Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

TOKYO 2020: I "FANTASTICI 4" IN ACQUA CONTRO IL GHOTA DELLA PARACANOA

images/2021_news/slalom_2021/large/PARA.jpg
GIOCHI PARALIMPICI

Tutto pronto al Sea Forest Waterway dove questa notte prenderanno il via le batterie di qualificazione dei Giochi Paralimpici di Tokyo 2020. L’talia della paracanoa potrà contare su quattro atleti in gara, il primo classificato di ciascuna batteria accede direttamente in finale, gli altri dovranno passare attraverso le semifinali. 

La prima a scendere in acqua sarà Veronica Biglia (CUS Torino) nella prima batterie del VL2 200 metri programmata alle ore 2.40 in italia. Per l’atleta piemontese, classe ’88, le insidie principali arrivano dalla britannica Emma Wiggs, campionessa iridata 2018-2019, ma anche dalla campionessa europea in carica, la russa Maria Nikiforova, oltre all’australiana vice campionessa del mondo, Susan Seipel.

Federico Mancarella (Canoe Club Bologna) occuperà la corsia numero quattro nella prima a batterie del KL2 200 alle ore 2.50. Forte dell’esperienza maturata con il 5° posto di Rio de Janeiro il bolognese, classe 1992, arriva all’appuntamento Paralimpico con risultati di prestigio: nel 2019 ha conquistato la medaglia d’argento ai Mondiali e in coppa del mondo, oltre al bronzo agli Europei. Quest’anno a Poznan, in Polonia, nella rassegna continentale si è presentato dopo la pandemia conquistando subito la medaglia di bronzo. Dovrà affrontare l’imbattuto campione di Rio Curtis McGrath, l’australiano ha vinto il titolo mondiale negli ultimi quattro anni. L’austriaco Markus Swoboda ha vinto l’argento ai Giochi del 2016 mentre il neozelandese Scott Martlew arriva con un bronzo ai Mondiali del 2019. 

Kwadzo Klokpah (Canottieri Lecco) è rientrato in extremis nel team azzurro dopo essere stato ripescato per disponibilità di posti nel KL3 200 metri. L’atleta originario del Ghana, 33 anni, sarà al via alle ore 3.00 nella prima batteria. Ha avuto il merito di farsi trovare pronto anche se il suo sarà un compito proibitivo in una specialità davvero competitiva. Dal 2017 è diventato una habitué delle principali competizioni internazionali: coppa del mondo, mondiali ed europei. Agli ultimi Europei di Poznan lo scorso giugno si è piazzato ottavo. L’ucraino Serhii Yemelianov ha vinto l’oro a Rio e da allora non ha più perso, proverà ad insidiarlo il brasiliano Caio Ribeiro De Carvalho, bronzo nel 2016 e l’argento continentale, il russo Lenodi Krylov.

L’ultima azzurra in gara sarà Eleonora De Paolis nella seconda batteria del KL1 200 metri alle ore 3.55 in Italia. Per la pagaiatrice del Circolo Canottieri Aniene si tratta della seconda esperienza paralimpica dopo aver partecipato nel 2016 con la nazionale di canottaggio. Classe 1986 arriva a Tokyo con ottimo bagaglio di risultati e prestazioni: nel 2019 è medaglia d'argento sia in Coppa del Mondo che all’Europeo, nella rassegna continentale di quest’anno si è ripetuta conquistando il secondi gradino del podio. Dovrà vedersela contro l’esperienza e la classe della campionessa di Rio, la britannica Janette Chippington, alla sue settima paralimpiade in diverse discipline. Sorvegliata speciale l’ucraina Matyna Mazhula, medaglia d’oro ai Mondiali del 2018 e 2019, nonché campionessa europea in carica. Senza dimenticare la tedesca Edina Muller, argento a Rio e vice campionessa mondiale nel 2019. 

“Il gruppo nel complesso sta bene, finalmente siamo riusciti a provare il campo gara e questo ha rasserenato gli animi”, ha spiegato il Direttore Tecnico Stefano Porcu. “Mancarella è concentrato su ciò che deve fare, arriva dalla precedente edizione e questo è un vantaggio per la sua serenità. Non è spaventato e sa perfettamente cosa deve fare. De Paolis ha la giusta tensione e siccome è una perfezionista sta provando e riprovando ciò che per lei va migliorato. Sta bene fisicamente e i test che stiamo facendo lo confermano. Klokpah è arrivato carico di entusiasmo e per fortuna non ha mollato e si è tenuto in forma come avevamo chiesto a tutti gli atleti che non erano qualificati. Per la Biglia abbiamo dovuto riadattare la barca e sono certo che troverà il suo equilibrio, sta provando con grande intensità e sono certo che darà il massimo”. 

GLI AZZURRI IN GARA 

Veronica Biglia - VL2 200 metri 

  • Heat 1 - 2/9/21 h. 2.40
  • Semifinal - 3/9/21 h. 2.44 
  • Final - 3/9/21 h. 4.02 

Federico Mancarella - KL2 200 metri 

  • Heat 1 - 2/9/21 h. 2.50
  • Semifinal - 3/9/21 h. 2.58 
  • Final - 3/9/21 h. 4.18

Kwadzo Klokpah - KL3 200 metri 

  • Heat 1 - 2/9/21 h. 3.00
  • Semifinal - 3/9/21 h. 3.12 
  • Final - 3/9/21 h. 4.44 

Eleonora De Paolis - KL1 200 metri 

  • Heat 2 - 2/9/21 h. 3.55
  • Semifinal - 4/9/21 h. 2.30 
  • Final - 4/9/21 h. 3.48

OFFICIAL WEBSITE 

ICF WEBSITE

SITO WEB CIP