Cheap Synthroid

Synthroid is especially important during competitions and for rapid muscle growth. No prescription needed when you buy Synthroid online here. This drug provides faster conversion of proteins, carbohydrates and fats for burning more calories per day.

Cheap Abilify

Abilify is used to treat the symptoms of psychotic conditions such as schizophrenia and bipolar I disorder (manic depression). Buy abilify online 10mg. Free samples abilify and fast & free delivery.

Sponsored:

The best online shops in Italy:

Federazione Italiana Canoa e Kayak - EUROPEI: L'ITALIA CHIUDE CON 7 MEDAGLIE, STORICO ORO NELLA SPRINT A SQUADRE

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

EUROPEI: L'ITALIA CHIUDE CON 7 MEDAGLIE, STORICO ORO NELLA SPRINT A SQUADRE

images/large/K1_TEAM_M1.jpg
CANOA DISCESA

L’Italia della canoa discesa chiude in trionfo gli Europei di Bovec, in Slovenia. Nell’ultima giornata di gare sul fiume Soca gli azzurri conquistano altre quattro medaglie portando a 7 il computo complessivo nella spedizione continentale. 

Sabato 18 maggio si assegnavano i titoli europei per le gare “sprint” e anche stavolta Cecilia Panato non ha mancato l’appuntamento con la storia conquistando la medaglia d'oro nel C1 sprint. La 17enne veronese (CC Pescantina) aggiunge così un altro prezioso trofeo al suo ricco palmers che conta già il titolo europeo nella discesa classica conquistato mercoledì scorso e quello mondiale e di coppa ottenuti lo scorso anno. 

In finale la giovane discesista azzurra con la sua canadese monoposto ha fatto registrare il miglior tempo in 71.89, precedendo la ceca Marie Nemcova, argento in 72.55 e la francese Elsa Gaubert, bronzo con il tempo di 73.00. Altre due azzurre avevano conquistato l’accesso alla finale: Alice Panato (CC Pescantina) ha chiuso ottava in 77.46, Marlene Ricciardi (Marina Militare) decima in 78.97. 

Mathilde Rosa sale invece sul tetto d’Europa nel K1 sprint. L’atleta del CUS Pavia, classe 1997, dopo l’argento conquistato sempre a Bovec nella classica sale sul gradino più alto del podio nella prova sprint fermando il cronometro sul tempo di 63.44. Argento per la svizzera Melanie Mathys (63.48) davanti al bronzo della discesista ceca Marina Satkova (63.66). In finale anche Giulia Formenton (CC Oriago) che ha chiuso al nono posto in 67.05.

Altri due metalli preziosi sono arrivati dalla gara a squadre. Medaglia d’oro storica nella prova maschile del K1 con Francesco Ciotoli (Shock Wave), Andrea Bernardi (Cus Pavia) e Leonardo Pontarollo (CN Caldonazzo), tutti giovanissimi, che regalano all’Italia il primo titolo continentale a squadre con il tempo di 62.11. Argento per la Repubblica Ceca (62.79), bronzo alla Francia in 63.30. 

Dal kayak femminile a squadre arriva invece la medaglia d’argento con Cecilia Penato, Mathilde Rosa e Giulia Formenton (71.23). Oro per la Repubblica Ceca con il miglior tempo in 69.34, bronzo alla Francia in 71.59. Due medaglie a squadre che vanno ad aggiungersi al bronzo continentale conquistato due giorni fa nella gara classica da Andrea Bernardi, Nicolò Razeto (CC Nervi) e Francesco Ciotoli in K1. 

A confermare l’alto valore della spedizione azzurra i moltissimi atleti che hanno comunque ottenuto l’accesso alle finali. Nel C1 Mattia Quintarelli (CC Pescantina) ha chiuso al settimo posto in 64.92, seguito da Giorgio Dell’Agostino (Addavì) in 77.40. Tre gli italiani nella finale del K1 con Leonardo Pontarollo (8° in 59.65), Francesco Ciotoli (10° in 60.41) e Andrea Bernardi (11° in 60.48). 

"Questi ultimi giorni sono stati i più entusiasmanti di sempre. Possiamo dire di aver scritto una pagina di storia della canoa discesa fluviale", ha commentato il direttore tecnico Vladi Panato. "Mathilde Rosa ha dimostrato di essere ulteriormente cresciuta, Cecilia si è confermata e l'incredibile discesa del trio maschile del K1 che regala all'Italia la prima medaglia d'oro agli europei. Medaglia che inseguiamo da sempre, una cosa che va oltre ad ogni pronostico. I nostri ragazzi e tutto lo staff tecnico hanno dimostrato che la nostra disciplina non è solamente basata su componenti fisiche ma bensì su destrezza, coordinazione, precisione ed equilibrio ma soprattutto sangue freddo. Risultati che premiano questi ragazzi che hanno seguito le direttive di noi tecnici ma soprattutto hanno creduto nei loro mezzi. Motivati e convinti hanno portato a termine un'impresa che va oltre una semplice prestazione. Possiamo dire con assoluta certezza che i ragazzi hanno vinto per merito scendendo il fiume in maniera eccellente sia dal punto di vista tecnico-fisico che psicologico. Grande festa oggi in casa Italia che porta in patria un bottino che va oltre ogni aspettativa e siamo solo all'inizio di una stagione che promette di continuare a dare prestigio e lustro alla nostra bandiera".

Risultati: https://kayaksoca.wordpress.com