Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

TURIN KAYAK MARATHON: IL 27-28 MARZO LA SECONDA EDIZONE SUL PO TRA AGONISMO E SOCIALE

images/large/dsc_2667_20190624_2047243847.jpg
CANOA MARATONA

Al via nel fine settimanadel 27-28 marzo la seconda edizione della Turin Kayak Marathon, maratona internazionale di canoa organizzata dal Circolo Amici del Fiume in collaborazione con l’International Canoe Federation e la Federazione Italiana Canoa e Kayak. 

Il Comitato Organizzatore registra oltre cento iscritti, fra cui i campioni del mondo di K2, i francesi Jeremy Candy e Quentin Urban, e diversi atleti spagnoli. Un ottimo numero considerata la situazione e  le criticità dell'attuale periodo pandemico. L’evento, che si svolgerà nel pieno rispetto delle norme anticontagio, sarà aperta ad atleti agonisti regolarmente tesserati e quest’anno volta a sostenere la Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro ONLUS: per ogni iscrizione alle categorie U16 e Juniores saranno devoluti € 3,00 alla Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro Onlus ed € 5,00 per ogni iscrizione alle categorie Seniores e Master.

La caratteristica che rende unica la maratona di Torino è quella di svolgersi interamente in un parco inserito nel centro di una grande città che promuove sport, natura e storia. Il suggestivo percorso di gara è compreso tra il Ponte Vittorio Emanuele I (Murazzi) ed il Ponte Isabella per le categorie K1, K2, C1 e C2 (kajak da acqua piatta). Gli atleti si sfideranno su un circuito di 26 chilometri. Il trasbordo (tratto di circa 100 metri che i canoisti percorrono di corsa portando la canoa) verrà effettuato ai Murazzi. Le gare avranno inizio sabato 27 marzo dalle ore 10,30 e termineranno alle ore 15,30 per proseguire la domenica 28 marzo dalle ore 09:00 e sino alle ore 14:00

Sarà sicuramente uno spettacolo emozionante, in attesa che la prossima edizione possa rivedere in azione anche le Dragonette - www.dragonette.org, squadra BCS (Breast Cancer Survivor) di dragon boat nata per offrire a tutte le donne colpite da tumore al seno, attraverso la pratica sportiva, una rieducazione mirata al ritorno ad una vita piena e soddisfacente - nella divertente sfida amatoriale con l’equipaggio dei Ricercatori.  Quest’anno la sfida non si potrà svolgere a causa del rigido protocollo di prevenzione al COVID – 19.

Maggior informazioni su: https://www.turinkayakcanoemarathon.it