatori e giocatori di basket. C’è un clima in cui si respira aria di grande professionalità. Assieme a Sefi poi pagaiano tante altre sue dirette avversarie e questo aiuta l’attivazione psichica e la costante sollecitazione in fatto di motivazione. Sono a Siviglia la finlandese Anne Rikala, la tedesca Nicole Reinhardt e tante altre campionesse, dirette nostre competitor.”

Una preparazione studiata nei minimi dettagli e che dopo Pechino si è ulteriormente affinata grazie ad alcune innovazioni importanti: “Dopo l’Olimpiade cinese abbiamo realizzato una seconda palestra qui a Santerno – continua Guerrini – e ci siamo avvalsi di uno staff vero e proprio con fisioterapista, dietologo, psicologo e agente. Persone fidate che collaborano con noi e si interfacciano con lo staff della nazionale. Un team di esperti con competenze e peculiarità che ci stanno aiutando in questa avventura.” Un’avventura che come oramai da tradizione non porterà Josefa Idem a vedere con anticipo il campo gara sul quale si svolgeranno le gare olimpiche: “L’abbiamo fatto solo una volta, a Barcellona, e non andò bene – conclude Guerrini – per scaramanzia e perché comunque lo conosciamo, non andremo a Londra prima dell’Olimpiade. Sappiamo che è un bacino “pericoloso” ma che al tempo stesso può diventare favorevole. Gli ultimi trecento metri potrebbero avvantaggiare chi sta nelle corsie 1-2-3 con un tempo più basso anche di due-tre secondi. Tutti discorsi ovviamente sulla carta; la realtà è che Sefi è pronta a giocarsi tutte le carte a disposizione.”  Josefa Idem e Guglielmo Guerrini sono stati ospiti dell'Università Pablo de Olavide di Siviglia. Nel corso della 'libera chiacchierata' con gli studenti, l'atleta italiana ha parlato dei valori dello sport d'elite e come conciliare vita familiare e vita sportiva di alto livello. Un’iniziativa raccontata, assieme a tante altre, all’interno del nuovo sito della campionessa www.mitica.eu

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004