Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

CANOA DISCESA: BOTTINO DI TRE ORI E TRE BRONZI IN COPPA DEL MONDO A BANJA LUKA

images/2021_news/polo_2021/large/SquadraBanjaLuka.JPG
CANOA DISCESA

A Banja Luka, in Bosnia Erzegovina, si conclude nel migliore dei modi il percorso degli azzurri impegnati nelle prime tre tappe di Coppa del Mondo: l’Italia termina la prima trasferta internazionale post pandemia con un totale di tre ori e tre bronzi, al collo di Cecila Panato (tre ori e due bronzi) e Tommaso Mapelli (un bronzo).

Dopo le vittorie ottenute nei gironi scorsi nelle prove sprint, Cecilia Panato trionfa anche nella classic race odierna, ripetendo la performance d’oro nel C1 e archiviando anche il bronzo nella gara lunga del K1.

La giovanissima fuoriclasse del CC Pescantina non delude e termina la prova classica del C1 femminile in 17:09.06, crono che la porta a +22.58 dalla francese Laura Fontaine, argento in 17:31.64, e dalla ceca Marie Nemcova, bronzo in 17:34.87. L’altra azzurra in gara, Valentina Razzauti, è dodicesima (18:23.20).

Cecilia va a segno anche nel K1 femminile, conquistando la medaglia di bronzo, sempre nella prova di discesa classica, con il tempo di 15:30.41, a +12.08 dalla tedesca Sophia Schmidt, vincitrice in 15:18.33. Seconda posizione per Francia con Lise Vinet. Nella stessa specialità, Valeria Donatelli (OCS Ottagoni Cremona) si posiziona invece in diciottesima posizione (16:34.57). 

Nel C1 maschile il migliore degli azzurri è Tommaso Mapelli il cui ritardo dalla prima posizione (+34.00) non gli consente però di andare oltre il nono posto (16:34.69) nella gara vinta dal fuoriclasse francese Quentin Dazeur (16:00.69); alle sue spalle per l’argento c’è il ceco Vladimir Slanina (16:02.43), seguito dallo francese vincitore delle prove sprint Nicholas Sauteur (16:07.90). Più lontani gli altri azzurri: Cesare Scapini è 12° (16:44.48), Davide Siniscalichi 15° (17:12.31), Pietro Toniolo 15° (17:22.03) e Giacomo Bianchetti 17° (17:54.68). Sempre nella canadese, Siniscalchi/Scapini e Mapelli/Bianchetti chiudono rispettivamente in nona (16:53.16) e decima (17:00.63) posizione anche la prova lunga del C2.

Terminano nella prima metà di classifica gli azzurri del K1 Francesco Ciotoli e Nicolò Razeto, rispettivamente in 13° (14:32.72) e 15° (14:34.48) posizione. Lontani dalla vetta gli altri azzurri: Andrea Bernardi è 22°, Giacomo Abbiati 25°, Roberto Lonardi 26°, Gabriele Esposito 35°. Prime due posizioni del podio per la Francia con Paul Jean, primo in 13:51.46, ed il compagno Maxence Barouh, secondo tempo in 13:57.34. Terzo posto per la Repubblica Ceca di Adam Satke (14:03.05).

RISULTATI COMPLETI