Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

CANOA MARATONA AL BANCO DI PROVA IRIDATO, A SHAOXING AZZURRI IN LOTTA PER I TITOLI MONDIALI

images/large/6A8FE791-C3A8-4867-B1B3-A6D63963AF1A.jpeg
CANOA MARATONA

Gli azzurri della lunga distanza tornano sotto i riflettori per l’assegnazione dei titoli iridati di canoa maratona 2019: dal 16 al 20 ottobre sarà la località cinese di Shaoxing ad ospitare il Campionato Mondiale di specialità.

La spedizione azzurra, guidata dal tecnico federale Elena Colajanni, vedrà in acqua quindici atleti: Filippo Vincenzi (CUS Milano), Alessandro Bonacinia (CC Lecco), Gaia Piazza (CKC Sestese) tra le fila dei senior, Teresa Isotta (CKC Sestese) tra gli under 23 e Niccolò Neri (CC Livorno), Tommaso Tremolanti (CC Livorno), Luca Romano (CC Aniene), Petra Giuliano (CKC Sestese), Antea Mariani, Francesca Blanda (CC Aniene), Letizia Piffanelli (Can. Padova), Claudia Fabiola Benvegnù (Padova Canoa), Francesco e Federico Ghenda (Canoa San Giorgio) per la categoria junior.

La cerimonia di apertura avvenuta nella giornata del 16 ottobre ha dato il via all’evento iridato che vede più di cinquecento maratoneti in acqua, provenienti da più di 40 nazioni, che affileranno le pagaie sul Di Dang Lake, per portare a casa i titoli per le categorie junior, under 23 e senior in K1, C1, K2 e C2. Gli azzurri si cimenteranno sia sul percorso short di 3,4 km che su quello classico di distanza variabile a seconda delle categorie, con giri da 3,6 km ed uno finale da 800m, oltre a trasbordi di circa 100m da percorrere a piedi con la canoa in spalla.

Si parte nella notte italiana di mercoledì 16 settembre con le batterie di short distance dove troveremo Gaia Piazza nel K1 femminile alle ore 05:10, Filippo Vincenzi e Alessandro Bonacina nel K1 maschile tra le 05:35 e le 05:50. Claudia Benvegnù si cimenterà, invece, nella finale del C1 femminile alle ore 09:15. Gare lunghe con inizio alle 06:45 per il K1 junior maschile di Luca Romano che affronterà il percorso sui 22,6 km (6 giri e 5 trasbordi + 1 giro piccolo).
Si proseguirà nella notte italiana di giovedì con il K2 junior femminile, previsto alle 02:30, di Petra Giuliano e Letizia Piffanelli sul tracciato dei 19km (5 giri e 4 trasbordi + 1 giro piccolo), nella stessa gara schierate anche Francesca Blanda e Andrea Mariani. Alle 02:33 prevista la partenza del C2 junior dei gemelli Federico e Francesco Ghenda sempre sui 19km; mentre alle 02:36 scenderà in gara Claudia Fabiola Benvegnù nel C1 junior femminile. Sullo start alle ore 04:30 il K1 under 23 di Teresa Isotta in gara per i 22,6 km di gara (6 giri e 5 trasbordi + 1 giro piccolo). Alle 06:45 sarà il K2 tricolore di Niccolò Neri e Tommaso Tremolanti ad affrontare i 22,6 km del K2 junior maschile.

Da sabato 19 ottobre, spazio alla squadra senior con la fuoriclasse Gaia Piazza in gara alle 06:30 sulla distanza dei 26,2 km. Chiusura delle gare in barca singola con Alessandro Bonacina e Filippo Vincenzi, entrambi protagonisti alle 09:00 nei 29,8 km. Ultima giornata di gara domenica 20 ottobre, con il gran finale dedicato alle barche multiple dove rivedremo in acqua il C2 dei gemelli Ghenda questa volta tra i senior (ore 05:15) ed il K2 senior femminile dove l’Italia schiererà in acqua Gaia Piazza e Teresa Isotta alle ore 05:15, sempre sui 26,2 km.
“Il percorso è molto tecnico per vari passaggi sotto diversi ponti con arcate molto strette, ma è anche complesso per tre tipi diversi di giri di boa, sia in senso orario che antiorario nella stessa gara e bisogna fare molta attenzione a non sbagliare”, ha dichiarato Elena Colajanni. “E’ un percorso in cui non si deve mai perdere l’attenzione. La partecipazione è molto alta e siamo curiosi di vedere in gara paesi che non sono soliti gareggiare sulla lunga distanza, come la Cina e altri paesi orientali. Sicuramente i padroni di casa sono intenzionati a fare bella figura e nei primi allenamenti in acqua abbiamo visto diversi equipaggi competitivi provare il percorso.”

“La squadra, non molto dissimile da quella dell'europeo, è composta prevalentemente da junior, quasi tutti alla prima esperienza mondiale”, ha commentato Elena Colajanni. “Occhi puntati su Teresa Isotta, fresco bronzo europeo nel K1 U23, ma ci aspettiamo buoni piazzamenti anche dai senior veterani Gaia Piazza, Alessandro Bonacina, Filippo Vincenzi e dal K2 junior maschile di Tommaso Tremolanti e Niccolò Neri, dal C2 junior dei gemelli Ghenda e dal C1 junior femminile di Claudia Benvegnù, tutti arrivati nelle prime cinque posizioni allo scorso europeo.”

Risultati live: http://shaoxing2019.spotfokus.com/index.php?gmt=2&gmt2=-120

Live streaming: https://www.canoeicf.com/

Time zone: GMT +8. Nello specifico ci sono +6 ore di differenza con l’Italia (es. 16:00 in Italia - 22:00 in Shaoxing).