Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

ROAD TO WCH: LA VELOCITA'GUARDA VERSO SZEGED

Leggi dopo
velocitaA Szeged tornano i mondiali di velocità dopo che il bacino magiaro li aveva già ospitati in altre due occasioni ovvero nel 1998 e nel 2006. Quest’anno, come oramai da qualche tempo nel mondo della velocità, i campionati mondiali riserveranno nuovamente lo spettacolo delle prove sui 200 metri, oggi più che mai fondamentale in vista dell’Olimpiade di Londra, la prima che assegnerà medaglie a cinque cerchi su questa distanza. Tra il 17 ed il 21 agosto kayakers e specialisti della canadese, compresi anche gli interpreti della paracanoa, si misureranno per andare a caccia peraltro delle qualificazioni olimpiche.
2400 metri di lunghezza per 122 di larghezza rappresentano numeri importanti per il bacino magiaro situato due chilometri a sud di Szeged. Qui, nel 2006, i padroni di casa dell’Ungheria si dimostrarono autentici dominatori dell’evento con dodici medaglie d’oro, due d’argento e quattro di bronzo. Alle loro spalle la Germania, potenza della canoa velocità che da quell’evento trovò forza e determinazione per migliorarsi e salire al primo posto nel medagliere nelle successive tre edizioni dei giochi iridati. Tornando a Szeged 2006 non si possono dimenticare gare epiche come quella che nel C1 1000 vide il fenomenale tedesco Andreas Dittmer arrendersi alla prepotenza del messicano Everardo Cristobal. O come quelle del settore femminile con le ungheresi che vinsero tutte le gare, nove medaglie d’oro, galvanizzate da Dalma Benedek, Natasa Janics, Katalin Kovacs e da un gruppo di giovani pagaiatrici ancora oggi sulla cresta dell’onda. Alle loro spalle, unica medaglia per l’Italia in quell’occasione, si piazzò Josefa Idem, argento nel K1 500 proprio alle spalle della Benedek. Quella stessa Idem che contribuì otto anni prima a portare l’Italia al quarto posto del medagliere alle spalle di Ungheria, Germania e Russia grazie a tre medaglie: oro nei 1000, argento nei 200 e bronzo nei 500. Nel 1998, prima edizione dei mondiali ospitata a Szeged, gli azzurri chiusero con due ori, tre argenti ed un bronzo. Erano gli anni in cui Antonio Rossi e Luca Negri vincevano sul K2 1000, in cui lo stesso Negri con Beniamino Bonomi chiuse al secondo posto nel K2 500; fu l’anno in cui il K4 azzurro Rossi-Bonomi-Negri e Ivano Lussignoli si piazzò secondo nei 200 alle spalle dell’Ungheria.

 

logo-fick-negativo


FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK
Viale Tiziano 70 - 00196 ROMA.

P.I 01455281004

Cheap Synthroid

Synthroid is especially important during competitions and for rapid muscle growth. No prescription needed when you buy Synthroid online here. This drug provides faster conversion of proteins, carbohydrates and fats for burning more calories per day.

Cheap Abilify

Abilify is used to treat the symptoms of psychotic conditions such as schizophrenia and bipolar I disorder (manic depression). Buy abilify online 10mg. Free samples abilify and fast & free delivery.