Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

MONDIALE DISCESA: QUALIFICHE SPRINT, QUATTRO BARCHE IN FINALE. DOMANI ANCHE LA PROVA A SQUADRE

images/IMG_9995.JPG


Giornata cata alla discesa sprint ai Campionati del Mondo in corso di svolgimento a Muotathal, in Svizzera. Due run di qualifica, nelle quali gli azzurri si sono cimentati sul percorso sprint di 440m. Il Muota si è presentato come fiume con tracciati difficili e una portata d’acqua variabile, che ha contributo ad aumentare la complessità del breve tratto di gara. l’Italia porta sotto i riflettori della finalissima di domani Cecilia Panato e Marlene Ricciardi nel C1 femminile, Mattia Quintarelli nel C1 maschile e Giulia Formenton nel K1 femminile.

Vola in finale nel C1 donne Cecilia Panato, l’unica capace di guadagnare la qualifica fin dalla prima run. Prende la giusta linea d’acqua e ferma il crono sull’1:21.85, tempo che senza esitazioni alcune le permette di chiudere seconda con la qualifica diretta. La raggiunge, dopo un’ottima seconda prova, Marlene Ricciardi, seconda in 1:24.69. Niente da fare per Alice Panato, fuori per 8 decimi. Tra i C1 maschili, ad accedere tra i migliori è solo Mattia Quintarelli. Lo specialista di Pescantina conduce un’ottima seconda discesa. Potenza e precisione, buona traiettoria e giusta strategia, con il tempo fissato sul 1:13.43 che gli apre le porte alla finale di domani. Out Giorgio dell’Agostino e  Paolo Razzauti, rispettivamente in nona (1:15.51) e decima posizione (1:15.84). Gli stessi Dell’Agostino e Quintarelli, rimangono ai piedi della qualifica nella prova del C2, terminata al sesto posto in 1:14.81, sfiorando la lotta alle medaglie per meo di un decimo di secondo. Giulia Formenton porta a termine i 400m di gara centrando l’accesso alla finale del K1 femminile in con il 12° crono a 1:17.38. Non riesce a guadagnarsi la finale, invece, Mathilde Rosa. Veloci ma non troppo i K1 maschili, che non riescono nell’impresa della qualifica. Il migliore è Andrea Bernardi, quindicesimo in 1:09.96; segue Federico Urbani diciassettesimo in 1:10.05, mentre Davide Maccagnan è ventiquattresimo (1:10.74), tutti risultati insufficienti per accedere alla finale di domani.

“Non male il bottino odierno” ha commentato il DT Vladi Panato. “Indubbiamente, lo ammetto, ci si aspettava anche qualcosa di più. E’ stata una giornata difficile ma siamo riusciti a qualificare quattro barche nelle finali di domani. Dispiace veder fuori il C2 ed il C1 di Alice per pochi centesimi di secondo, mentre i K1 hanno fatto buone prove ma sono ancora lontani dai migliori. Adesso si guarda a domani, quando a chiusura del mondiale tireremo le somme del weekend. Speriamo di far bene e prenderci le nostre rivincite nelle prove a squadre.”

Domani dalle 10:00 al via le finali per andare a caccia delle medaglie individuali. Seguiranno dalle 15:00 le prove a squadre dove gli azzurri puntano a ritornare sul podio.


Risultati su: http://www.wm-muota2018.ch/en/results-news/


Live streaming su: https://www.canoeicf.com