Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

PRIMI RADUNI POST CORONAVIRUS PER GLI SPECIALISTI DELLA CANOA DISCESA

images/large/F90C9394-385C-4207-BFCF-F56E1A954613.JPG
CANOA DISCESA

Si è svolto sul Brenta, presso la sede del Centro Federale di Valstagna, il primo raduno dedicato agli specialisti della canoa discesa. Su indicazione della Direzione Tecnica, guidata da Vladi Panato, sono stati chiamati sedici giovanissimi, tutti di categoria ragazzi e junior, per iniziare a preparare il Campionato Europeo di categoria, che attualmente risulta ancora calendarizzato dall’1 al 4 ottobre 2020 a Cracovia.

Sono scesi in acqua per il kayak maschile Piero Menegon, Francesco Nodari (CC Vicenza), Matteo Muzio, Matteo Bottini e Giacomo D’asso (Shock Wave Sport), Gabriele Ballarin (CC Oriago), Luca Riva, Lorenzo Corti (Canoa Kayak 90), Andrea Abbiati (Canottieri Adda) e Iacopo Capelli (Pol. Coop Parma 1964). Nel kayak femminile presenti all’appello Maya Bagnato (Can. Adda), Marta Cecconi (CC Vicenza), Marta Benedetti e Romina Benedetti (CC Palazolo Sull’Oglio). Mentre nella canadese monoposto vi hanno preso parte Pietro Toniolo (CC Oriago) e Stefano Mapelli (CK Cassano d’Adda).

Il collegiale si è concluso all’insegna della massima tutela degli atleti, dello staff tecnico e del personale di supporto grazie all’applicazione di un protocollo ad hoc sviluppato della Federazione in tema di prevenzione e controllo del COVID-19.

Il DT Vladi Panato commenta così questo primo appuntamento, dopo aver lavorato lontano dai suoi ragazzi per diversi mesi: “Nel complesso mi ritengo soddisfatto di questo primo incontro. E’ una squadra di giovani, alcuni al primo appuntamento azzurro, e per questo manca ancora di esperienza sui fiumi. L’obiettivo del raduno è stato quello di ricominciare a prendere confidenza con l’acqua mossa, dopo questo periodo di lontananza. Ho notato che in questi mesi, non avendo avuto modo di scendere i fiumi, è venuta meno l’acquaticità. Sicuramente gli sforzi in lockdown non sono stati vani e gli allenamenti effettuati a casa dai ragazzi hanno permesso un discreto mantenimento della forma fisica. Ora è fondamentale far si che i ragazzi abbiano uno stimolo ed un obiettivo. Sarà un anno non semplice dal punto di vista della preparazione fisica, lo slittamento delle gare modificherà gli allenamenti ed i ragazzi saranno costretti ad allenarsi e gareggiare con temperature diverse rispetto a quelle al quale sono abituati. Sono certo - ha concluso - che la squadra saprà reagire al meglio con determinazione.”

Prossimo impegno sarà invece a Vipiteno dal 9 al 12 luglio, con la squadra Senior che ha visto l’annullamento del Campionato del Mondo previsto a Nanthala, negli USA. Per loro l’unica competizione rimasta in calendario è la Coppa del Mondo di La Seu d’Urgell (ESP) dal 23 al 25 ottobre. Per la massima categoria sono stati chiamati Andrea Bernardi, Francesco Ciotoli (CUS Pavia), Riccardo Minolli (Shock Wave Sports), Davide Maccagnan (Valbrenta Team), Nicolò Razeto (SC Genovesi Elpis), Roberto Leonardi (CC Pescantina), Francesco Nodari (CC Vicenza), Giulia Formenton (CC Oriago), Marta Benedetti (CC Palazzolo Sull’Oglio), Valeria Donatelli (OCS Ottagoni Cremona), Mathilde Rosa (CUS Pavia), Cecilia Panato (CC Pescantina), Valentina Razzauti, Giacomo Bianchetti (CC Palazolo Sull’Oglio) e Tommaso Mapelli (CKC Cassano d’Adda).

Il settore discesa sarà anche il primo a scendere in gara con il Campionato Italiano Junior e Senior previsto a Mezzana, in Val di Sole, il prossimo 25-26 luglio, sempre nel rispetto dei protocolli anti-covid.