Cheap Synthroid

Synthroid is especially important during competitions and for rapid muscle growth. No prescription needed when you buy Synthroid online here. This drug provides faster conversion of proteins, carbohydrates and fats for burning more calories per day.

Cheap Abilify

Abilify is used to treat the symptoms of psychotic conditions such as schizophrenia and bipolar I disorder (manic depression). Buy abilify online 10mg. Free samples abilify and fast & free delivery.

Sponsored:

The best online shops in Italy:

Federazione Italiana Canoa e Kayak - A LEDRO ASSEGNATI I TRICOLORI DI MARATONA VALIDI COME PROVA INDICATIVA

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

A LEDRO ASSEGNATI I TRICOLORI DI MARATONA VALIDI COME PROVA INDICATIVA

images/large/IMG_8450.jpg
CANOA MARATONA

Si conclude un fine settimana ad alta intensità per la canoa maratona italiana che nella suggestiva cornice della Valle di Ledro ha ospitato tra sabato 8 e domenica 9 giugno i Campionati Italiani di specialità, valevoli come prova indicativa per la definizione della squadra azzurra che prenderà parte agli Europei in programma a Decize (Francia) dal 21 al 28 luglio.

In evidenza un quartetto di atleti lombardi: in barca singola si sono imposti Filippo Vincenzi (Cus Milano) e Gaia Piazza (CKC Sestese Canoa) rispettivamente nel K1 maschile e femminile, mentre a vincere i titoli senior della categoria C1 sono stati Enrico Calvi (Canottieri Ticino Pavia) e Diana Tomarchio (Cus Milano).

All’appuntamento tricolore allestito dall’ASD Canoa Kayak Ledro era presente anche il presidente FICK Luciano Buonfiglio. Il lago di Ledro si è dimostrato ancora una volta un specchio d’acqua perfetto per questo tipo di manifestazioni, tanto che si fanno sempre più concreti i progetti di una candidatura per  eventi internazionali. Uno splendido fine settimana di sole ha esaltato ancor più le peculiarità ambientali di un territorio che ha meritato l’inserimento nel progetto Riserva della Biosfera dell’Unesco grazie alle alte qualità ambientali.

Sul campo di gara disegnato nella parte orientale del Lago, al cospetto del villaggio palafitticolo di Molina di Ledro risalente all’età del bronzo, si sono sfidati diverse decine di specialisti con la prova senior maschile K1 che si è conclusa con un acceso sprint tra Filippo Vincenzi ed Alessandro Bonacina (Canottieri Lecco). Vincenzi (2:13’38.76), poliedrico atleta già maglia azzurra nella specialità della lunga distanza e detentore del titolo da ben due anni consecutivi, si è riconfermato in volata su Bonacina (2:13’39.46). A separare i due atleti meno di un secondo di distacco, dopo oltre 2h13 di gara, necessari per completare gli otto giri del percorso di 29,8km sul tracciato di 3600 metri con circa 100 metri di trasbordo. Sul terzo gradino del podio ha invece trovato posto il fiorentino Matteo Graziani (Canottieri Comunali Firenze), con il crono di 2:16’08.39. “Il duello con Alessandro Bonacina è ormai una costante del nostro movimento ed ogni volta riusciamo a tirarci reciprocamente il collo e dare vita a grandi gare”, ha commentato Filippo Vincenzi. "Lo è stata anche in questa gara e credo che il pubblico si sia potuto divertire e godere appieno di quella che è stata, a mio modo di vedere, una weekend davvero perfetto, con un ottimo tracciato e eccellenti qualità tecniche e ambientali del campo gara”. Vincenzi, in tandem con Sabino Candela, ha poi portato a casa anche i tricolori nella prova del K2 (2:10’15.03), davanti al CC Aniene di Marin - Bernabei (2:10’22.97) e al CUS Pavia di Marzani - Balsamo (2:11’41.72). Tra gli under 23, le fasi finali della gara sui 26,2km hanno visto Stefano Angrisani (Cus Milano) primeggiare su Giovanni Bandini (Canottieri Comunali Firenze) con cui aveva condiviso gran parte del percorso; terzo posto invece per Giulio Bernocchi (Cus Milano).

Assolo invece per Gaia Piazza: la ventisettenne lombarda ha impiegato poche centinaia di metri per prendere saldamente in mano le redini della gara e avviare un monologo concluso dopo 2:16'42.71 di marcia solitaria lungo i 26,2 km previsti per il K1 senior femminile. “Il pronostico forse mi vedeva favorita, ma la specialità marathon riserva sempre delle sorprese e non si può mai dare nulla per scontato”, ha commentato Gaia Piazza. “In gara mi sono trovata bene, in un contesto ambientale di grande valore e davvero accogliente. So che si stanno facendo ragionamenti per portare sul Lago di Ledro eventi internazionali: per quella che è la mia esperienza, il territorio è davvero perfetto per quello che potrebbe essere un Campionato Europeo”. Gaia Piazza porta a casa doppio titolo trionfando anche nella gara dedicata al K2, in coppia con Enrica Siggillò (2:23’38.72). Nella prova under 23 del K1 femminile (22,6 km) vittoria alla siciliana “acquisita” Elisabetta Maffioli (Società Canottieri Trinacria - 1:53'28.21) capace di avere la meglio nei confronti di Teresa Isotta (CKC Sestese Canoa- 1:58'48.38) e di Jasmine Prone (CKC Sestese Canoa - 2:01'49.38).

Tra gli under 23, le fasi finali della gara (26,2km) hanno visto Stefano Angrisani (Cus Milano) primeggiare in 2:00’53.76 su Giovanni Bandini (Canottieri Comunali Firenze - 2:01'36.28) con cui aveva condiviso gran parte del percorso; terzo posto invece per Giulio Bernocchi (Cus Milano - 2:01’59.70) che invece trionfa nel K2 con Marco Paloschi, imponendosi in 1:59’58.38 sula coppia fiorentina Bazzani-Bandini (Comunali Firenze) e sui compagni di squadra Behrens-Angrisani (CUS Milano).

L’intenso weekend ledrense ha assegnato i titoli tricolori anche per le categorie paracanoa, le giovanili e master, oltre a veder impegnati in gara gli specialisti della canoa canadese con il C1 di Enrico Paolo Guido Calvi (Canottieri Ticino Pavia) diplomatosi campione italiano senior in 2:21’00.50 e Francesco Di Santo (Fiamme Oro) leader tra gli under 23 in 2:02'27.42; in campo femminile al successo di Diana Tomarchio (Cus Milano - 2:14'50.35) tra le senior, ha risposto la vittoria di Sarah Tovo (The Core - 1:50'52.85) tra le under 23.

Da segnalare per la paracanoa le ottime prove del Campione del Mondo Esteban Farias (Leonida Bissolati) per gli 8,2 km in KL1 maschile con il tempo di 42’22.28, dell’atleta del CC Aniene Eleonora De Paolis nel KL1 femminile (49’59.89), di Mirko Nicoli (Idroscalo Club) nei 11,8 km del KL3 (1:07’01.67) e di Ngoln Ngamada per il CC Mestre nel KL2 (54’36.12).

La prova tricolore di Ledro era stata indicata dallo staff tecnico federale come prova indicativa per la selezione del team azzurro delle categorie senior e under 23 che prenderà parte ai prossimi Campionati Europei di Decize (Francia) previsti nel mese di luglio. Ancor più valenza avevano per le categorie juniores perchè proprio dalle risultanze odierne si tireranno le somme ed in tal senso assumono valore i successi di Emilio Pieraccioni (Canottieri Comunali Firenze - 1:46'13.59) e di Petra Giuliano (CKC Sestese Canoa - 1:40'38.48) nel K1 maschile e femminile; alle spalle di Pieraccioni, piazza d’onore per Tommaso Tremolanti (Canoa Club Livorno) e terzo posto per Luca Romano (Circolo Canottieri Aniene), mentre al femminile sono salite sul podio anche Antea Mariani (Circolo Canottieri Aniene) e Beatrice Gaggero (Canottieri Mincio). Nel C1 al femminile ottiene il titolo italiano di specialità Claudia Fabiola Benvegnù (Padova Canoa) in 1:17'15.52, mentre al maschile è Thomas Minghini (Beppe Mazza) a vincere con il tempo di 2:07’31.84.

La categoria Ragazzi, invece, ha visto assegnati i titoli su 11,2 km di gara a Jonathan Marco Allen (CUS Pavia - 55’08.12) nel K1 maschile e a Giada Rossetti (Canottieri Timavo - 1:05’20.24) nel K1 femminile.

RISULTATI COMPLETI