Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

MAURO CROSIO E' IL NUOVO PRESIDENTE DEL CR PIEMONTE

images/large/1661.jpg
VITA FEDERALE

Mauro Crosio è il nuovo presidente del CR Piemonte della Federcanoa. Il neoeletto al vertice del comitato regionale, attuale Presidente del Circolo Amici del Fiume, avrà al suo fianco i seguenti consiglieri in rappresentanza degli affiliati:

  • Matteo Cerrano - Ivrea Canoa Club
  • Silvano Catufa - Circolo Eridano
  • Enrico Rossi - Polisportiva Verbano
  • Stefano Ruggiero - Circolo Amici del Fiume

Matteo Tontodonati è stato eletto in rappresentanza dei tecnici mentre Giorgia Macchia è il consigliere eletto in rappresentanza degli atleti.

"La mia elezione è nel segno della continuità con chi mi ha preceduto, con Massimo Bucci abbiamo collaborato molto in questi anni e continueremo a farlo per lo sviluppo del territorio e di tutto il Comitato Regionale", ha commentato il neo Presidente Crosio. "Una parte del Consiglio Regionale è stata rinnovata, mentre per diversi elementi c’è stata una positiva riconferma. L’obiettivo a cui tendiamo è quello di migliorare la funzionalità e gettare le basi per il futuro."

"Essendo a fine quadriennio, puntiamo a concludere al meglio il lavoro iniziato e avviare i consiglieri più giovani, motivati e con voglia di crescere, verso un percorso che valorizzi le loro competenze sia dal punto di vista personale che professionale come dirigenti sportivi. Sicuramente nell’immediato intensificheremo i contatti con le istituzioni, in particolare con la Regione Piemonte e gli amministratori locali, in modo da stabilire rapporti in piena sintonia che ci consentano di sviluppare al meglio tutte le diverse manifestazioni agonistiche e promozionali", ha dichiarato.

"La priorità è quella di dare supporto alle società, ampliare il numero di manifestazioni sul territorio e di conseguenza far fare un salto di qualità organizzativo e gestionale a quelle che già ogni anno vengono svolte, portandole ad un livello più alto che catalizzi l’attenzione degli enti locali da un lato e sviluppi la base dall’altro. Considereremo obiettivo primario quello di aumentare appassionati e praticanti, mirando a far conoscere il nostro sport. Per far ciò sarà necessario migliorare la qualità delle iniziative che andremo ad organizzare, aumentando l’attenzione e il coinvolgimento anche attraverso eventi collaterali  utili ad aumentare i contatti con gli sponsor del territorio", ha concluso.